Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 19 Settembre - ore 22.11

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Per sicurezza

Un raffronto tra i programmi di centrodestra e centrosinistra, partendo dal tema più dibattuto.

Per sicurezza

Sarzana - Val di Magra - Il tema della sicurezza riveste grande importanza sia nel programma del centrodestra, sia in quello del centrosinistra. La Ponzanelli e i suoi lo mettono come primo punto, il gruppo di Cavarra come secondo, subito dopo la cultura. Più dettagliata la proposta in merito del sindaco uscente: cento nuove telecamere di videosorveglianza entro il primo anno di legislatura, cento nuovi punti luce, un bando per dare contributi a chi installa sistemi antifurto e antirapina, la creazione di un settore Sicurezza integrata all'interno della Polizia locale (con agenti appositamente formati) e il rafforzamento di quest'ultima con l'assunzione di dieci agenti nel biennio 2018-2020. E ancora: mappatura di tutti gli edifici in stato di abbandono con avviso ai proprietari affinché intervengano per non renderli comodi ricoveri abusivi, progetti di educazione alla legalità nelle scuole (con cento giovani che ogni anno dialogheranno con Palazzo civico per orientarne l'azione in materia di controllo del territorio), una 'Giornata della sicurezza' il 20 gennaio di ogni anno e l'apertura ad associazioni e gruppi di controllo del vicinato nell'ottica di una sicurezza partecipata. Nel programma del centrosinistra si assicura che "La sicurezza è un diritto di ogni cittadino. Vivere in un ambiente sicuro e poter uscire di casa senza la paura che possa succedere qualcosa a se stessi o alla propria famiglia è un diritto che dobbiamo contribuire a tutelare o garantire".

"Sarzana purtroppo ha vissuto negli ultimi anni un crollo verticale degli standard di sicurezza e un significativo aumento della microcriminalità. Il nuovo governo territoriale che siamo a proporre ai cittadini è pronto a rispondere alla crescente e inascoltata domanda di maggior sicurezza nel centro, nei quartieri e nelle frazioni". Così principia il capitolo 'Sicurezza' del programma del centrodestra. Che, come detto, è più 'discorsivo' rispetto a quello cavarriano. Tra i punti fermi, l'inscindibilità di decoro urbano e ordine pubblico. "Fare di Sarzana una città pulita, non abbandonata a sé stessa e ben illuminata non può che comportare inevitabili e positive ricadute sulla sicurezza cittadina [...] Partendo da tale convinzione, le azioni di governo che saranno intraprese da subito avranno quale comune denominatore il contrasto al commercio non autorizzato, alla microcriminalità, ai parcheggiatori abusivi, fenomeni tristemente dilaganti ad oggi in intere aree e parchi della città".
Sancita la necessità di "più controlli e meno buonismo", vengono passate in rassegna alcune idee: disincentivare l'occupazione abusiva di aree verdi o in stato di abbandono nonché tutte le condotte "contrarie alle norme di legge e che generano degrado" anche "disponendo presidi periodici e controlli interforze di pubblici esercizi e circoli privati in orario notturno". Si parla poi della realizzazione di un programma di videosorveglianza "in grado di integrare l'attuale sistema comunale", dell'ampliamento ("nel medio termine") dell'orario della Municipale, andando altresì ad aggiornare "il patto della sicurezza con la Prefettura".
C'è poi l'idea di "inserire la manutenzione stradale, del verde e dei canali in un piano pluriennale, con razionalizzazione delle risorse e programmazione degli interventi", sempre mirando a "coniugare sicurezza, pulizia e decoro".

I punti comuni non mancano, in primis il rafforzamento della videosorveglianza, la lotta alle occupazioni abusive, l'incremento dell'illuminazione. Più forte nel programma del centrodestra il legame tra sicurezza e decoro urbano (tema al quale in ogni caso sia centrosinistra, sia centrodestra dedicano un capitolo a parte delle linee guida). Comune la volontà di rafforzare il controllo del territorio, diverse - almeno sulla carta - le modalità. Controlli interforze, ampliamento dell'orario della Municipale e aggiornamento del patto con la Prefettura (siglato lo scorso maggio) sul fronte centrodestra, assunzioni di agenti, collaborazioni con associazioni (alpini, carabinieri, protezione civile ecc.) e con l'esperienza del controllo del vicinato da parte del centrosinistra. Affinità, divergenze, al netto della forzata stringatezza dei programmi, che non possono contenere tutto, né dettagliare troppo quel che dicono. In ogni caso, la sicurezza è un tema ritenuto centrale dalle due compagini politiche approdate al ballottaggio. Addirittura, una delle cinque liste della coalizione di centrosinistra aveva l'eloquente nome 'Sarzana più sicura'. Non invidiabile lo score: 69 voti, 0.64 per cento, la meno votata del primo turno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia




























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News