Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 25 Novembre - ore 19.23

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

La richiesta: "Una commissione speciale sui temi ambientali"

Ordine del giorno del consigliere santostefanese Angelo Zangani. Che protesta: "Nessuna informazione ai consiglieri sulla ex cava della Brina".

Ex vaccari, rifiuti, fognature

Sarzana - Val di Magra - Una commissione speciale sull'ambiente. Ne chiede la costituzione il consigliere comunale santostefanese Angelo Zangani (gruppo misto), che a questo fine ha presentato apposito ordine del giorno che mette sul tavolo vari temi legati all'ambiente: raccolta differenziata, ex Vaccari, ex cava della Brina, biodigestore, inquinamento acustico nella zona della stazione, fognature. Zangani ritiene la commissione uno strumento idoneo per andare a “verificare se i ritardi (nelle varie operazioni e pratiche inerenti temi ambientali, ndr) possano essere imputabili ad inadeguatezza o irresponsabilità da parte di chi ha o ha avuto incarichi gestionali”. L'esponente socialista, ex assessore all'Ambiente, afferma che il periodo oggetto d'attenzione “dovrà partire dalla Conferenza dei Servizi per lo smaltimento delle Terre della ex Ceramica Vaccari (dal 2010 ad oggi). La commissione dovrà essere composta dai rappresentanti di tutti i gruppi consiliari e potranno assistere come auditori tutti i consiglieri che vorranno compreso l’Assessore esterno (Giannarelli, con delega all'Ambiente, ndr). La presidenza dovrà essere affidata al gruppo di minoranza numericamente più rappresentativo (Santo Stefano popolare, ndr), caratterizzatosi per altro per critiche puntuali che individuavano responsabilità personali precise e quindi potrà rappresentare un'opportunità di accertare da quanto di veritiero da loro affermato”. Zangani suggerisce come limite dei lavori in 15 dicembre e non pone “nessun limite ad accertamenti, compreso il coinvolgere gli operatori esterni interessati direttamente o indirettamente ai problemi”. Nell'ordine del giorno il consigliere lamenta anche che “nessuna informazione ufficiale è pervenuta ai consigliari, ai quali compete il ruolo di indirizzo e controllo sull'attività dell'amministrazione” in merito all'iter legale sulla ex cava della Brina, in particolare sulla scelta del sindaco Paola Sisti di ricorrere al Consiglio di Stato (si veda QUI) dopo che il Tar ha accolto il ricorso della Castagna Settimo srl.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia
















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News