Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 25 Novembre - ore 19.23

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Opposizione lascia le commissioni: "Non c'è trasparenza"

I consiglieri hanno abbandonato la seduta odierna: "Da mesi chiediamo che vengano pubblicate le registrazioni, basta caricare i video su Youtube". La maggioranza: "Protesta strumentale e poco utile".

protesta a sarzana
Opposizione lascia le commissioni: "Non c'è trasparenza"

Sarzana - Val di Magra - Gli esponenti dell'opposizione hanno abbandonato polemicamente la seduta delle commissioni consiliari bilanci e territorio che si sono tenute nel primo pomeriggio. Motivo della protesta – avviata da Casini e sostenuta dagli altri colleghi – è stata la mancata pubblicazione delle riunioni degli ultimi otto mesi che a causa dell'emergenza Covid si sono svolte in via telematica. La capogruppo di Siamo Sarzana ha infatti ricordato come la richiesta sia stata ripetuta più volte, prima in via informale e poi tramite Pec, al segretario e al presidente Rampi il quale nel consiglio comunale di metà ottobre aveva assicurato che la questione si sarebbe risolta a breve. Ad oggi però al contrario del consiglio che viene puntualmente trasmesso in diretta su Youtube – dove i video sono consultabili anche in un secondo momento – le commissioni non possono essere seguite e i verbali delle stesse vengono pubblicati molto raramente (come accadeva con la precedente amministrazione) nella sezione dedicata sul sito del Comune dove addirittura non vi è traccia di quelli delle commissioni Bilancio e Servizi alla persona. (QUI)

“In otto mesi non abbiamo ancora visto un video o una registrazione – ha detto Casini – quando invece si potrebbero caricare su Youtube senza costi aggiuntivi. Ho chiesto più volte che venissero rese pubbliche le sedute come prevede il regolamento perché così sta venendo meno il principio di trasparenza. Abbiamo trattato anche temi come il problema del commercio o le antenne 5G che anche i cittadini avrebbero voluto ascoltare ma non ne hanno avuto possibilità. Questo non è corretto perché anche in altri comuni come ad esempio Spezia tutte le commissioni sono pubbliche e accessibili. Le sedute a porte chiuse vanno in deroga al regolamento, serve un impegno di trasparenza e informazione”. “L'amministrazione ha speso quindicimila euro per farsi pubblicità sui social e non riesce a mettere le registrazioni su Youtube – ha attaccato Mione - se non ci riuscite arrendetevi, o siete incapaci oppure in malafede. Noi non vogliamo bloccare i lavori del consiglio comunale ma sensibilizzare i cittadini e tutti gli interessati su un problema vivo e reale. Non siamo contenti di essere arrivati al punto di abbandonare ma così non si può andare avanti e Beatrice ha fatto bene a scegliere una seduta in cui c'erano all'ordine del giorno cose non fondamentali”.

Stessa posizione anche per Lorenzini che ha osservato: “Anche la formula della registrazione postuma è una forzatura del regolamento che presuppone che le sedute si possano vedere live ma la violazione diventa palese perché non si possono vedere video nemmeno dopo. L'arco temporale è stato ampio ma non è arrivata alcuna risposta”. Respingendo l'accusa di ostruzionismo fatta da Rampi, Raschi ha invece commentato: “Inserire i video su Youtube è un gesto rapido, semplice e a costo zero. Non vogliamo bloccare i lavoro ma solo che venga rispettato il regolamento”. Quindi Mazzanti che ha stigmatizzato “un modo di procedere poco limpido e poco democratico, non un problema di capacità ma di impegno da parte dell'Amministrazione”.

“Tutte le sedute vengono registrate – ha replicato il presidente del consiglio Rampi - e abbiamo già chiesto ai tecnici di trovare spazio su Youtube o sul sito del Comune per la loro pubblicazione. Non c'è nessuna volontà di non renderle pubbliche, inoltre non c'è un problema di regolarità perché i verbali vengono pubblicati regolarmente. Quella dell'opposizione mi sembra una posizione alquanto pregiudiziale che non tiene conto della complessità del momento, né delle limitate risorse umane ed economiche dell'Amministrazione. La presidenza sta sollecitando la risoluzione del problema e gli uffici stanno lavorando per pubblicare i video”.
“Il tema c'è ma la cosa è stata fatta più grossa di quello che è visto che ci sono i verbali” ha sottolineato Luca Ponzanelli mentre Maggiari ha escluso alcuna violazione delle pratiche o della trasparenza “perché tutti gli argomenti delle commissioni vengono poi affrontati in Consiglio comunale e si possono vedere su Youtube”.
“Questi file sono pesanti e non è così semplice caricarli – ha concluso Pizzuto - la protesta dell'opposizione è strumentale e poco utile ai bisogni della città in una fase come questa. Intralciano i lavoro e le potenziali decisioni delle due commissioni”.
Entrambe le commissioni sono poi proseguite senza i consiglieri di opposizione con la trattazione dei due punti all'ordine del giorno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia
















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News