Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 18 Settembre - ore 10.15

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Oss a Sansa: "Nell'emergenza ci siamo pagate anche i test, ora rischiamo il posto"

Il candidato alla presidenza della Regione ha ascoltato le istanze delle lavoratrici.

visita al san bartolomeo

Sarzana - Val di Magra - A marigine della sua visita odierna al San Bartolomeo di Sarzana, il candidato alla presidenza della Regione Sansa ha incontrato questa mattina anche una delegazione delle Oss di Coopservice che da tempo chiedono garanzie per il proprio futuro lavorativo. “Questo è un altro esempio di come funziona la sanità di Toti in Liguria e a Sarzana – ha affermato l'esponente del centrosinistra – ci sono circa 150 oss che lavorano con un privato per sette euro e cinquanta all'ora e che durante l'emergenza Covid hanno anche dovuto farsi il tampone a spese proprie ed erano nei reparti in prima linea”.

“Lavoro per Coopservice da 18 anni – ha spiegato Tiziana Martorana – e sono sempre stata sotto ASL 5. Per tantissimi anni abbiamo avuto un contratto di multiservizio e invece facevamo le oss a tutti gli effetti. Durante l'emergenza Covid siamo stati sempre presenti, io sono stata una di quelle asintomatiche quindi sempre “al fronte” e nessuno ci ha mai fatto un tampone. Ho scoperto di essere stata positiva solo dopo aver fatto il sierologico che ho pagato di tasca mia. Nonostante tutto non siamo considerati, siamo a fine appalto e rischiamo il posto di lavoro. Ci siamo rivolti a tutti: sindacati, Governo e Regione, Toti ci ha risposto dicendo di andare ad accamparci nelle sedi della sinistra ma questa non mi è sembrata una risposta adatta visto che parliamo di 150 famiglie. Non ci meritiamo tutto questo”.

“Tutto il comparto oss di Asl5 è stato esternalizzato dalla giunta Biasotti di centrodestra – ha concluso Francesco Battistini, candidato nella lista con Sansa – queste 158 persone lavorano per tutta la comunità da oltre vent'anni e meritano assolutamente di essere reinternalizzate. Non devono perdere posto di lavoro e ci batteremo con tutte le forze affinché non vengano lasciate a casa ma anzi vengano messe nelle migliori condizioni per dare il supporto necessario ai nostri malati come sanno fare ottimamente”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia
















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News