Città della Spezia Liguria News Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 23 Aprile - ore 22.49

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Futuro dell'ex cava della Brina in Commissione

Battistini: "Un'occasione persa ma che ha comunque confermato che il Comune sta lavorando al meglio delle sue possibilità".

Futuro dell'ex cava della Brina in Commissione

Sarzana - Val di Magra - La commissione Territorio della Regione Liguria oggi si è occupata della questione della cava della Brina di Santo Stefano di Magra ed in particolare sull'aspetto idrogeologico e di sistemazione del versante, e il profilo relativo ai materiali utilizzati per il riempimento.

Alla seduta ha preso parte anche il sindaco Paola Sisti che ha lamentato una convocazione “piuttosto anomala” che conteneva una “richiesta generica di approfondimento su un tema, invece, molto delicato, corposo nella documentazione prodotta e che meritava, dunque, ben altro approccio”.

In proposito il consigliere di LiberaMENTE/Rete a sinistra Francesco Battistini sottolinea: “Il consigliere Pucciarelli, che ha formulato la richiesta di audizione, nonostante ad oggi parte del cantiere sia posto sotto sequestro dalla Magistratura, avrebbe potuto studiare meglio la questione ed essere più specifica. In questo modo avrebbe consentito all’Amministrazione santostefanese di essere accompagnata dagli uffici tecnici idonei e ai commissari di sviluppare più in profondità la discussione”.

“Un’occasione persa – afferma Battistini - che ha, quantomeno, evidenziato un dato a nostro avviso importante per la comunità.
L’attuale Sindaco, che ha ereditato la pratica dalla passata Giunta, sta lavorando al meglio delle sue possibilità cercando di tutelare al massimo i propri concittadini. Una delle preoccupazioni principali, vista poi quella che sarà la destinazione d’uso futura dell’area: residenziale e verde pubblico, è quella di controllare in maniera scrupolosa la qualità e la tipologia dei materiali conferiti all’interno del sito”.

Sul fronte ambientale sono quattro i controlli annuali previsti e dunque predisposti da ARPAL. Su di essi il Sindaco ha richiesto e ottenuto che vengano condotte analisi per circa 90 elementi in più rispetto a quelli definiti inizialmente. La finalità, come ha precisato Paola Sisti, è quella di garantire la bontà del materiale conferito in un sito che, in futuro, potrebbe ospitare case o parchi pubblici e che per questo deve essere sano. Anche sul versante idraulico e geologico risulta esserci un’attenzione particolare da parte del Comune con continui sopralluoghi e attività di monitoraggio. L’opera, infatti, è senza dubbio imponente. Un progetto, in tre fasi, per quasi dieci anni di lavoro, che contempla la risagomatura del versante collinare che sfiora il milione di metri cubi di materiale riportato. Su di esso vi sono opere di regimazione delle acque, piantumazione, prevenzione dell’erosione e ricostruzione del corso originario del Rio del Pino.

“Il rappresentante della Inert.Eco. S.r.l, l’impresa che sta conducendo i lavori presso la ex cava Brina, il Dottor Paolo Vagaggini, intervenuto dopo l’Amministrazione comunale di Santo Stefano ha sollevato la questione degli eccessivi controlli sul cantiere – prosegue Battistini - lamentando come l’impresa, che negli anni precedenti non aveva avuto tutta questa attenzione, affronti ora una situazione in cui egli stesso la definisce “vittima”, poi frettolosamente corretto in “oggetto di particolari attenzioni”, lamentando anche una pesante campagna stampa e interferenze nell’attività, strumentali alla passata campagna elettorale. Un atteggiamento, quello del Dottor Vagaggini, di aperta e immotivata polemica, anche nei confronti del sottoscritto, stigmatizzato perfino dal Presidente di Commissione, che non aiuta certamente a risolvere una situazione che necessita di quanta più trasparenza e rigore possibili”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia





Stagione virtualmente finita in casa Spezia, tempo di bilanci. Chi merita la conferma nel settore tecnico secondo i lettori?


























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News