Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 19 Settembre - ore 09.15

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Palladino: "Hanno fatto ora una riunione dopo mesi che la chiedevo"

La consigliera di Luni ha lasciato la maggioranza per aderire al movimento appena creato da Toti.

IL CASO DEL GIORNO
Palladino: "Hanno fatto ora una riunione dopo mesi che la chiedevo"

Sarzana - Val di Magra - "Leggo divertita i giornali di oggi, e mi scopro sinceramente felice e orgogliosa che la mia uscita dalla maggioranza abbia già prodotto un risultato: una riunione di maggioranza, attesa e richiesta da mesi. Finalmente uno scossone, un sasso nello stagno immobile di una maggioranza autoreferenziale e che non sente il bisogno di confrontarsi con energie diverse! Eppure l’avevo chiesta a gran voce, questa riunione in tutti gli scorsi mesi ottenuta soltanto una volta: è così che ho preso il coraggio di separarmi da ciò che non vuole cambiare". La consigliera del Comune di Luni Orsola Palladino ha lasciato la maggioranza consiliare per aderire al movimento appena creato da Toti, passando così ai banchi della minoranza. E oggi, dopo i commenti, tocca proprio a lei tornare sull'argomento: "Evidentemente perdere una casella nello scacchiere della politica è più importante rispetto a parlare e confrontarsi di futuro, turismo, cultura, commercio, difesa del suolo e tanti altri temi che interessano una città, ben più dei posizionamenti politici interni- Consiglierei agli amici che hanno deciso improvvisamente di spendere tanto tempo per riunirsi e mandare comunicati sulla mia persona un ripassino di diritto costituzionale: un consigliere comunale, eletto dai suoi cittadini, risponde a loro e alla coerenza del suo mandato rispetto a quanto proposto in campagna elettorale".

E ancora: "Non risponde al Partito democratico, ai suoi consessi o a sue correnti interne: specie se è stato eletto in una lista civica. Non ho nulla da chiedere alla politica, oltre allo sforzo e alla speranza di cambiare le cose in meglio. Per questo ho deciso di lasciare la maggioranza e guardare a modelli diversi, nell’interesse della mia città: non è un diritto ma un dovere di un consigliere comunale, se osserva che le cose non funzionano. Decideranno poi gli elettori e nessun altro sulla bontà della mia scelta. In bocca al lupo alla giunta e al consiglio comunale di Luni: darò il mio contributo. E mi pare di capire da oggi, sarò finalmente ascoltata".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia




























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News