Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 20 Febbraio - ore 21.39

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Forti odori dal sito di pompaggio idrocarburi, pentastellati vezzanesi all'attacco

L'interrogazione di Ceccatelli, Colli e Pucci: "Quando partirà il monitoraggio?"

Miasmi
Forti odori dal sito di pompaggio idrocarburi, pentastellati vezzanesi all'attacco

Sarzana - Val di Magra - Il gruppo consiliare del MoVimento 5 Stelle di Vezzano Ligure mette nel mirino della polemica politica “il problema trentennale dei miasmi odorigeni provenienti dal sito di stoccaggio e pompaggio di idrocarburi Pol Nato (vedi QUI) sito in località Molinello” oggetto, spiegano i consiglieri Pucci, Ceccatelli e Colli, di “numerose e reiterate segnalazioni e lamentele dei residenti”, come si legge in un'interrogazione consiliare di fresca presentazione.

Gli esponenti pentastellati segnalano che nell'ottobre 2017, la Struttura complessa di Igiene e sanità pubblica della Asl ha dichiarato “la non sussistenza di elementi probanti per definire in maniera certa l'esistenza di un rischio per la salute pubblica ad opera degli sfiati delle condotte contenenti idrocarburi”, aggiungendo che non ci sono a livello nazionale limiti di legge sulle emissioni odorigene né un regolamento regionale in merito. Tuttavia, i consiglieri grillini volgono l'attenzione su una sentenza del 2015 della Cassazione in cui si dichiara che la contravvenzione l'articolo 674 del Codice Penale (reato di 'getto pericoloso di cose') è “configurabile anche in presenza di molestie olfattive promananti da impianto munito di autorizzazione e se pur non esista normativa statale che preveda disposizioni specifiche di valori limite in materia di odori, ai fini della configurabilità del reato non si richiede che la condotta contestata abbia causato un effettivo danno, essendo sufficiente che essa sia idonea offendere o molestare le persone”.

Un ulteriore elemento utile i pentastellati lo individuano, in punta di diritto, nel comma 10 dell'articolo 269 del decreto legge 152 del 2006, dove si legge, in relazione agli stabilimenti, che “i gestori sono tenuti ad adottare apposite misure per contenere le emissioni diffuse e a rispettare le ulteriori prescrizioni eventualmente disposte”.

Con l'interrogazione il gruppo a cinque stelle chiede a sindaco e amministrazione vezzanesi quando verranno presi alcuni provvedimenti precedentemente annunciati, cioè “lo studio e il monitoraggio dei miasmi con centraline Arpal” e “quando saranno stanziati dall'azienda i fondi per un progetto pilota volto alla riduzione dei miasmi”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia




























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News