Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 20 Agosto - ore 21.29

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Cava Brina, Ratti 'racconta' la Commissione. E valuta le dimissioni

La voce dell'esponente dell'opposizione consiliare santostefanese, presidente della Commissione di vigilanza sull'intervento di reambientalizzazione del sito di Ponzano Belaso.

la ricostruzione
Cava Brina, Ratti 'racconta' la Commissione. E valuta le dimissioni

Sarzana - Val di Magra - Intervento di Emilio Ratti, consigliere comunale di opposizione a Santo Stefano e presidente della Commissione di vigilanza sulla ex Cava della Brina.

Le attività di rieambientilizzazione della Cava della Brina sono ormai, da anni, uno degli argomenti che più interessa la politica locale, per cui rivestendo la carica di Presidente della Commissione di Vigilanza della Cava della Brina, ritengo doveroso fornire alcune informazioni, soprattutto ai cittadini di Ponzano Bellaso, sull’operato della Commissione dal Dicembre 2016, data in cui essa è stata istituita, fino ai giorni nostri.
In particolare in tale periodo la Commissione si è riunita sette volte, durante le quali ha affrontato le varie tematiche delle attività svolte in Cava ed ha preso visione della precedente corposa documentazione che è stata illustrata dai Tecnici del Comune e dai geologi Moracchioli e Tinti. Infine è stato effettuato anche un sopralluogo al Cantiere della Cava per visionare lo stato dei lavori.

E’ necessario specificare che nel periodo marzo-luglio 2017 la Cava, per ordine della Magistratura competente per territorio, è stata posta sotto sequestro e quindi, in tale periodo, sono state sospese le riunioni al fine di non intralciare, anche involontariamente, il lavoro delle Autorità Giudiziarie. A seguito del dissequestro parziale dell’area (16 luglio 2017) la Commissione si è riunita il 10 agosto e successivamente il 26 settembre. In particolare in quest’ultima occasione era stata richiesta al Dott. Tinti una relazione che potesse illustrare le reali possibilità di frane, soprattutto in caso di abbondanti precipitazioni, delle zone di abbancamenti caratterizzati da parti in pendenza. Inoltre si richiedeva che fossero specificate le aree e le abitazioni potenzialmente interessate nonché l’incidenza, dell’eventuale frana, sui canali artificiali e naturali presenti in zona.

Nella riunione del 13 febbraio 2018 il geologo Dott. Tinti ci informava che a seguito di un sopraluogo effettuato al cantiere della Cava in data 9 Gennaio 2018 aveva constato che una parte degli ultimi abbancamenti risultava elevata in altezza e con pendenze molto ripide. Al che gli veniva chiesto se in caso di piogge abbondanti avessero potuto destare delle preoccupazioni ed egli rispondeva in modo affermativo. Si decideva quindi, seduta stante, di effettuare al più presto un sopralluogo in modo che la Commissione potesse constatare visivamente la situazione. Tale sopralluogo era stato previsto per il 22 febbraio ma è stato procrastinato sia perché non vi sarebbe stato l’auspicato e proficuo confronto politico per l’assenza improvvisa di due componenti, che hanno annunciato le loro dimissioni in data 21 Febbraio (Consigliere Ponzanelli Francesco e Consigliere Serarcangeli Pietro), sia per l’allerta meteo (dalle 24 del 21 alle 24 del 22 Febbraio) per la quale il cantiere della Cava dovrà rimanere chiuso.

Quale Presidente della Commissione prendo atto delle dimissioni dei colleghi ma rilevo con dispiacere che il sopralluogo in programma al Cantiere avrebbe potuto dare a tutti una “visione”globale della situazione, visione che invece dovrà essere rimandata ai prossimi giorni. Nella intera vicenda vi è, inoltre, per il sottoscritto, l’amarezza che la Commissione sia stata avvertita dopo oltre un mese (9 gennaio-13 febbraio), cioè durante la riunione della Commissione, circa una situazione di potenziale pericolo e che la Castagna s.r.l. non accetti, ai sopralluoghi del cantiere in cava, la presenza dei componenti del Comitato di Volontariato per la Tutela di Ponzano e Dintorni. Quest’ultimi due aspetti oltre a rammaricarmi mi faranno riflettere, nei prossimi giorni, sull’eventualità di rassegnare o meno le dimissioni da Presidente della Commissione della Cava della Brina.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia




























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News