Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 11 Luglio - ore 17.25

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Esposto sulle spiagge libere, opposizione presenta ordine del giorno

Gruppi di minoranza di Sarzana: "Sindaca ci accusava di urlare alla luna".

acque agitate a Marinella
Esposto sulle spiagge libere, opposizione presenta ordine del giorno

Sarzana - Val di Magra - Tutte le opposizioni in consiglio comunale propongono unite un ordine del giorno al consiglio comunale di Sarzana in merito alla gestione delle spiagge di Marinella e a stretto giro un nutrito gruppo di cittadini, inoltra un esposto alla Procura perché verifichi eventuali reati nelle procedure di assegnazione della gestione di un tratto di spiaggia libera alla società Marinella Beach.
Viaggiano su un doppio binario gli sviluppi del caso Iacopi, il consigliere dimissionario della Lega all’indomani dell’aggiudicazione di parte delle spiagge libere ad una società di cui fa parte la moglie. “La sindaca ci accusa di aver “urlato alla luna” - riscontrano Pd, Italia Viva, M5S e Sarzana per Sarzana - invece apprendiamo che dopo le prese di posizione dei partiti di minoranza e le discussioni in consiglio comunale, un gruppo di cittadini chiede alla procura di far luce sulla gara per l’affidamento delle spiagge libere di Marinella”.
Secondo le opposizioni, pronte a dare battaglia in consiglio, “Il Sindaco e la sua maggioranza con una gestione sbagliata dei bandi e della città hanno ottenuto un effetto insperato, almeno dopo soli due anni di vita amministrativa: l’intesa delle minoranza consiliari. Queste ultime, a prescindere dalle collocazioni nazionali, hanno trovato una unità d’intenti nella netta valutazione negativa della giunta Ponzanelli”.

“La vicenda-gestione spiagge libere di Marinella – attaccano all’unisono i consiglieri di Pd, Italia Viva, M5S e Sarzana per Sarzana – pone diversi interrogativi. Come la tardiva uscita del bando. Come la mancanza di un vero vincitore, che avrebbe dovuto essere un gestore di chioschi oppure avere un titolo di proprietà delle aree retrostanti). Come le gestione affidata a meri affittuari dell’area retrostante. Come il mancato ascolto delle forze di opposizione. Come la mancata tempestiva richiesta di un parere all’ufficio legale del comune. ”.

Per quanto riguarda l’esposto dei cittadini, i consiglieri di Pd, Italia Viva, M5S e Sarzana per Sarzana, lo ritengono circostanziato e documentato nel chiedere al Procuratore della Repubblica, la verifica se nell’iter di assegnazione della gestione di 350 metri lineari di spiaggia libera di Marinella da parte del Comune di Sarzana siano eventualmente riscontrabili (anche nella forma del tentativo) reati come la turbata libertà degli incanti, l’abuso di ufficio, il falso ideologico, l’omissione di denuncia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia
















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News