Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 17 Luglio - ore 12.08

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Bufano (Pd): "Nuova sala giochi a Sarzana, serve battaglia politica comune"

L'esponente sarzanese del Partito democratico: "L'allarme di Don Martini non deve cadere nel vuoto".

Bufano (Pd): "Nuova sala giochi a Sarzana, serve battaglia politica comune"

Sarzana - Val di Magra - I dati pubblicati da L'Espresso nel dicembre scorso sulla diffusione del fenomeno delle slot machines in Italia e sul pauroso volume annuo delle giocate erano globalmente inquietanti. Ma erano in particolare drammatici quelli relativi a Sarzana.
Quasi 48 milioni di euro l'anno bruciati, inghiottiti in città dalla voragine di questa moderna schiavitù. Una media di più di 2.100 euro l'anno ad abitante, sul totale degli abitanti (circa 22.000), compresi bambini, pie donne, indigenti, sacerdoti, persone avare e benpensanti che non potrebbero o non vorrebbero mai giocare ad una slot machine.
Il dato - se confermato - è sconvolgente. È più del doppio di quanto si gioca - in media - a Spezia, a Carrara, a Massa, a Genova a Pontremoli; il triplo rispetto a Levanto, dieci volte di più che a Lerici. Ma più del doppio anche rispetto a Milano e a Roma. Ma come è possibile?
La ludopatia già dilaga a Sarzana molto più che altrove? E se si perché? Di quali carenze etiche, valoriali prima che economiche e psichiatriche dei Sarzanesi sarebbe indice questo abnorme dato? Oppure a Sarzana già ci sono molte più slot machines di quante ce ne siano nei paraggi sicché tutti vengono a giocare a Sarzana? E se fosse così quali responsabilità in chi governa ed amministra - ad ogni livello - evocherebbero un così dilagante fenomeno e un così triste primato?
E può una comunità - quella nazionale e quella locale - rassegnarsi di fronte a tutto questo, arrendersi alle regole e agli interessi del mercato globale e del commercio locale, nascondersi dietro gli alibi della liberalizzazione normativa e dell'irrinunciabile ritorno fiscale?
L'allarme lanciato da Don Martini per l'apertura dell'ennesima sala giochi a Sarzana non può, non deve cadere nel vuoto e deve chiamare alla mobilitazione delle coscienze di tutti e ad una battaglia politica ed amministrativa comune.

Paolo Bufano
Direz.prov.le PD - La Spezia

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia




























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News