Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 21 Settembre - ore 22.28

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Baudone: "Sulle Poggi-Carducci giunta ha fatto la scelta più facile"

Baudone: "Sulle Poggi-Carducci giunta ha fatto la scelta più facile"

Sarzana - Val di Magra - Ancora una volta rimango perplesso per le esternazioni della Sindaca Ponzanelli in merito alla sicurezza delle scuole e ciò che negli anni scorsi secondo lei non sarebbe stato fatto. Lei e la sua coalizione avete vinto democraticamente le elezioni ed ora tocca a voi amministrare la città evitando il ritornello “nulla è stato fatto” o “la situazione è disastrosa”. Queste argomentazioni sembrano solo un tentativo di nasconde le proprie incapacità.

Ero indeciso se esternare e ricordare ciò che abbiamo fatto nella scorsa legislatura per la sicurezza scolastica ma quando ho letto la lettera che la Sindaca ha inviato ai genitori, (io non l’ho ricevuta, forse i figli dei genitori ed ex amministratori del Pd, valgono meno di altri), non ho resistito ed ho ritenuto di rispondere punto su punto rispetto alle ingiuste affermazioni della Sindaca.

Nella scorsa legislatura abbiamo investito numerose risorse economiche per la messa in sicurezza degli edifici scolastici, dovendo anche fronteggiare alcune emergenze ed imprevisti come il crollo dei controsoffitti alla scuola della Bradia e alla materna Lalli.
Nonostante ciò abbiamo avviato un percorso di messa in sicurezza degli edifici scolastici incaricando ingegneri esterni per il calcolo dell’indice di vulnerabilità sismica in tutti gli edifici. Sapendo che sarebbero stati più i dolori che le gioie, nel senso che il patrimonio edilizio scolastico del comune è importante ma anche datato.

Ed in ragione di ciò abbiamo realizzato un mutuo per 570 mila euro per l’adeguamento sismico alla scuola Lalli, in quanto dalle ulteriori indagini eseguite a seguito del crollo del controsoffitto, emersero anche problemi strutturali.
Sempre sul fronte dell’antisismica con un altro mutuo di 350 mila euro siamo intervenuti per il miglioramento sismico nelle scuole di Nave e Ghiaia. Mentre con circa 26 mila euro abbiamo realizzato la cerchiatura di parte dei pilastri della scuola di San Lazzaro e impermeabilizzato la copertura della mensa della stessa scuola, per un importo di circa 20 mila euro.

Sono stati impiegati poi 12 mila euro per le termografie in tutti i plessi scolastici per capire lo stato di salute dei solai e dei possibili distacchi di intonaco. A seguito di queste indagini abbiamo impiegato 72 mila euro per prevenire il fenomeno degli “sfondellamenti” dei solai nelle scuole Poggi-Carducci, Marinella, Nave, S. Caterina, San Lazzaro, Sarzanello e il  Centro sociale Falcinello. Ulteriori 60mila euro solo per il rifacimento dei controsoffitti della scuola della Bradia.
Con un mutuo di 50 mila euro abbiamo regolarizzato i CPI (certificato prevenzione incendi), nelle scuola di Ghiaia e San Lazzaro, oltre ai 105 mila euro per gli interventi necessari all'ottenimento del CPI nelle scuole di Nave e S. Caterina. 20 mila euro per la revisione del parco antincendio di diversi edifici scolastici. E’ stata rifatta la pavimentazione della palestra Poggi-Carducci e allargamento del cancello lato Capoluogo investendo complessivamente circa 50 mila euro. Non si contano poi le risorse utilizzate per piccoli lavori di edilizia, idraulica ed elettrici.

Inoltre nel bilancio 2017 mettemmo ulteriori 300 mila euro per interventi di miglioramento sismico e 2,5 milioni di euro per il primo lotto della Poggi Carducci. Il nostro progetto su cui abbiamo chiesto i contributi prevedeva la costruzione di un nuovo plesso scolastico al posto della vecchia palestra, già chiusa da tempo, quindi spostare li parte degli alunni e lavorare sulla Poggi Carducci. Un lavoro di straordinaria importanza quello che abbiamo messo in piedi sulla sicurezza delle scuole, su cui non ci siamo mai sottratti e che abbiamo dimostrato con i fatti.
Per mesi avete fatto una campagna contro le nostre scelte sulla scuola Poggi-Carducci, poi ora invece “scimmiottate” le nostre scelte. Da qui si vede che questa giunta non ha le idee chiare e non capisce le esigenze della città. E' stata fatta la scelta più facile ovvero quella di chiudere la scuola e destinare gli alunni in altri plessi scolastici comunque non a norma. E questo spostamento creerà disagio alle famiglie e al personale scolastico.
Cara Sindaca, concludo dicendoti che in me non trovi certamente un alleato, anzi cercherò di contrastare democraticamente il tuo operato. Sono tuttavia serenamente pronto a riconoscere i meriti qualora riscontrassi cose positive. Per ora l’inizio non è stato dei migliori in nessuno dei settori in cui tu e la tua giunta avete provato ad agire (vedasi la “pizza in piazza”).

Massimo Baudone, ex assessore ai lavori pubblici

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia




























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News