Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 28 Ottobre - ore 20.50

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Cittadino scrive al consiglio comunale: "Elevato rischio idraulico sul Calcandola"

ponti sarzanesi
Cittadino scrive al consiglio comunale: "Elevato rischio idraulico sul Calcandola"

Sarzana - Val di Magra - Il consiglio comunale che per la prima volta ha discusso e votato una mozione presentata dai cittadini (comitato Sarzana, che botta! QUI) oggi ha letto – ma non acquisito – l'articolata lettera riguardante il ponte di via Falcinello inviata via Pec a sindaco, assessori e consiglieri dal geometra Sebastiano Ruggiero. La lettera, dal titolo “elevato rischio idraulico rappresentato dal torrente Calcandola con conseguente grave pericolo per la pubblica incolumità” era stata inviata il 7 ottobre ma consegnata a tutti i consiglieri solo dopo la sollecitazione di Mazzanti e Mione che l'hanno ritenuta “utile per la valutazione della pratica”.

Ripercorrendo anche storicamente le vicende legate al Calcandola, Ruggiero sottolinea fra gli altri punti come “anche questa Amministrazione come tutte quelle precedenti che l’hanno preceduta, non abbia mai edotto i cittadini del grave rischio che corrono abitando in aree classificate come “zona rossa”, ovvero ad elevato rischio di esondazione anche attraverso la redazione e divulgazione degli obbligatori appositi piani di prevenzione del rischio idraulico e idrogeologico ad oggi inesistenti. Ho deciso di inviare questa nota di denuncia – scrive - per sollecitare la risoluzione di un problema che rappresenta un pericolo per la incolumità della collettività mettendo inoltre a rischio anche beni sia materiali che pubblici. Invito tutte le parti politiche cittadine, di governo e di opposizione – osserva - a valutare seriamente se sia veramente il caso di spendere una somma così elevata per la costruzione di un’opera pubblica che come personalmente sostengo (via Paradiso), sia antieconomica rispetto ad un intervento più generale che affronti seriamente il pericolo idraulico rappresentato dal torrente Calcandola e dalle opere idrauliche esistenti ritenute assolutamente inadeguate a far fronte ad una piena eccezionale che potesse verificarsi per abbondanti precipitazioni meteoriche”. Il cittadino si è messo a disposizione per ulteriori approfondimenti proponendo anche un sopralluogo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia
















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News