Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 23 Novembre - ore 14.41

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Biodigestore in Provincia, Licari ci riprova: "Archiviare il procedimento autorizzatorio"

Intervento del consigliere provinciale del centrosinistra.

Nuova mozione

Sarzana - Val di Magra - Lo scorso 15 luglio, comitati e associazioni contro la costruzione del biodigestore di Saliceti, proponevano al Consiglio Provinciale di sposare una mozione che chiedeva di "Annullare la delibera del 6 agosto 2018 con la quale il Consiglio provinciale approvò il Piano d’area dei rifiuti per la provincia della Spezia. Procedere a una nuova edizione del Piano dei rifiuti che tenga conto del reale fabbisogno di smaltimento della nostra provincia, che blocchi la sua trasformazione in pattumiera genovese, delle nuove tecnologie con minori impatti sull’ambiente, dei siti che possono presentare minori rischi per la salute dei cittadini."

Sposate in pieno le motivazioni, ho protocollato la mozione, con l'obiettivo di portare una seria discussione in Consiglio. Cosa purtroppo non avvenuta dal momento che il segretario generale ha rilevato presunti vizi di legittimità tali da non permettere la votazione. È bene però ribadire che sulla pianificazione la Provincia non è entrata nel merito della mozione e dei vizi di legittimità che essa ha, bensì vi è stata una semplice limitazione a descrivere la procedura svolta. Quindi, il ragionamento che ormai è passato troppo tempo non pare coerente visto e considerato che la procedura è ancora in corso e la stessa Provincia si contraddice scrivendo che il piano si può sempre modificare. Se si può modificare vuol dunque dire che si può riaprire la procedura, ovvero quello che chiede nella sostanza la mozione. In particolare, questa modifica del piano è già stata effettuata, spostando il sito da Boscalino a Saliceti, senza però rispettare le procedure di legge e soprattutto quanto prevede lo stesso Piano di Ambito Regionale che ha recepito il Piano di area provinciale dell'agosto 2018.
Infine è grave quello che non viene riportato nella nota e cioè che il progetto di biodigestore presentato da Recos nel sito di Saliceti sia semplicemente uno sviluppo del Piano Regionale del 2015. Infatti quel Piano dava indirizzi precisi su come gestire i rifiuti organici e quindi sulle dimensioni dei biodigestori. Ad oggi, possiamo affermare con certezza che quel piano è stato stracciato e anzi stravolto in negativo, facendo ricadere su Saliceti un peso insostenibile. Motivi per i quali ho protocollato una nuova mozione, chiedendo di "Archiviare il Paur (Provvedimento autorizzatorio unico regionale) inerente il biodigestore di Saliceti e riaprire la procedura di pianificazione e la relativa Vas, fondata sull'esame di scenari alternativi in termini di siti e tecnologie per il trattamento di rifiuti organici."

Andrea Licari, Consigliere Provinciale

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia
















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News