Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 11 Dicembre - ore 16.09

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Mione: "San Bartolomeo in situazioni critiche, le sterili passerelle non servono"

Mione: "San Bartolomeo in situazioni critiche, le sterili passerelle non servono"

Sarzana - Val di Magra - Lunedì scorso, grazie a Francesco Battistini, sono potuto entrare al San Bartolomeo per rendermi conto delle criticità del nostro ospedale. C’è poco da girarci intorno: la struttura è nuova e potrebbe garantire livelli di accoglienza del paziente nettamente superiori a qualunque altra struttura della provincia.
Peccato che, mentre il Sant’Andrea della Spezia è ormai saturo, e i reparti sono stipati in edifici fatiscenti, a Sarzana l’ospedale sia sottoutilizzato. La prima vergogna è quella che si vede ancor prima di entrare in ospedale.
Aver privatizzato i parcheggi affidandoli in appalto a una ditta esterna è una cosa aberrante. A fronte di un disagio enorme, e di un esborso importante per chi si reca all’ospedale, la ASL5 guadagna appena il 16% dell’introito lasciando alla ditta appaltatrice il resto dell’incasso. All’interno la situazione è però ben peggiore. Il Day Hospital oncologico, per esempio, è una criticità da risolvere immediatamente. Dopo 15 anni Battistini è riuscito a riaprire questo importante servizio per la Val di Magra. È stato persino realizzato un ambiente ampio e idoneo a ospitare i pazienti ma, dopo aver speso parecchi denari pubblici, quelle stanze sono rimaste colpevolmente chiuse.
Si preferisce costringere i malati a curarsi in una stanzetta angusta all’ultimo piano, con poca privacy ma, quel che è più grave, senza poter operare in sicurezza perché manovrare il carrello delle emergenze è molto complicato e perché mancano le prese per i gas medicali che nei nuovi locali, invece, sarebbero presenti sopra ogni postazione.
I pazienti sono dunque stipati, mentre il nuovo Day Hospital oncologico è abbandonato, come del resto lo è il salone per la dialisi.

Anch’esso pronto dallo scorso estate e ancora chiuso senza alcuna motivazione. Un reparto costato circa 500mila euro, che consentirebbe di raddoppiare i pazienti presi in carico e di evitare i paventati turni di notte, e tenuto ancora sigillato. Al piano terra, il Don Gnocchi è ormai ridotto a un degradato ripostiglio con tutta l’attrezzatura per la riabilitazione pronta, e purtroppo, da buttare, visto com’è stata mal conservata. Non è possibile aver permesso che il nostro Ospedale sia in queste condizioni. Il Sindaco avrebbe dovuto intervenire con energia chiedendone conto alla ASL e alla Regione. Invece abbiamo assistito ad un inaccettabile silenzio. Se venissi eletto Sindaco, non farò sterili passerelle, ma con la fascia tricolore pretenderò la garanzia che i diritti dei pazienti vengano rispettati e che i soldi dei cittadini vengano spesi bene, anche e soprattutto in Sanità.

Paolo Mione, candidato sindaco Sarzana per Sarzana

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia





Quanto spenderete per i regali di Natale?



























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News