Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 22 Febbraio - ore 21.15

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Non solo ponte Ceparana, ma un impegno per ripensare la viabilità

Un ordine del giorno approvato all'unanimità in consiglio regionale porterà all'istituzione di un doppio tavolo di confronto. Battistini: "Efficienza e ambiente". De Paoli: "La bretella s'ha da fare". E Aulla non molla sulla Cisa.

strade spezzine
Non solo ponte Ceparana, ma un impegno per ripensare la viabilità

Sarzana - Val di Magra - “La situazione infrastrutturale viaria della Provincia della Spezia risulta, specie negli ultimi anni, al collasso dal punto di vista del traffico poiché l’area ha una conformazione oroidrografica sicuramente complessa tipicamente ligure aggravata, inoltre, dalle attuali infrastrutture che necessitano sicuramente di un potenziamento, di una ridefinizione e di una nuova organizzazione complessiva”. Questo il franco esordio dell'ordine del giorno approvato ieri all'unanimità dal consiglio regionale ligure. Un documento presentato dal consigliere regionale spezzino Francesco Battistini e sottoscritto dal collega di gruppo (Rete a sinistra – Liberamente Liguria) Giovanni Pastorino nonché dalla senatrice Stefania Pucciarelli e dalla capogruppo del Movimento cinque stelle Alice Salvatore.

“L’obiettivo che mi sono prefissato – afferma Battistini è traguardare un percorso che porti ad affrontare e risolvere alcuni nodi strategici per il territorio spezzino. Dal tema del raddoppio della Pontremolese, allo spostamento del traffico del porto su rotaia. Dal metodo per cercare di sfruttare di più, e meglio, l’asse autostradale che da Genova conduce in Toscana fino alle soluzioni per aggredire la pesante saturazione veicolare presente sulla Statale della Cisa. A tal proposito, grazie al nostro documento, la Regione dovrà attivare, nei prossimi mesi, due tavoli: uno istituzionale e uno tecnico. Nel tavolo istituzionale dovranno sedere tutti gli Enti coinvolti a iniziare dalla Provincia della Spezia e dai Comuni. Il tavolo tecnico, invece, sarà suddiviso in due sezioni: una specifica per il trasporto su gomma, l’altra per il traffico su rotaia. Anas, Rfi e Salt dovranno sedere assieme sotto un’unica cabina di regia che comprenderà le sigle sindacali e le associazioni di categoria. Un punto importante, presente nell’impegnativa, è dedicato al coinvolgimento e alla partecipazione di comitati, associazioni e singoli cittadini”

Per il consigliere regionale l'odg approvato ieri “è molto importante perché riguarda sia il tema del trasporto e dei collegamenti sia la questione ambientale. Sempre con più frequenza si parla, infatti, di qualità dell’aria in correlazione alle polveri sottili causate dall’eccessivo traffico e dalle lunghe colonne d’auto. La Cisa, per esempio, specie in alcune ore della giornata, scorre con molta fatica; il nodo della bassa Val di Vara e delle aree produttive di Follo e Bolano tra Ripa, l'ipotesi di una bretella Ceparana-Santo Stefano e del ponte di Albiano è da sciogliere velocemente e una volta per tutte. Inoltre l’accesso al principale varco portuale presenta delle criticità tali da affrontare anche per mettere in sicurezza la circolazione sul raccordo verso Spezia. In tutto ciò l’autostrada risulta poco utilizzata e potrebbe invece, con un sistema di agevolazioni e un patto tra Enti e concessionario, funzionare come una sorta di tangenziale tra la Val di Vara, la Val di Magra, La Spezia e Carrara, anche in relazione al fatto che oggi quando si parla di portualità spezzina si deve tenere assieme il porto del nostro Golfo con quello della capitale del marmo”.

“Esiste, poi il tema ultradecennale del trasporto ferroviario – conclude l'ex pentastellato -. Il raddoppio della Pontremolese sul corridoio Tirreno-Brennero è fondamentale per collegare il secondo porto d’Italia, La Spezia, all’Europa e va traguardato. La Regione, grazie al nostro Ordine del Giorno, ha un’occasione importante che le consentirà di diventare protagonista di una partita oggi più che mai fondamentale. Siamo fieri di aver messo tutti d’accordo e aver incassato il voto unanime di tutte le forze politiche. Ora attendiamo che la Giunta proceda con urgenza”.

Nel dibattito post approvazione si inserisce un altro consigliere regionale spezzino, il leghista Giovanni De Paoli. Che rilancia la sua posizione pro ponte Santo Stefano-Ceparana: “Diamo più servizi al territorio – scrive il consigliere della Val di Vara, che deve svilupparsi per i nostri cittadini. La bretella Santo Stefano Magra-Ceparana s’ha da fare. Oggi il Consiglio regionale, infatti, ha approvato all’unanimità un ordine del giorno che annulla la sospensione temporanea dell’iter di discussione e di votazione della proposta di deliberazione sulla modifica delle norme di attuazione del Piano del Parco di Montemarcello Magra Vara. Tutto ciò in attesa di approfondire la questione ed elaborare quindi un progetto di viabilità complessiva sull’intera provincia spezzina. Inoltre, è stato deciso di aprire uno specifico tavolo di lavoro che metta al centro la questione della viabilità e delle relative infrastrutture che insistono sul territorio. Ringrazio l’assessore regionale Stefano Mai per avere dato parere favorevole alla modifica dell’ordine del giorno”.

E a proposito di viabilità, prosegue l'impegno dell'amministrazione comunale di Aulla per tentare di venire a capo del problema legato alla già abbondantemente menzionata Via Cisa tra Aulla, appunto, e la frazione di Caprigliola, al confine con Santo Stefano. Ieri si è tenuto un altro incontro con i dirigenti dell'Anas. Presenti il sindaco Roberto Valettini, il vicesindaco Roberto Cipriani, gli assessori Mariotti e Moretti. “Nel corso dell'incontro il primo cittadino ha sollecitato la soluzione, oltre che del problema già conosciuto, anche della rotonda di Caprigliola e la necessità di affrontare la viabilità in ingresso e in uscita dal centro abitato del capoluogo. Al fine di dare concretezza e celerità al lavoro, le parti si sono date appuntamento per lunedì 14 gennaio per esaminare i progetti delle rotonde e della viabilità”, si legge nella nota diffusa dal Palazzo civico aullese.

Tanti elementi di un complesso puzzle comunicante e la volontà politica di sbrogliare una matassa su cui la politica si interroga da decenni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia




























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News