Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 01 Giugno - ore 16.18

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Lorenzini: "Liquidità dal governo ma mondo bancario deve fare seriamente la sua parte"

consigliere pd sarzanese
Lorenzini: "Liquidità dal governo ma mondo bancario deve fare seriamente la sua parte"

Sarzana - Val di Magra - Nell’ambito dei variegati e molteplici provvedimenti che il Governo italiano ha inteso adottare, nella particolare congiuntura economico-sociale determinatasi a seguito dell’emergenza epidemiologica da Covid-19, di particolare valenza appare la possibilità per le piccole-medie imprese ed i lavoratori autonomi di accedere a finanziamenti bancari agevolati. "L’ammontare massimo erogabile ed i termini di restituzione delle somme sono oggi passati, grazie al lavoro del PD in Commissioni Finanze ed Attività produttive, rispettivamente, da 25.000 a 30.000€, e da 6 a 10 anni. Allungato anche il pre-ammortamento che passa da 2 a 3 anni. Elemento qualificate di tali prodotti finanziari resta la presenza di una garanzia statale del 100% che opera in maniera automatica e senza valutazione da parte del Fondo di garanzia per le PMI" - spiega Damiano Lorenzini, Consigliere comunale PD Sarzana.

"Ciò promesso, appare evidente - continua Lorenzini - toccando con mano la quotidianità di chi assiste le imprese, che gli istituti bancari si stiano muovendo in modo estremamente disomogeneo nell’erogazione di dette somme. Da una parte, istituti di credito che si limitano, correttamente, ad un riscontro formale della documentazione prevista ed hanno già erogato le somme, alcuni anche piuttosto celermente. Dall’altra, istituti che effettuando una valutazione del merito di creditizio prima di procedere con l’erogazione non fanno che allungare i tempi di erogazione. Non sembra pertanto audace evocare, toccando con mano le realtà operativa, veri e propri ritardi pretestuosi o i dinieghi immotivati da parti di alcuni istituti di credito, i quali, addirittura, giungono persino a proporre strumenti finanziari alternativi, naturalmente a condizioni economiche peggiorative per la clientela. Appare evidente come lo scopo dell’intervento fosse iniettare prontamente liquidità nel sistema economico con istruttorie bancarie snelle, forti di una garanzia statale totale sulle somme erogate. La realtà operativa dice altro e senza un cambio di passo, anche da parte del mondo bancario, dovremmo purtroppo aggiornare le statistiche delle famiglie e delle imprese sconfitte da quest’emergenza sanitaria divenuta inesorabilmente emergenza sociale ed economica".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia
















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News