Città della Spezia Liguria News Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 21 Febbraio - ore 22.42

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Di Battista a Sarzana: "Ribelliamoci in maniera democratica"

L'esponente 5 Stelle stasera in piazza Matteotti per le politiche: "L'astensionismo fa godere il sistema". Sulle amministrative: "Ne parleremo più avanti".

Di Battista a Sarzana: "Ribelliamoci in maniera democratica"

Sarzana - Val di Magra - Si è concluso con un biblico “andate e moltiplicatevi” l'intervento in piazza Matteotti di Alessandro Di Battista che questa sera ha fatto tappa a Sarzana con il suo tour “Il futuro in programma”. Il carismatico esponente del Movimento 5 Stelle ha trovato ad attenderlo una piazza infreddolita dalla temperatura rigidissima ma che si è scaldata con i tre quarti d'ora di comizio caratterizzato da alcuni dei cavalli di battaglia del Movimento e dai punti più significativi del programma elettorale. Arrivato da Empoli con un po' di ritardo Di Battista è stato accolto dalla consigliera comunale Giorgi e dagli altri esponenti provinciali e regionali.

“Io ho preso un'altra strada – ha detto dopo le presentazioni di Lucia Sommovigo e Fulvia Steardo, in corsa nei collegi uninominali – non sono candidato perché voglio tornare alla mia vita ma questo non cambia nulla, sto girando l'Italia in camper con questo tour autofinanziato per incontrare voi. Il problema non sono più Renzi e Berlusconi ma gli italiani: siamo esperti della lamentale ma si votano sempre gli stessi. Io ho scelto di venire in provincia, nei centri storici perché da qui dobbiamo ripartire. Dobbiamo imparare a ribellarci – ha arringato Dibba - in maniera democratica e non violenta, possiamo farlo non solo con il voto ma anche con la partecipazione perché l'astensionismo fa godere questo sistema dominato dalle banche. I partiti controllano ancora il territorio, il voto di scambio c'è ancora e non solo al Sud magari ci sarà anche qui a Sarzana ed è un cancro”.

Ironico, con la battuta sempre pronta e curiosi aneddoti da raccontare sugli anni di vita parlamentare, ha sottolineato come “In questo Paese perbenista se sbagli una parola sei colpevole ma se voti una legge incostituzionale tutto ti è perdonato e anzi ti ricandidano”. Determinato invece nell'accenno ai fatti di Macerata “Tutta la politica – ha detto – dovrebbe fare silenzio di fronte a quanto accaduto”. Immancabili anche le bordate sugli avversari, non solo Renzi e Boschi: “Salvini attacca la legge Fornero e va a braccetto con Meloni e Berlusconi che l'hanno votata. Siamo il Paese in cui la destra ha istituito Equitalia e la sinistra ha abolito l'articolo 18, sono sicuro che Berlinguer si rivolta nella tomba”. Stoccate anche per i media in merito agli attacchi alla sindaca Raggi: “Diranno che a Roma ci sono anche squali” e solo un breve accenno alle amministrative che riguarderanno anche Sarzana: “Ne parleremo più vanti”.

L'obiettivo principale resta ovviamente quello più ravvicinato e importante delle politiche. “Il reddito di cittadinanza c'è già in tantissimi paesi europei – ha proseguito Di Battista – e noi abbiamo già trovato la copertura: basta alzare anche la tassazione sulle concessionarie del gioco d'azzardo che è una “tassa” sulla disperazione. Nessuno deve rimanere indietro”. Quindi le promesse: “Aboliremo lo scempio della Buona Scuola e i vitalizi, sarebbe una gioia fisica e solo noi possiamo farlo. Scuola, sanità e trasporti non sono merci devono essere diritti per tutti”. Poi sulla legalità: “So che l'Ndrangheta è arrivata pure qua, si è diffusa dovunque. Oggi il crimine organizzato si è modificato e piazza i suoi uomini all'interno della pubblica amministrazione. Le mafie si cibano della corruzione della politica, per questo noi abbiamo un pacchetto durissimo anticorruzione, gli altri non ne parlano”. Sollecitato dai sostenitori si è soffermato anche sul tema sempre attuale dei vaccini: “Da un anno a questa parte sembra che l'unico problema della sanità italiana sia questo. Nessuno di noi è contrario, io ho vaccinato mio figlio due settimane fa ma è solo un argomento per dividerci. Noi facciamo parte di una generazione di fantasmi ma vogliamo solo un'opportunità. Hanno paura di noi e fanno bene”. Poi il saluto e l'abbraccio dei suoi sostenitori e il ritorno al camper, finanziato con il totem per la raccolta delle donazioni con tanto di ricevuta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Di Battista a Sarzana Benedetto Marchese
Alessandro Di Battista a Sarzana Benedetto Marchese
Alessandro Di Battista a Sarzana Benedetto Marchese


Notizie La Spezia





I SONDAGGI DI CDS

Matteo Salvini ha proposto la reintroduzione della leva obbligatoria per i giovani maschi. Tu che ne pensi?

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News