Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 01 Dicembre - ore 21.00

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Caleo (Pd): "Enel e digestore, massima attenzione da parte del ministero"

Caleo (Pd): "Enel e digestore, massima attenzione da parte del ministero"

Sarzana - Val di Magra - “Il ministero dell'Ambiente sta trattando, tenendo conto della massima attenzione verso la salute dei cittadini, la procedura di Via per le valutazione ambientali della riconversione a gas della centrale Enel e il caso del biodigestore di Saliceti circa le conseguenze che una tale opere potrebbe avere sulla falda acquifera”. E' quanto afferma in una nota l'ex senatore Massimo Caleo, attuale responsabile nazionale del Pd del settore ambientale Aree protette e Parchi, all'indomani delle notizie ricevute direttamente dal sottosegretario del ministero dell'Ambiente l’on. Roberto Morassut (intervenuto ieri).

“Morassut – afferma Caleo – ha sottolineato che la procedura di Via per la riconversione a gas della centrale Enel a carbone della Spezia sta seguendo i primi passaggi presso la Commissione. Il ministero dell'Ambiente, per quanto di competenza e nel rispetto delle prerogative e dell'autonomia dei procedimenti, segue con partecipazione lo sviluppo della vicenda. Vicenda che certamente è vissuta con attenzione dalla popolazione dalle comunità del territorio spezzino, molto delicato dal punto di vista ambientale, tenendo presente che la Camera dei Deputati si è espressa all'unanimità nel dicembre scorso sulla chiusura della centrale e contro la sua riconversione a gas".

Per quanto riguarda il biodigestore, Caleo, riprendendo Morassut, segnala che "la procedura autorizzativa è in capo alla Regione Liguria ma il ministero dedicherà attenzione ai fini della tutela dell'ambiente e della salute dei cittadini. Come detto, massima attenzione riguardo alle eventuali implicazioni dell’opera sulla falda acquifera. E nel rispetto delle prerogative e delle attribuzioni previste dall'ordinamento, non mancherà di avvalersi delle valutazioni degli istituti nazionali di Ispra e Iss e di considerare la coerenza della previsione del biodigestore rispetto al quadro regionale del piano rifiuti ligure”. La scorsa estate il sottosegretario Morassut, su invito di Caleo, aveva preso parte a un incontro politico a Sarzana con al centro, appunto, temi quali Enel e biodigestore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia
















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News