Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 22 Aprile - ore 20.33

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Baudone: "Riaprire la ztl non aiuterebbe il commercio"

Baudone: "Riaprire la ztl non aiuterebbe il commercio"

Sarzana - Val di Magra - Non credo che aprire la ZTL aiuti il commercio cittadino. A mio giudizio significherebbe tornare indietro nel tempo in modo dannoso per la città, per la vivibilità del centro cittadino, che al contrario dovrebbe trarre la sua forza proprio dal fatto che è chiuso al transito delle auto nelle ore principali della giornata. Con la riapertura della ZTL ci si ritroverebbe solo le auto che scorrazzano per le vie del centro, soprattutto dopo le 21, in modo incontrollato e per di più quando i negozi sono chiusi. Senza contare che nel centro storico solo i residenti sono autorizzati a posteggiare l’auto e, solo in alcune aree a loro dedicate. Riaprendo la ZTL sicuramente tali stalli verrebbero occupati da altri, creando non pochi disagi per i residenti. È una visione miope pensare che aprire il transito alle auto in centro storico ne giovi il commercio.

La città in questi ultimi mesi è piombata in una crisi commerciale anche perché manca un progetto di rilancio del centro cittadino. Oltre alla mancanza di idee per rilanciare il centro storico, che è il cuore vitale della nostra città, manca soprattutto la sinergia tra le attività commerciali e l’Amministrazione comunale, la quale dovrebbe coordinare il lavoro attraverso manifestazioni di richiamo e di interesse. Non voglio fare polemica a tutti i costi con l’Amministrazione comunale e sono davvero preoccupato per le sorti della città, purtroppo però è innegabile che in questi otto mesi di giunta Ponzanelli stiamo un po’ tutti assistendo impotenti ad un declino del centro storico, senza che siano state promosse iniziative e/o progetti di ripresa. In tutta verità bisogna ammettere che Sarzana ha perso la sua attrattività per diversi fattori e le attività commerciali non sono sicuramente esenti da responsabilità. Infatti se da un lato manca o non si avverte un progetto di rilancio complessivo della città, dall’altro le attività commerciali negli anni non hanno saputo rinnovarsi ed offrire ne nuove proposte ne quella qualità che si addice al nostro territorio, che sempre di più i cittadini-utenti ricercano. Non siamo più negli ’80 e nemmeno ’90, intorno a noi sono cresciute altre realtà e città che hanno saputo raccogliere ambiti di turismo importanti, puntando soprattutto sulla qualità e sulle peculiarità dei loro vari territori.
 
Io sono uno tra coloro a cui non piace il turismo di massa e penso che Sarzana non debba rincorrere quella strada ma piuttosto qualificare un’offerta culturale e commerciale basata su di un mix di iniziative, puntando sulla qualità dell’offerta in tutti i settori e soprattutto valorizzare il patrimonio storico, ambientale, eno-gastronomico, facendo sinergia anche con altri Comuni, per poter offrire al visitatore e al turista un “pacchetto” il più ampio e attraente possibile.
 
Oggi la competizione in tutti i settori è globale, la sfida è con i siti di acquisti on line, con mete da sogno alla porta ormai di molti. Per questo o la città riesce a stare al passo con i tempi diversificando l’offerta rendendosi interessante e dando una motivazione per cui un turista debba venire a Sarzana, oppure credo che la partita sia persa in partenza indipendentemente dalla ZTL.
 
Dopo di che è risaputo che i mesi di gennaio, febbraio e forse anche marzo dal punto di vista commerciale sono molto duri ed è per questo che l’Amministrazione avrebbe dovuto pianificare per tempo degli eventi, in sinergia con le attività del centro, magari non durante il fine settimana, per provare ad attirare persone in città durante i giorni feriali.
Mi pare invece che si sia arrivati a questo punto nella totale impreparazione. Bisognerà aspettare fiduciosi la primavera e l’estate.

Massimo Baudone
ex assessore

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia




























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News