Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 19 Febbraio - ore 21.31

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Parco: scintille Costa-Michelucci. Lerici cerca l'intesa last minute

Il consigliere Pd: "Attaccati i sindaci". Il leader di Liguria popolare: "Non ha argomenti". Intanto i lericini vanno a caccia di una posizione unanime, limando la vis polemica.

Il sindaco Paoletti a Genova
Parco: scintille Costa-Michelucci. Lerici cerca l'intesa last minute

Sarzana - Val di Magra - Si erano ripromesse di trovare una posizione comune sul futuro del Parco di Montemarcello Magra, ma la maggioranza e l'opposizione lericine in questi mesi non ce l'hanno fatta. Di fatto naufragato il percorso in commissione che avrebbe dovuto condurre alla proverbiale quadra. Ma nulla è perduto: venerdì prossimo, mezz'ora prima del consiglio comunale dal quale dovrà uscire un pronunciamento sulle sorti dell'ente di tutela ambientale, maggioranza e minoranze si confronteranno un'ultima volta per provare a mettere nero su bianco un documento comune, che prenda spunto dai due documenti di parte presentati mesi fa. Entrambi 'riformisti', ma con toni e premesse ben diversi(QUI).

Oggi in commissione capigruppo non è mancato un po' di malumore da parte della minoranza. I consiglieri De Luca, Fresco e Ornati hanno infatti sottolineato come poche ore prima della commissione – che aveva all'ordine del giorno anche il confronto sul Parco – il sindaco Paoletti fosse andato in Regione per essere audito in Commissione Ambiente e Territorio sul futuro dell'ente stesso e sulla proposta di legge del consigliere Costa che, com'è noto, mira all'abolizione del Parco. “Sicuramente di questa convocazione in Regione sapevate da tempo. La commissione andava fatta prima che il sindaco andasse a Genova. Dove magari ha letto la sola posizione e la mozione della maggioranza”, hanno lamentato i capigruppo di opposizione. In ogni caso, si è trovato, se non una posizione unanime, il terreno su cui provare a elaborarla venerdì prima del consiglio: cioè depurare i due documenti di parte dalle parti più politiche (ad esempio la 'denuncia' del fallimento del Parco per quanto riguarda la maggioranza e, per l'opposizione, una corposa serie di indirizzi politici per il futuro) concentrando le energie sulla necessità di una riforma degli organi di governo che dia voce stabile e autorevole a Lerici, che in area Parco ha il 70 per cento del suo territorio, più di ogni altro comune.

E a margine della Commissione Ambiente e Territorio non sono mancate le scintille. “Il consigliere regionale Costa – ha attaccato il vicecapogruppo regionale Pd Juri Michelucci - ritiri la sua proposta di legge per l’abolizione del Parco di Montemarcello Magra e Vara. Solo così si potrà avviare un confronto serio per migliorare l’efficienza dell’Ente e partire con una sua riforma vera e concreta. Costa, in questi lunghi mesi, sta facendo perdere tempo e denaro alle istituzioni, obbligandole a una discussione sbagliata. Oggi il consigliere del centrodestra ha attaccato i sindaci che non erano presenti all’audizione in Commissione prevista per questa stamattina. Potevano avere impegni istituzionali, impegni legati al post maltempo dei giorni scorsi e, a ogni modo, tanti Comuni di schieramenti diversi hanno già detto pubblicamente no all’abolizione del Parco di Montemarcello. Inoltre il consigliere fa finta di non accorgersi che quasi tutti parlano di parco da riformare e non da abolire. Ciò è confermato dalla proposta di riforma del parco che il sindaco di Lerici ha presentato con delibera e che oggi è in discussione in commissione a Lerici”. La delibera è la mozione della maggioranza, l'unica ufficialmente in discussione al consiglio di venerdì prossimo. Testo che la minoranza lericina vorrebbe appunto ibridare significativamente con le proprie ragioni.

Non si è fatta attendere la replica a Michelucci da parte del menzionato consigliere Andrea Costa. “Sono sconcertato dalle affermazioni rilasciate dal consigliere Michelucci che ritengo del tutto infondate e offensive nei miei confronti e su cui mi riservo di compiere i passi adeguati. Al termine della seduta – spiega l'esponente di Liguria popolare - mi sono complimentato con i rappresentanti istituzionali che sono intervenuti e non mi sono certo permesso, come del resto non è nel mio costume, di attaccare i sindaci che non erano presenti”.
Costa ribadisce la propria convinzione sulla “inutilità del parco ma sono disponibile al dialogo e al confronto con chi non la pensa come me perché politica significa dialogo e non scontro. Il dibattito e il confronto – aggiunge - non sono perdite di tempo, e meno che mai di denaro, ma sono il sale della democrazia”.

Costa prosegue rilevando in Michelucci “una contraddizione. Adesso anche il consigliere del Pd ammette che l’efficienza del parco vada migliorata ed è stato proprio il dibattito sulla mia iniziativa, evidentemente, a spingere il consigliere a rivedere le proprie posizioni. Michelucci, visto che è a corto di argomenti, ribatte con accuse di basso profilo rivolte a chi non condivide le sue posizioni, ma è un atteggiamento che non mi stupisce da chi non ha argomenti adeguati con cui controbattere”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia




























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News