Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 14 Agosto - ore 14.32

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

De Ranieri: "Parco ha dimostrato tutte le sue carenze e sua inefficacia"

Il sindaco di Ameglia risponde a Tedeschi: "Interesse è tenere alta la guardia contro sfruttamento del territorio"

"futuro dell'ente poco importa"

Sarzana - Val di Magra - "Le dichiarazioni del Presidente Tedeschi suonano come una minaccia nei confronti degli uffici comunali chiamati ad evadere le pratiche presentate ai sensi del Piano Guida della Nautica. Vorrei rassicurare il Presidente che al momento nessuno ha presentato nulla al riguardo". Così il sindaco di Ameglia Andrea De Ranieri che in proposito aggiunge: "La nostra Amministrazione ha sempre espresso seri dubbi sull’estensione di ulteriori due anni del Piano così come deliberato dal Parco. I dubbi sono chiari, è un Piano che va contro l’ambiente, il fiume e le sue peculiarità. Quel piano, avversato in passato quando eravamo all’opposizione, prevede la cementificazione di aree agricole nella zona di Poggio Scafa e noi siamo contrari, previsioni di scavo di nuove darsene che andrebbero ad aumentare l’ingresso del cuneo salino nella falda acquifera. Inoltre la questione del Mammellone ormai ha stancato. È l’unica area verde a un paio di chilometri dalla foce. L’unica area dove il Comune, con una fatica immane, da anni sta cercando di strappare metri all’abusivismo per ridare il fiume agli amegliesi, all’ambiente e allo sport. Cosa vuol fare il Parco? Ricollocare decine di barche e rimessaggi sparsi per il fiume dei quali non si conosce neppure la legittimità, tanto valeva trovare la strada per regolarizzare chi già operava in loco".

"L’indagine della Guardia di Finanza e dei Carabinieri, assistiti dalla Polizia Provinciale e Locale, ha assicurato un punto fermo e su quello noi vogliamo restare. Vogliamo mantenere le previsioni del vecchio Parco Fluviale della Magra, quello che ipotizzava una fruibilità delle sponde e la riambientalizzazione delle stesse. L’area verde già esistente nel Mammellone va ampliata e strutturata per gli sport all’aria aperta e legati all’acqua.
Sinceramente se il Parco avrà i giorni contati o continuerà la sua opera a me poco importa - puntualizza De Ranieri - quello che mi interessa e per cui la mia Amministrazione si sta battendo, è tenere alta la guardia nei confronti di chi vuole sfruttare il nostro territorio e le nostre risorse naturali e mettere in condizione gli operatori onesti di lavorare e produrre ricchezza e valore per il territorio. Non è con le proposte di ricollocazione degli unici due cantieri che si risolvono le criticità del fiume, ma combattendo l’abusivismo e l’illegalità.
La collina e il fiume in questi anni sono stati protetti dalle previsioni urbanistiche comunali, il Parco, ahimè, ha favorito l’abusivismo bloccando ogni possibilità di sviluppo e di coltivazione dei terreni. Questo è un dato di fatto, con buona pace di chi si batte il petto in piazza a favore del mantenimento di un Ente che ha dimostrato tutte le sue carenze e tutta la sua inefficacia".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia




Covid-19, cosa ti aspetti nei prossimi mesi?














Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News