Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 30 Settembre - ore 22.18

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Pd e Vezzano impallinati, ministro atteso al varco

L'incontro a tema biodigestore organizzato da comitati e associazioni si accende tra accuse al consigliere Natale, divergenze tra politica e attivisti e malumori nei confronti dell'amministrazione vezzanese.

Stasera sotto col centrodestra

Sarzana - Val di Magra - Chi ieri sera in Sala della Repubblica si aspettava una serata 'liscia' sarà rimasto deluso. Il primo dei due appuntamenti dedicati al biodigestore organizzato da comitati e associazioni (NoBiodigestore, Botta, Aquabenecomune, Italia nostra, Legambiente, Cittadinanzatttiva), a questo giro con ospiti i candidati regionali, i parlamentari (assenti) e gli amministratori (sindaci e vice sindaci di Arcola, S. Stefano e Vezzano, assenti) di centrosinistra, Cinque stelle e Buonsenso, non è trascorso senza accuse, frizioni e frecciate. Perché, se da un lato tutti gli aspiranti consiglieri intervenuti si sono detti contrari all'impianto di Saliceti – per quelle ragioni elencate dal moderatore Ruocco (Botta) in apertura: rischio ambientale e sanitario, equità nella gestione del ciclo dei rifiuti, procedure ritenute illegittime -, dall'altro non è mancata una vivace componente di polemica politica. Il primo colpo lo ha assestato il menzionato Ruocco in riferimento all'annunciata assenza dei candidati del Partito democratico, invitati ad astenersi dal partecipare per le incertezze derivanti dall'impennata di casi Covid-19 in provincia. “Siamo irritati dall'atteggiamento del Pd – ha affermato -, un partito che governa dovrebbe sapere che i numeri delle sale sono contingentati, certi. La sindaca Sisti ci ha negato la sala alla ex Vaccari, intanto sabato celebrerà un matrimonio in Comune, si presume con abbracci e saluti. Caro Pd il Covid-19 è piccolo, è difficile nascondercisi dietro. In ogni caso raccogliamo la disponibilità al confronto che comune i Dem hanno assicurato”. Ruocco non tenero nemmeno con il Comune di Vezzano: “Il Comune di Santo Stefano sta facendo la sua parte, quello di Vezzano, che ha la bomba digestore sul suo territorio, invece tergiversa. Hanno annunciato ricorso al Tar ma non hanno ancora incaricato professionisti a questo scopo, avevano detto che lo avrebbero fatto usando i soldi del ristoro per il Tmb, ma ancora non abbiamo visto niente. Per essere credibili devono nominare l'avvocato”.

Il consigliere e candidato di Linea Condivisa Battistini ha puntato il dito contro il candidato Pd, compagno di coalizione, Davide Natale: “Nell'agosto di due anni fa, dimettendosi da consigliere provinciale, ha consegnato la maggioranza al centrodestra, aprendo la strada al nuovo impianto. Spero che l'assenza del Pd stasera non sia motivata dal non voler rispondere di questo grande neo”. E ancora: “Anche se siamo in campagna elettorale – ha proseguito l'ex pentastellato – io non sono qui per lisciare il pelo a comitati e associazioni, ai quali dico: avete sbagliato a privilegiare la via giurisprudenziale rispetto a quella politica, avreste dovuto sfruttarci di più. Io e il consigliere Michelucci avevamo presentato in consiglio regionale un documento per fermare l'iter dell'impianto e sottoporre a Vas il Piano dei rifiuti: quel documento poi lo abbiamo ritirato proprio su invito di comitati e associazioni, che ci hanno chiesto di poter fare ulteriori approfondimenti in modo da trovare una condivisione col centrodestra. È stato un errore: andare avanti col documento, che voi ci avete chiesto di tenere fermo, avrebbe consentito di segnare le parti in campo e scoprire le carte. Avremmo oggi avuto più strumenti per dire al centrodestra di non prenderci in giro, perché loro l'impianto lo vogliono. La Lega ha detto no? No, ha solo detto che, qualora si dimostri che non c'è rischio, a loro va bene realizzarlo. È diverso”.

A Ruocco che, sul 'caso' Natale, ha osservato come “il Piano approvato nell'agosto 2018 non prevedesse Saliceti, ma Boscalino e 50mila tonnellate”, il consigliere di Italia viva Michelucci ha replicato che “erano però mesi che era emersa la volontà di farlo a Saliceti”, aggiungendo: “In consiglio abbiamo fatto tutto il possibile per fermare l'impianto, chi manca all'appello è chi governa, è la destra. Ecco, domani (stasera, sempre in Sala della Repubblica, ndr) dovreste far sottoscrivere alla destra l'odg per bloccare l'iter autorizzativo presentato dall'opposizione in consiglio regionale. Sarebbe un modo per dire: chiunque vincerà bloccherà il digestore”. Un invito pienamente accolto dagli attivisti in vista dell'iniziativa di stasera. Il consigliere regionale renziano ha poi dovuto rispondere alla platea quando esponenti dei sodalizi gli hanno detto di attivarsi con il sindaco di Vezzano Bertoni, anch'egli di Italia Viva, perché proceda col ricorso (“Non serve a nulla venire al corteo con la fascia da sindaco se poi non fai azioni concrete”). Michelucci ha affermato che “non esiste più il centralismo democratico, parliamo di un amministratore eletto dai cittadini che ne valuteranno l'operato a fine mandato. Si è preso gli impegni per determinate azioni legali, spero arriveranno”, ha affermato Michelucci.

Il consigliere provinciale Licari, candidato alle regionali con Linea condivisa, è tornato pure lui all'agosto 2018, non per bacchettare Natale, ma per ricordare che, oltre all'ex assessore spezzino, due anni fa in Via Veneto tra le file del Pd mancava anche Michael Carli, “un consigliere costantemente assente”. E riprendendo le ultime peripezie del consiglio provinciale - “dove una mia mozione sul digestore nei giorni scorsi è stata rigettata con scuse ridicole da Peracchini” - ha sfidato La Spezia popolare, che conta anche il numero due dell'ente, il santostefanese Ponzanelli: “Si sono detti d'accordo con me in merito alla necessità di discutere del digestore prima delle elezioni. Bene, il tempo scorre, si attivino, altrimenti è una presa in giro”. E ancora, replicando alle note sollecitazioni degli attivisti in merito a un intervento del ministro all'ambiente Costa (in quota Cinque stelle) affinché, attingendo ai suoi poteri straordinari, blocchi l'iter autorizzativo esprimendosi prima del voto, il candidato pentastellato Ugolini (convinto della necessità di "mandare a casa questo governo regionale e le sue politiche pericolose") ha annunciato che la pratica sarà sottoposta al generale la prossima settimana, quando farà tappa alla Spezia (comitati e associazioni hanno chiesto di essere ascoltati). E a proposito di richieste al governo, da sospingere attraverso i rappresentanti locali delle forze che sostengono Conte, Ruocco e soci hanno rammentanto “l'importanza di annullare i vigenti incentivi agli impianti di biodigestione”. Gli altri candidati intervenuti alla serata, tutti contrari al digestore e pronti ad agire di conseguenza in consiglio: Gasparini e Fidanza (Il Buonsenso), Germi (Europa Verde), Canessa (indipendente Pd/Leu), Martini e Centi (Lista Sansa). Quest'ultimo, consigliere comunale alla Spezia, si è rammaricato per il fatto che fin qui il biodigestore non abbia appassionato gli spezzini del capoluogo. “Sabato mattina – ha detto Ruocco - saremo in presidio a La Spezia per spiegare i rischi per l'acqua potabile. È vero, non siamo riusciti a far breccia nel capoluogo, ma dal capoluogo i partiti non ci hanno dato aiuto. E lo scorso novembre quando Casati in consiglio comunale ha detto che La Spezia non attinge acqua dai pozzi di Fornola nessun consigliere ha preso la parola per dargli dell'asino”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Incontro in Sala della Repubblica, 10 settembre 2020 Archivio CdS


Notizie La Spezia
















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News