Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 19 Agosto - ore 21.53

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Fitofarmaci, l'opposizione castelnovese: "Servono controlli, il Comune ha fatto poco"

Fitofarmaci, l'opposizione castelnovese: "Servono controlli, il Comune ha fatto poco"

Sarzana - Val di Magra - I consiglieri comunali di opposizione Euro Mazzi, Maria Luisa Isoppo, Giorgio Salvetti e Francesco Baracchini hanno presentato una interpellanza in merito all’impiego dei fitofarmaci nelle aziende agricole presenti sul territorio comunale di Castelnuovo Magra.

I consiglieri, si legge in una nota, "hanno ricevuto molte segnalazioni e lamentele da parte di cittadini in merito ai disagi a loro creati dall’utilizzo di fitofarmaci in vigneti adiacenti alle loro abitazioni; le lamentele riguardano in particolare un impiego non corretto di questi prodotti dovuto all’effetto di “deriva” della miscela e la conseguente contaminazione delle aree adiacenti.

La particolarità delle aziende agricole castelnovesi è di essere inserite anche in aree urbanizzate e questa circostanza dovrebbe imporre (durante l’esecuzione dei trattamenti con prodotti fitosanitari) ai conduttori agricoli maggiore attenzione, adottando tutti gli accorgimenti utili per non contaminare le persone e/o i mezzi in transito e/o le aree adiacenti.

Pur riconoscendo l’utilità dei prodotti fitosanitari, occorre prestare particolare attenzione al loro impiego, in quanto sono sostanze potenzialmente pericolose.

Sono note le disposizioni che impongono a chiunque impieghi, per scopi produttivi agricoli e non, i prodotti fitosanitari, non solo di rispettare la normativa comunitaria, nazionale, regionale in materia, ma soprattutto di mettere in atto ogni precauzione possibile in base alle “buone pratiche agricole”, per assicurare la pubblica e la propria incolumità e per evitare la contaminazione della aree pubbliche e private, danni agli animali e alle risorse ambientali, oltre che per evitare il superamento dei limiti massimi di residui di prodotti fitosanitari consentiti nelle produzioni agricole cedute al consumo.

Esiste, dunque, il problema di un uso sostenibile dei prodotti fitosanitari all’interno delle varie aziende agricole presenti nel nostro territorio, le quali devono essere aiutate ad individuare i punti critici che possono rappresentare un rischio per l’ambiente e/o per la salute umana.

In tal senso, il Comune può esercitare una importante funzione di tutela della salute e di orientamento per le aziende agricole nel trovare la strategia più adatta per una data coltura in un determinato periodo, adottando procedure sicure nell’ottica di minimizzare i potenziali rischi di contaminazione e i possibili pericoli per la salute, la sicurezza e l’ambiente.

Il Comune dovrebbe regolamentare questa attività e controllarne il corretto uso, poiché risulta fondamentale il rispetto della sicurezza delle persone e dei centri abitati e la protezione delle risorse naturali attraverso misure strutturali (es. con le fasce e le barriere di rispetto) e comportamentali (es. chiudere l’erogazione a fine filare, trattare dall’esterno l’ultimo filare, ecc.).

Le autorità di vigilanza competenti (polizia locale, polizia provinciale, CFS, ASL) dovrebbero poi svolgere una efficace attività di controllo sulla corretta gestione dei trattamenti con prodotti fitosanitari e sul rispetto della normativa vigente.

Su queste problematiche - concludono i consiglieri - il Comune ha fatto poco fino ad oggi e, pertanto, il Consiglio Comunale e la Giunta dovrebbero assumere idonei provvedimenti sia per sensibilizzare le aziende che per regolamentare e controllare questa delicata attività riguardante l’impiego dei fitofarmaci nelle aziende agricole del nostro territorio, inserendo questi provvedimenti anche come ulteriore elemento di valorizzazione di una viticoltura locale maggiormente eco-sostenibile".

(foto di repertorio)

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia




























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News