Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 18 Gennaio - ore 19.27

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Maggioranza per le isole zonali, opposizione: "Differenziata non cresce"

Il consiglio comunale di Sarzana interrotto il 31 dicembre si è concluso oggi con l'approvazione del piano economico per la Tari. Differenziata avanti di un punto percentuale fra 2018 e 2019.

"non si è fatto nulla per le discariche"
Maggioranza per le isole zonali, opposizione: "Differenziata non cresce"

Sarzana - Val di Magra - E' proseguito e si è concluso oggi con l'approvazione del Pef – piano economico finanziario – della Tari 2020, il Consiglio comunale di Sarzana sospeso lo scorso 31 dicembre su richiesta dell'opposizione che aveva lamentato tempi troppo stretti per l'analisi dei documenti (QUI). Dopo il passaggio in Commissione bilancio oggi la pratica è dunque tornata all'ordine del giorno con l'approvazione finale grazie ai dieci favorevoli della maggioranza mentre i sei esponenti dell'opposizione si sono astenuti, sollevando anche alcun rilievi relativi al tema dei rifiuti.

“Mentre altri comuni fanno passi avanti – ha criticato Lorenzini (Pd) – qui non si ha la sensazione di un trend di crescita. Siamo praticamente fermi alla solita percentuale della differenziata da troppo tempo (66% nel 2018 e 67% nel 2019) non si fanno sanzioni a chi abbandona rifiuti e non è prevista formazione sui cittadini, inoltre da un anno e mezzo leggiamo dichiarazioni sulle isole zonali ma l'impressione che l'amministrazione ci stia pensando un po' troppo”. “In due anni la differenziata è cresciuta di un punto – ha proseguito Casini (Siamo Sarzana) – un risultato di cui non potete certo andare fieri. Sulle isole zonali a inizio 2020 avevo chiesto il costo dell'operazione all'assessore Italiani visto che inizialmente si era detto che sarebbero state a costo zero invece costeranno 147mila euro. Sarebbero dovute partire a settembre (tre nel centro storico, 6 in periferia, e una ecoisola a Falcinello) e dovreste fare chiarezza perché si rischia di tornare ai tempi dei sacchetti e senza riduzione di costi. Vi siete 'venduti' la riduzione della quota variabile del 25% sulla Tari come cosa vostra ma in realtà è un obbligo di legge, così come avete fatto con i fondi 112mila euro per il commercio che sono invece “maggiori entrate” date dal Governo per fronteggiare la pandemia”.
Punto ribadito anche da Raschi (Italia Viva): “Non è vero che le isole zonali non determineranno un costo superiore inoltre non c'è da vantarsi troppo se la tariffa Tari è rimasta immutata perché nel 2021 aumenterà dell'1,26%. Inoltre non è stato fatto nulla per contrastare le discariche abusive”. In merito all'abbandono di rifiuti Giorgi (M5S) ha sottolineato: “Da due anni chiedo che vengano sanzionati i responsabili ma non avete ancora fatto nulla e ci sono zone di Sarzana con discariche perenni. Cosa aspettate a mettere sistemi di videosorveglianza? Le isole zonali non saranno una soluzione”. “Si rischia di avere discariche a cielo aperto – ha evidenziato Castagna (Pd) – a Falcinello l'area ha una maniglia rotta da due anni e nessuno l'ha più sostituita. L'aumento dell'1% sulla differenziata è da stigmatizzare negativamente mentre sulle isole zonali sembrano esserci vedute molto differenti all'interno della maggioranza”.

Maggioranza che con Luca Ponzanelli (Cambiamo) ha osservato: “Nel centro storico le isole zonali possono portare miglioramenti di decoro e comodità. La loro introduzione andrebbe a incrementare l'investimento ma a diminuire i costi operativi per l'impiego di personale e risorse. L'esperienza di Spezia ha dato buoni risultati anche sotto questo profilo. L'obiettivo – ha aggiunto – resta sempre quello di limitare l'aumento progressivo della Tari migliorando l'efficienza dei servizi. La buona notizia è che non si parla di aumenti tariffari ma di benefici prospettabili per i cittadini”. “Le isole zonali rimangono un obiettivo di questa amministrazione – ha precisato Rampi (FdI) ma è evidente che in un momento di incertezza, anche sui possibili risultati, andranno fatte valutazioni con l'ente gestore per il passaggio. Tutto verrà fatto nell'interesse della cittadinanza valutando i benefici immediati. Quanto alla Tari – ha proseguito – quest'anno vi sarà una riduzione totale di circa 300mila euro. Non siamo più ai tempi di Acam quando le amministrazioni comunali partecipavano in maniera totalitaria al capitale e in modo sguaiatamente partitico ad un'amministrazione di sinistra che ha utilizzato l'azienda come risorsa per ogni iniziativa”. “Ben vangano – ha detto Precetti (Sarzana Popolare) - le isole zonali che possono dare una spinta per aumentare la percentuale di raccolta che possiamo migliorare con uno strumento innovativo e funzionale sperando di arrivare alla tariffa puntuale. È ovvio che serviranno maggiori controlli”. “Le isole zonali – ha affermato Pizzuto (FdI) - consentiranno di eliminare il problema del deposito dei sacchetti davanti alle porte delle case che in estate ci hanno fatto assistere a scemi che non rendono onore alla bellezza del nostro centro storico. L'aumento sulla Tari è stato contenuto, non dobbiamo dimenticare il debito pregresso con Acam che ci portiamo dietro”.
Presentando la pratica in apertura l'assessore al bilancio Baroni ha spiegato come inizialmente l'ente gestore avesse presentato un Pef che prevedeva un aumento del 5% rispetto ai costi consuntivi del 2018. “Dopo la trattativa – ha ricordato – è stato ridotto all'1,6%. Attualmente il nostro piano economico finanziario ha una cifra complessiva di cinque milioni e 970mila euro a cui si aggiungono 70mila euro per servizi “fuori perimetro” per la manutenzione del verde urbano mentre l'iva indetraibile si attesta sui 600mila euro”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia
















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News