Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Domenica 21 Luglio - ore 21.30

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

L'idea di un Parco "interregionale" si incaglia subito in consiglio

Mozione M5S rimandata in commissione, Salvatore: "Pavidità istituzionale". Battistini e Patorino: "Schizofrenia gialloverde". " Pd: "Parco blindato". Costa non molla: "Iter per abolizione proseguirà".

Mai: "Discussione politicizzata"

Sarzana - Val di Magra - Dopo il forum promosso venerdì scorso a Sarzana da Legambiente
(QUI)
, questa mattina il tema riguardate la possibile istituzione di un parco “interregionale” Liguria-Toscana è approdato anche in consiglio regionale con la discussione della mozione presentata dalla capogruppo M5S Alice Salvatore
.
"L'assessore Mai e la maggioranza hanno deciso di rimandare in Commissione la nostra mozione – ha dichiarato -. Non ci sono parole per commentare la miopia e l'incapacità di cogliere un’occasione unica per incrementare i finanziamenti europei per la Liguria. Sarebbe stata un'opportunità unica di sviluppo sostenibile, tutela dal dissesto idrogeologico, creazione di nuova occupazione sul nostro territorio. Questa Giunta, non paga di essersi appena vista impugnare la legge sui parchi, reitera il suo comportamento anti-ecologico, retrogrado e improduttivo". "L'aver voluto rimandare la mozione in Commissione – ha rincarato Salvatore - dimostra pavidità istituzionale da parte dell'assessore Mai. Non c’è la volontà di lavorare né il coraggio di sostenere le proprie opinioni politiche - aggiunge Salvatore nella replica all'assessore -. Con le sue dichiarazioni, dimostra schizofrenia politica: non solo svilisce il lavoro fatto da Regione Toscana, ma rinnega quanto approvato dalle forze politiche toscane presenti in questa maggioranza! In soldoni: non è in grado di cogliere le indicazioni e le volontà della stessa Lega cui egli appartiene. Alla Giunta Toti piacciono solo i tappeti di plastica, come dimostra l'ultima trovata, che di verde ha solo il colore, per promuovere il 'Sentiero dei baci' del Parco di Portofino - ha dichiarato il consigliere Tosi -: quanto invece potrebbe giovare al territorio e in questo caso a un Parco che vede coinvolte due Regioni, quattro Province, due Unioni di Comuni e ben 46 Comuni non viene preso in considerazione, anzi viene visto come ostacolo. A chi giova bocciare la trasformazione del Parco regionale Montemarcello Magra in Parco Interregionale Liguria-Toscana?".

Sempre dai banchi dell'opposizione Pastorino e Battistini (Rete a Sinistra/LiberaMente Liguria) hanno sottolineato: “E' evidente la schizofrenia che contraddistingue l’accordo giallo-verde, tanto nel governo nazionale quanto, di riflesso, nelle questioni regionali della Liguria. Cortocircuito continuo: la Lega, al governo nazionale, condivide l’impugnazione della legge “Taglia-parchi” presentata in Regione Liguria proprio dalla Lega. Contemporaneamente, in regione, la Lega rigetta la mozione del M5S per favorire la costituzione di un parco interregionale Liguria-Toscana che interessa l’area del Magra. Quando l’unico passaggio non impugnato della “Taglia-parchi” è proprio quello sulla collaborazione interregionale. Sconcertante – hanno evidenziato - assistere a questo continuo balletto, in cui l’assessore Mai nega l’immediata possibilità di avviare un percorso comune con la Toscana, sconfessando, quindi, le proposte del M5S, cioè dell’alleato al governo nazionale – puntualizzano Pastorino e Battistini -.Stesso discorso vale però per i 5 Stelle, che da un lato vogliono il parco interregionale e spingono per l’impugnazione della legge “Taglia-parchi”, ma dall’altro si piegano di buon grado a un governo nazionale che penalizza ogni sforzo ambientale per bassi interessi di bottega. Avremmo voluto approvare questa mozione, perché avrebbe prefigurato maggiore slancio economico e turistico del territorio. Incrementare la sicurezza idrogeologica e contenere i costi che, ogni anno, la regione e le comunità affrontano per la pulizia dei litorali e del tratto focivo del Magra”.

Il Gruppo del Pd si è invece astenuto, “per rispetto istituzionale nei confronti dei proponenti, in merito al rinvio in Commissione della mozione del Movimento 5 Stelle che chiede di avviare, in collaborazione con la Regione Toscana, la procedura per trasformare il Parco di Montemarcello Magra in Parco interregionale Liguria-Toscana”. “Al di là della proposta – hanno argomentato Michelucci e Lunardon che giudichiamo condivisibile, anche se necessita sicuramente di un approfondimento, la novità più importante emersa questa mattina in aula è che il Parco di Montemarcello è salvo. L'assessore Mai, infatti, chiedendo il rinvio della mozione e l'istituzione di una commissione mista Toscane e Liguria per un approfondimento, ha sostenuto che noi un parco ce l'abbiamo già, la Toscana, invece, no. Dicendo questo, pertanto, ha espresso una posizione politica chiara, scrivendo la parola fine ai tentativi di parte della sua maggioranza di cancellare quest'Ente. Il fatto che la pratica torni in Commissione, inoltre, ci consentirà di coinvolgere il territorio in questo processo, in modo che tale proposta non appaia come calata dall'alto”.

Di diverso avviso Andrea Costa di Liguria Popolare, promotore della proposta di abolizione dell'ente di Magra e Vara: “Assisto in questi ultimi mesi e settimane, ogni volta che si discute del parco, a tesi in difesa dell’ente parco in quanto tale anziché in difesa dell’ambiente. Ripeto ciò che sostengo da quando ho iniziato la mia esperienza da amministratore di un Comune all’interno del parco stesso. Per tutelare e salvaguardare l’ambiente non basta tracciare un confine in una mappa e istituire un’area protetta, ma occorre attuare delle politiche ambientali per recuperare il territorio e garantirne la presenza dell’uomo sullo stesso. Sono convinto che solo attraverso l’azione positiva dell’uomo sul territorio si possa contribuire al mantenimento dello stesso e contrastare il fenomeno dell’abbandono e del dissesto. Ho espresso la mia netta contrarietà a prendere in considerazione l’ipotesi del parco interregionale estendendo il parco i Montemarcello Magra oltre i confini liguri fino ad arrivare a quelli della attigua Toscana. La mozione oggi è stata rinviata in Commissione ma se si fosse proceduto con il voto, questa sarebbe stata la mia posizione. Vorrei tranquillizzare i colleghi del PD che la proposta di legge che ho presentato proseguirà il suo iter, l’ente parco di Montemarcello non ha senso di esistere”.

Infine l'assessore Mai: "Abbiamo scelto di mandare la discussione in commissione consiliare perché una pratica così importante va analizzata e serve un confronto. Ho assistito a una discussione politicizzata e non basata sull'interesse del territorio e dei cittadini. La regione Toscana non ha un parco nei territori di confine e non ha ancora avviato un percorso per istituirlo. Questo è il primo passaggio. Per fare un parco interregionale serve che in tutte e due le regioni ci sia un parco e questi siano confinanti. Inoltre abbiamo avuto una comunicazione da Regione Toscana che ci ha messo a conoscenza di un impegno assunto nel loro consiglio regionale, ma la lettera che abbiamo ricevuto la definirei "perlustrativa", senza un chiaro intento o una posizione ferma sulla realizzazione del parco. Non è, come forse taluni credono, la Regione Liguria da sola a poter fare un parco interregionale. Deve raggiungersi un'intesa che per ora non esiste e non ne esistono nemmeno i presupposti".
“Vorrei ricordare alla consigliera Salvatore che nessuno in Consiglio, nemmeno la minoranza, ha votato a favore della sua mozione – ha concluso Mai - Evidentemente preferisce rinunciare, piuttosto che confrontarsi. Questo è ovviamente un atteggiamento distruttivo e quindi denota che la sua azione è unicamente politica e non mirata a favorire lo sviluppo dei territori”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia




























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News