Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 18 Settembre - ore 21.25

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Lista Pertini incontra i cittadini per parlare di commercio e artigianato

Lista Pertini incontra i cittadini per parlare di commercio e artigianato

Sarzana - Val di Magra - Dopo il grande successo di partecipazione realizzato nell’incontro dedicato alle proposte per il mondo dei giovani, la Lista Pertini propone un incontro con commercianti e artigiani per esaminare i problemi della categoria e discutere sulle proposte per cercare un rilancio commerciale e produttivo di Sarzana.
A Sarzana il piccolo commercio, particolarmente nell’area del centro storico soffre innegabilmente per una crisi feroce. Molti negozianti fanno fatica a sostenere la propria attività e le famiglie compiono importanti sacrifici per riuscire a reggere. Le cause? Sono tante e vanno analizzate con attenzione, per poter individuare correttamente le possibili soluzioni. Alcune sono generali come la più lunga crisi economica che ha colpito l’economia mondiale nella sua storia recente, altre sono più tipicamente italiane come l’alto costo del lavoro e il contraddittorio basso livello dei salari, che non producono sufficiente massa circolante e quindi si scaricano sugli acquisti. Poi c’è la stretta del credito da parte delle banche, che rende difficili gli investimenti, il costo degli affitti che a Sarzana risulta troppo alto rispetto ad altre realtà anche più grandi. La concorrenza crescente del mercato on line viene troppo spesso sottovalutata e da taluni ignorantemente irrisa, eppure questo fenomeno sta facendo chiudere decine di migliaia di esercizi commerciali in tutto il mondo.

Poi ci sono i problemi più propriamente sarzanesi come un eccessivo squilibrio tra media e grande distribuzione e piccolo commercio al dettaglio. A Sarzana il rapporto tra superfici di vendita è di 70% per media e grande distribuzione e 30% per i dettaglianti e risulta evidentemente squilibrato. Altro problema è la scarsa interazione tra le varianti e il centro storico, col risultato che molte persone si fermano sulle varianti e non approcciano al centro storico. La stessa capacità di attrazione di alcune grandi strutture, che, sino ad alcuni anni fa, attraevano acquirenti su un’area molto vasta, riversandone poi una quota anche sul centro storico cittadino, è progressivamente scomparsa a causa delle aperture di nuovi grandi centri in comuni vicini. A ciò si aggiunga la dequalificazione del tasso medio dell’offerta commerciale, nonostante le lodevoli eccezioni di chi si sforza di tenere alta la bandiera della qualità. Una gestione eccessivamente onerosa dei parcheggi a pagamento e la mancanza di un grande parcheggio sotterraneo nelle prossimità del centro che assicuri la certezza di trovare un posto parcheggio a qualsiasi ora. La perdita di funzioni della città (Ospedale, Tribunale, INAIL, Camera di Commercio, ACAM, ENEL, Agenzia delle entrate, ridimensionamento dell’ufficio INPS e ridimensionamento e dequalificazione della stazione ferroviaria) hanno determinato la caduta di un flusso costante di persone che in queste realtà lavoravano o che venivano per lavoro o per obbligo quotidianamente a Sarzana dai comuni vicini per recarsi in quegli uffici o servizi.

CHE FARE? Fatta una corretta diagnosi, occorre individuare la terapia. Domani, mercoledì sera si discuterà di questo.
In meno di un anno, si è visto un salto di qualità e un cambio di passo. Si è iniziato un difficile lavoro per cercare di qualificare la soffitta nella strada, si è finalmente approvato il PIANO DEL COMMERCIO e il collegato Piano del Marketing. Sono arrivati eventi nuovi e importanti, tra i quali primeggia la fortunata mostra di WARHOL, altri sono stati messi in cantiere. Per la prima volta si è cominciato a ragionare professionalmente sullo sviluppo turistico. Nel tentativo di iniziare un processo di riqualificazione e valorizzazione del tessuto commerciale e artigianale si è dato vita al programma delle “BOTTEGHE STORICHE” e delle “ECCELLENZE DELL’ARTIGIANATO ARTISTICO”. Ora parte il bando per l’insediamento di qualificanti attività dell’artigianato artistico nel centro storico. Si è creato un elenco delle tipicità locali. L’Impavidi riaperto e con un bellissimo cartellone può dare molto alla qualità del centro storico sarzanese.
Altre cose restano da fare. La riunione di MERCOLEDI 21 alle ore 21 si propone di ascoltare i problemi delle categorie e, insieme, di individuare delle soluzioni, che diventino impegni concreti e da realizzarsi in tempi prefissati nella nuova legislatura.

Nicola Caprioni
coordinatore Lista Pertini

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia




























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News