Città della Spezia Liguria News Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 26 Aprile - ore 23.00

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Elezioni Sarzana, Cavarra presenta il programma

Elezioni Sarzana, Cavarra presenta il programma

Sarzana - Val di Magra - Il programma di governo del candidato sindaco di Sarzana Alessio Cavarra illustrato dallo stesso primo cittadino di Sarzana.


Ci siamo, si parte!

"Pronti per una stagione ricca di nuove opportunità, è così che immagino il futuro della nostra città" ha detto Alessio Cavarra.
"Un futuro in cui Sarzana sarà protagonista di un progetto ambizioso. E sarà la cultura il motore che ne trascinerà lo sviluppo.
Veniamo da cinque anni di lavoro importante che ci ha visti impegnati sul fronte del risanamento dei conti, un passaggio propedeutico per progettare un futuro migliore.
Ma oltre al risanamento siamo stati anche capaci di affrontare gli effetti di un radicale cambiamento che ha modificato, per sempre, il volto dell'economia globale.

Sarzana, grazie alla sua storia, al suo orgoglio e alle sue energie ha saputo reggere l’urto, nonostante chi invece ha lavorato solo per mortificare e 'mugugnare'.
Adesso siamo pronti per una scommessa grande ma realizzabile: Sarzana città della Cultura".

Sarzana città della cultura.

La riapertura del Teatro degli Impavidi, la conferma di un evento importantissimo a livello nazionale come il Festival della Mente, l’apertura della Cittadella per la prima volta ad una mostra blockbuster dedicata ad Andy Warhol, un'agenda di eventi e concerti che non ha eguali per quantità e qualità in tutta la Provincia.
E’ tanto ma dobbiamo andare avanti. Sarzana deve investire ancora di più nella sua vocazione culturale e creativa. Una vocazione antica, solida e profonda che la pone in una posizione di leadership in tutta la Regione. Una vocazione che intendiamo sviluppare e rafforzare attraverso nuovi strumenti urbanistici e legislativi.
Mettere la cultura al centro della città non è solo uno slogan ma un progetto storico.

La Cittadella della Cultura. Abbiamo intenzione infatti di trasformare l'ex scuola XXI luglio in una fabbrica della cultura. Uno spazio a disposizione di tutti coloro che hanno intenzione di fare ed essere cultura, delle associazioni che in questa città riescono a dare ancora una dimensione attiva di Comunità al nostro stare insieme, a tutti coloro che cercano un luogo dove poter manifestare e presentare il proprio saper fare nella creatività.
Una fabbrica di idee, formazione, imprese, rappresentazioni, incontri. Il recupero dell’edificio sarà uno dei simboli della nostra volontà di Restare Sarzana. Un luogo aperto ai giovani, che possa diventare anche un punto di aggregazione nuovo e originale. Una città che sa guardare avanti nel rispetto delle sue tradizioni e vocazioni più importanti.
Abbiamo un altro obiettivo: trasformare parte della Fortezza Firmafede in una scuola internazionale di cucina italiana altamente professionalizzante e di grande qualità dedicata ai giovani che cercano nelle professioni del gusto il loro futuro.
Quello culturale è un mercato in costante crescita. Il 6% della ricchezza prodotta in Italia, 89,9 miliardi di euro, si deve al nostro sistema culturale e creativo. E per ogni euro prodotto dalla
cultura se ne attivano 1,8 in altri settori, Gli 89,9 miliardi, quindi, ne stimolano altri 160. Il sistema produttivo culturale dà lavoro a 1,5 milioni di pesone, il 6% del totale degli occupati italiani.
Sarzana può diventare davvero un punto di riferimento nazionale nel settore della cultura. Un caso unico a livello regionale.

Sarzana più sicura

La sicurezza urbana è uno dei temi principali sui quali dovrà basarsi l'azione della prossima amministrazione. Dobbiamo riuscire a sconfiggere quella percezione di insicurezza avvertita dai cittadini oggi. La sicurezza è un diritto di tutti. E vivere in un ambiente sicuro, potendo uscire di casa senza la paura che possa succedere qualcosa a noi stessi o alla nostra famiglia, è un diritto che dobbiamo contribuire a garantire.

La sicurezza urbana è un problema che accomuna tutti i comuni italiani, piccoli o grandi, e rappresenta la nuova sfida per i sindaci d'Italia. E il problema sicurezza resta per noi una ferita aperta, perché sappiamo che non è risolto. Ma gli strumenti a disposizione del Comune in questo settore sono veramente pochi. Si tratta infatti di una questione di cui devono farsi carico le istituzioni statali, che in questi anni, sia come consigliere regionale sia come sindaco, ho cercato di sollecitare in tutti i modi.

Sarzana per fortuna è ancora una città che può dirsi sicura. Ma per renderla ancora più sicura dobbiamo fare di più:
1. Chiedere alle istituzioni nazionali più poteri per le amministrazioni locali.
2. Intensificare ogni attività di prevenzione che consenta ai nostri cittadini di sentirsi più sicuri.

Sicurezza urbana. Potenzieremo ulteriormente la videosorveglianza e l'illuminazione pubblica. Se ad oggi le telecamere di sorveglianza collegata alla control-room che le rende disponibili
alla Polizia Locale, Carabinieri e Polizia di Stato sono 14, l’obiettivo è fare in modo che si arrivi ad installarne 100 nuove telecamere entro il primo anno di legislatura posizionate in aree segnalate dai cittadini come più pericolose e a rischio criminalità, non solo in centro ma anche nelle periferie.
In questa legislatura abbiamo per la prima volta illuminato intere strade che fino a ieri erano buie, ma è necessario porsi un obiettivo ancora più ambizioso e impegnarsi a fare in modo che altri 100 angoli bui della nostra città vengano illuminati 100 nuovi lampioni con tecnologia a led per una città sia sempre più illuminata.

Vogliamo che i cittadini si sentano al sicuro nelle loro case. Attiveremo un bando per concessione di contributi economici per l’installazione di sistemi antifurto, antirapina e anti intrusione. Porte blindate, grate, inferriate e naturalmente impianti di allarme e videosorveglianza di nuova installazione potranno beneficiare di sconti rilevanti sulla tariffa Tari. Inoltre agevoleremo un protocollo tra il Comune di Sarzana e le associazioni di categoria degli installatori degli impianti di allarme, affinché vengano forniti pacchetti sicurezza a prezzi scontati rivolti ai residenti sarzanesi.

Nei prossimi due anni lavoreremo a:
Un riordino e potenziamento del corpo di Polizia Locale con l’assunzione di almeno 10 nuovi agenti nel biennio 2018/2020 (con contratti a tempo determinato e indeterminato).
Presso il comando di Polizia Locale sarà creato un apposito settore di Sicurezza Integrata. Saranno formati alcuni agenti di Polizia Locale per permettergli di affrontare in modo specialistico e con equipaggiamenti specifici, in modo continuativo, il controllo del territorio e la prevenzione di reati. Una presenza quotidiana che diventerà una consuetudine in città.
Incrementare e sviluppare protocolli di collaborazione con le Associazioni presenti sul territorio che possono fornire supporto in materia di sicurezza ed emergenza e anche ai vari gruppi di controllo di vicinato che provvederemo a rendere parte attiva.

Il nuovo Nucleo di Polizia Urbana provvederà a effettuare una mappatura di tutti gli edifici in stato di abbandono notificando ai proprietari la necessità di provvedere alla idonea recinzione e fisica interdizione degli stessi ove mancante o carente provvedendo anche alla confisca del bene.

Nelle scuole cittadine attiveremo un calendario di iniziative che possano promuovere tra i più giovani progetti di educazione civica e promozione della legalità. Ogni anno 100 giovani saranno attivi nel dialogare con l’Amministrazione Comunale, attraverso un canale 'social', e orientare le politiche di controllo del territorio facendo emergere le criticità prima che si verifichino.

Il 20 gennaio di ogni anno, data dedicata alla festa della Polizia Locale, istituiremo la “Giornata della Sicurezza”. Un momento di rendiconto dei provvedimenti che via via saranno promossi per tutelare la sicurezza dei cittadini

Tasse: equità e solidarietà fiscale

Vogliamo proseguire la politica di equità e solidarietà fiscale attuata in questi anni. Ci siamo fatti carico, nonostante le ristrettezze del bilancio, di andare incontro alle famiglie e ai settori produttivi, abbassando dopo anni la pressione fiscale comunale. Confermeremo, pertanto, le misure già attivate. Il bando per l'esenzione/riduzione della TARI per chi è in difficoltà economica, il fondo a sostegno delle spese scolastiche (retta, trasporto e mensa), la riduzione IMU per chi consegna in comodato gratuito la casa ai genitori o ai figli, l'esenzione totale o parziale dell'IMU per i terreni che si trovano in aree esondabili, o la cui edificabilità sia compromessa da particolari condizioni di rischio, oltre all'abolizione della tassa sul passo carraio.

Ma ora, con i conti in ordine, possiamo fare di più. - 50% dei cittadini non pagheranno l'Irpef. Oggi possiamo quindi spingerci oltre introducendo altre misure di contenimento della tassazione.
La prima novità riguarderà l'IRPEF. Vogliamo portare la soglia di esenzione dagli attuali 11 mila euro a 15 mila. Con questa operazione il 50% dei cittadini sarzanesi non pagherà più l'IRPEF.

Per la TARI, oltre a mantenere la tassa più bassa per le attività commerciali, vogliamo istituire un fondo a sostegno delle attività commerciali/artigianali presenti all'interno di aree di cantiere, per tutta la durata del cantiere stesso.


Nessuno resti indietro

Il sostegno alle famiglie in difficoltà, a chi vive la disabilità, agli anziani e ai minori che necessitano di essere seguiti, è stato una costante del nostro operato.

Vogliamo continuare a fare ancora di più la nostra parte per aiutare le famiglie in difficoltà. Verrà introdotto il Reddito di solidarietà comunale come provvedimento di contrasto alla povertà che prevederà l'erogazione di un sostegno economico alle famiglie fino ad un massimo di 500 euro. Il nucleo familiare del richiedente dovrà aderire ad un progetto personalizzato di attivazione lavorativa instaurando un patto tra famiglia e istituzione che implichi l' assunzione di impegni di pubblica utilità. Occorrerà essere comunque residente a Sarzana da almeno 24 mesi ed avere un ISEE inferiore o uguale a €. 3500.
Oltre al fondo a sostegno delle spese scolasiche, metteremo a disposizione 150 euro a sostegno dell'accesso ai servizi per l'infanzia. Ci impegneremo ad erogare ai cittadini sarzanesi titolari di voucher, 150 euro mensili per coloro che hanno un valore ISEE inferiore ai 10.000 euro.

La città che cambia

Il nuovo Piano Urbanistico Comunale sarà l’occasione per scrivere insieme la città del futuro seguendo gli esiti del processo partecipativo avviato con la Città delle Idee e riproponendo nelle fasi di elaborazione del Piano lo stesso metodo di coinvolgimento dei cittadini.

Il nuovo PUC sarà uno strumento a servizio della famiglia, un piano per tutti e non per pochi. No a grandi edificazioni, sì a uno sviluppo urbanistico equilibrato che favorisca ceto medio e giovani, preferendo recuperi, ristrutturazioni, ampliamenti ed edilizia sostenibile.

Apriremo il portale per il decoro urbano: verrà attivato uno strumento semplice e gratuito per consentire ai cittadini di segnalare, tramite sitoweb o una semplice app sullo smarphone, segnalazioni riguardanti situazioni di degrado urbano (come abbandono di rifiuti, atti di vandalilsmo, segnaletica carente o danneggiata, verde urbano da manutenere) che potranno così essere gestite più efficacemente dagli uffici e dalle squadre di operai attivi sul territorio.

Investiremo ulteriormente per migliorare l'arredo urbano per innalzare la vivibilità degli spazi, nel centro storico ma anche nelle periferie.

Adotteremo il piano del verde urbano. In questi anni si è investito perché le aree verdi tornassero ad essere fruibili in tutti i quartieri operando una manutenzione ordinaria in grado di assicurarne costantemente il decoro. La restituzione del parco di Villa Ollandini al pubblico sarà di stimolo per adottare tutti gli strumenti utili ad assicurare una corretta gestione del patrimonio paesaggistico locale.

Sarzana città accessibile a tutti. Per eliminare le barriere architettoniche presenti nella nostra città, a partire dal Centro Storico, pur nel rispetto della bellezza e della storia, saranno attivate politiche di ascolto e collaborazione, istituite pratiche amministrative semplificate e sgravi fiscali.
Daremo vita a un progetto mai fatto prima che ci porterà in cinque anni a essere la "Città per Tutti".

Un futuro per i nostri figli

In questi cinque anni abbiamo speso 2 milioni di euro e tanto lavoro è già stato fatto per la messa in sicurezza delle nostre scuole. Ma non basta. Continueremo a rendere più sicure tutte le scuole del territorio.

E’ in programma di ultimare le reti Wi-Fi in tutte le scuole del territorio, al fine di consentire l’interconnessione dei plessi scolastici e l’utilizzo delle lavagne multimediali (LIM) da parte di docenti e studenti

La manutenzione ordinaria sarà costante. Se la priorità rimane quella di investire in sicurezza, adeguamenti normativi e interventi finalizzati al risparmio energetico, noon dimentichiamo però che è interesse comune assicurare ai nostri bambini e ragazzi di poter trascorrere buona parte delle loro giornate in ambienti accoglienti e in ci possano sentirsi a casa. Si continuerà quindi a intervenire con piccoli lavori di manutenzione ordinaria per sanificare e rendere gli spazi scolastici oltre che più sicuri anche più belli.

Commercio e turismo

Sarzana è un centro vivo grazie ai suoi monumenti, alle bellezze artistiche e architettoniche e alle iniziative che in questi anni abbiamo fortemente potenziato. Quello che immaginiamo per il futuro della città è che, grazie al progetto città della cultura, il suo centro dovrà avere un ruolo ancor più da protagonista.
Punteremo quindi su un'offerta commerciale qualitativa, sulla cura e sul decoro. L'obiettivo è quello di realizzare, in via definitiva, quella riqualificazione necessaria a rendere il nostro centro veramente accogliente. Questo virtuoso mix tra commercio di qualità e cura urbana è indispensabile per vincere questa scommessa.

Il centro storico è una perla da tutelare, qualificando l'offerta commerciale, incentivando l'apertura di nuove botteghe artigiane e dell'antiquariato, riqualificando l'arredo urbano e la pavimentazione, promuovendo nuove agevolazioni per la sosta e qualifando e rimodulando l'offerta del mercato settimanale. Confermiamo la gratuità della sosta nelle domeniche e festività e la sospensione dal pagamento dei parcheggi tutti i giorni dalle 12.30 alle 14.30, oltre alla prima mezz'ora.

Vogliamo puntare su una promozione costante della nostra città che un po' è mancata in questi anni. Abbiamo lavorato molto sugli eventi creando diverse nuove iniziative, ora lavoreremo di più e meglio sulla promozione.Un sito dedicato al turismo, depliant turistici tematici e l'apertura di un ufficio turistico saranno i primi tre obiettivi immediati sui quali punteremo, oltre alla presenza alle principali fiere internazionali. Intercetteremo poi il turismo croceristico, dal momento che abbiamo già avviato importanti contatti con le principali compagnie del settore che potranno concretizzarsi nella prossima legislatura.
Marinella resterà al centro di questa costruzione di un rinnovato appeal turistico della nostra città e faremo tutto quanto nelle nostre competenze per traguardare l'approvazione del piano spiagge.
Per quanto riguarda un nuovo modello di economia reale e concreto, l'esperienza di Talent Garden resta la più bella scommessa vinta da questa amministrazione. Nuovi lavori e nuove professioni che possono diversificare il nostro tessuto economico e sui quali vogliamo continuare convintamente a puntare.

Dove lo sport è per tutti

La ricerca di risorse a sostegno della nostra impiantistica sportiva ci ha portati a trovare i finanziamenti necessari per la realizzazione della piscina comunale, opera da tempo attesa che diventerà realtà. Come abbiamo fatto per le scuole, la nostra ambizione è quella di destinare annualmente risorse per migliorare progressivamente lo stato delle nostre strutture sportive.
Il prossimo obiettivo al quale ci dedicheremo sarà la realizzazione del nuovo palazzetto per l'hockey.
Abbiamo la fortuna di vivere in una città che può contare sulla presenza di motissime società sportive grazie alle quali si praticano sport ad alti livelli e che costituiscono un tessuto sociale indispensabile per la nostra comunità e un riferimento per le famiglie.

Conclusioni

"In questi anni tantissimi cittadini ci hanno sostenuto, ma si è andata d’altra parte organizzando una minoranza movimentista che ha lavorato costantemente per costruire un’immagine distorta di Sarzana.
Una vera e propria attività di mistificazione della realtà, con l'unico obiettivo di offuscare quanto di buono è stato fatto. Cercando di colpire noi, hanno fatto il male della città.

Credo che il giudizio dei cittadini debba considerare le scelte che abbiamo fatto, gli errori compiuti e i risultati ottenuti.
Credo anche che nessuno possa dire che non ci abbiamo messo il massimo impegno possibile. E soprattutto bisogna domandarsi se, nelle stesse condizioni, altri al posto nostro sarebbero riusciti a fare meglio. Diffidate di quelle forze politiche che vi promettono di risolvere tutto con la bacchetta magica: sono le stesse che in altre città che governano stanno facendo grandi danni o che non stanno facendo quello promesso dai cittadini.

L’orizzonte di una consiliatura può essere sufficiente per raggiungere obiettivi come quelli ottenuti su raccolta differenziata, riduzione delle tasse, decoro della città per fare alcuni esempi. Ma non si può pensare che possa bastare a realizzare progetti di più ampio respiro, che abbiamo già avviato ma che richiedono più tempo. Sarebbe davvero un peccato vederli naufragare, ora che si concretizza la possibilità di portarli a termine.
Non è voltando pagina che si può pensare di risolvere i problemi, se poi non si sa cosa scrivere nella pagina bianca.

Sono convinto che la mia ricandidatura possa essere utile per la città, per garantire la continuità necessaria per portare a termine tanti progetti ambiziosi. Sul piano politico, credo poi di rappresentare un elemento di unione. Una coesione capace di garantire governabilità e non un semplice cartello elettorale. La coalizione con cui ci presentiamo è ampia e unita. Tiene insieme tutte le espressioni migliori del riformismo civico, cattolico e di sinistra della città.

Questo chiederò ai sarzanesi. Giudicatemi per quello che abbiamo fatto per la città. Io sono uno che alle parole preferisce i fatti. Uno che non sa raccontare barzellette, che probabilmente difetta un po’ in simpatia, ma che negli ultimi cinque anni ha lavorato senza sosta con l’unico obiettivo di migliorare la città e la vita dei sarzanesi. I risultati li abbiamo visti insieme, non sono opinioni, ma fatti concreti.

Il nostro lavoro ha creato le condizioni per una crescita duratura della città. Una crescita che ora deve essere consolidata. Un lavoro che deve quindi proseguire, per completare un percorso di governo che ha dato molti frutti, e che molti altri dovrà darne ancora.
Serve solo la vostra rinnovata fiducia e ancora un po’ di tempo per farli maturare.
Per continuare insieme, senza dispendere la nostra storia, i nostri valori e la nostra identità.
Restiamo Sarzana!!!"

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia





Stagione virtualmente finita in casa Spezia, tempo di bilanci. Chi merita la conferma nel settore tecnico secondo i lettori?


























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News