Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Domenica 08 Dicembre - ore 13.23

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Il popolare Ponzanelli: "L'amministrazione pensa alle Ong e trascura i pericoli quotidiani del territorio"

Il popolare Ponzanelli: "L'amministrazione pensa alle Ong e trascura i pericoli quotidiani del territorio"

Sarzana - Val di Magra - "Da anni segnalo all’amministrazione comunale di Santo Stefano la necessità di intervenire su alcune fermate ATC lungo l’asse della Via Cisa, in particolare: in direzione Aulla, quella all’altezza di Via Marchiani; in entrambe le direzioni, le due poste all’altezza di Via Ungaretti; in località Ceramica, in entrambe le direzioni le due fermate nelle vicinanze del Circolo La Pineta; quella, in direzione Sarzana, immediatamente a fine cavalcavia. Ho invitato invano più volte l’Amministrazione a farsi promotrice presso ATC e presso la Provincia delle evidenti condizioni di criticità in cui insistono queste fermate, prive di spazi idonei a un accosto sicuro dei mezzi pubblici, prive di rialzo della sede stradale a tutela dei passeggeri in attesa, senza spazi di banchina adeguati e, invece, pericolosamente a contatto con il traffico veicolare della carreggiata". Lo scrive in un comunicato Francesco Ponzanelli, capogruppo di 'Santo Stefano popolare' e, in Provincia, di 'La Spezia popolare'.
"Nel silenzio assordante di chi, pur dovendosene preoccupare, non se ne cura perché
probabilmente è argomento meno efficace dal punto di vista cinicamente mediatico, ho deciso io di assumermi l’onere di affrontare direttamente questa problematica - prosegue -. Nei giorni scorsi ho effettuato un sopralluogo presso queste fermate accompagnato dal Dirigente e dal Funzionario Responsabile del Settore Trasporto Pubblico Locale della Provincia della Spezia. Gli stessi hanno condiviso con me l’esigenza di rivedere tempestivamente la collocazione e le condizioni in cui si trovano queste fermate, giudicate sicuramente inadeguate e con livelli di sicurezza e fruibilità certamente non soddisfacenti. Mi sono impegnato con i funzionari della Provincia a sostenere adeguate iniziative verso ATC Esercizio affinché siano effettuati tutti gli interventi necessari a rendere sicure e attuali queste aree di fermata perché resto convinto che la qualità di vita e l’incolumità dei cittadini non si tutela solamente con i proclami e con le battaglie ideologiche ma impegnandosi in prima persona e incidendo anche sulla tante -e non meno importanti- piccole cose che tutti i giorni usiamo come cittadini, non ultime appunto le fermate dei bus di linea. Sicuramente questa iniziativa farà meno rumore delle roboanti dichiarazioni cui ci ha abituato l’attuale amministrazione santostefanese, quotidianamente impegnata a pensare alle navi delle ONG oppure a sputare sentenze verso quel politico o quel governatore, ma mai adeguatamente impegnata per rimuovere tutte le storture e i pericoli reali e concreti di cui è disseminata la vita di noi che viviamo in questo territorio. Per loro fortuna c’è chi, come il sottoscritto e tutti gli amici di Santo Stefano Popolare, che ci pensa e lavora anche al posto loro".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia




























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News