Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 03 Marzo - ore 22.01

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Pd Sarzana depone mazzo di fiori in via XXVII Gennaio

giorno della memoria
Bandiera Pd

Sarzana - Val di Magra - "Il Giorno della Memoria è un'occasione per studiare la Storia ma anche per riflettere sul Male e sull'indifferenza verso le sorti dell’“Altro da noi”, perché ciò che è accaduto non accada più, nel futuro ma anche nel presente. E per rendersi conto che le cose - di solito - non accadono da un giorno all'altro e che le dittature si costruiscono sempre un po' per volta".
"Il Partito Democratico di Sarzana non vuole quindi limitarsi a pronunciare parole rituali, di circostanza, parole che chiunque potrebbe ripetere magari dissimulando la propria indifferenza o addirittura il proprio fastidio. Lo sterminio del Popolo ebraico fu deciso a tavolino nel gennaio del 1942, ma non sarebbe stato possibile senza il Mein Kampf e le leggi di Norimberga che più di dieci anni prima educavano all'odio contro gli Ebrei. Qualche volta invece le cose compaiono da un giorno all'altro o in pochi mesi, come le leggi razziali, che nel 1938 - da noi - colpirono Ebrei cittadini italiani da secoli ma anche migliaia di Ebrei stranieri, che avevano trovato rifugio in Italia dalle persecuzioni hitleriane iniziate in Germania nel 1933".

"Due anni fa - prosegue il gruppo sarzanese - Liliana Segre fu attaccata per aver paragonato la Shoah all'odierna situazione dei migranti. In realtà aveva soltanto espresso comprensione e pietà per la sorte di persone in balia, senza colpa, di eventi epocali, dicendo "anch'io sono stata clandestina". Le leggi razziali infatti fecero ciò che in epoca recente ha realizzato il 'decreto sicurezza': qualcuno che aveva dei diritti (di asilo, di residenza) da un giorno all'altro non li ebbe più. Abolita la protezione umanitaria gli Ebrei rifugiatisi in Italia per sfuggire alle persecuzioni hitleriane vennero trasformati per legge in clandestini da perseguitare. Anche per questo ricordiamo l’Anniversario della Liberazione del campo di sterminio di Auschwitz - Birkenau: perché - come ha detto Papa Francesco - ciascuno dica 'mai più'".

Mercoledì 27 Gennaio una rappresentanza dei militanti del Partito Democratico deporrà un mazzo di fiori presso la targa di via XXVII Gennaio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia
















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News