Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 10 Dicembre - ore 21.00

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Battistini: "Dialisi al San Bartolomeo pronta da un anno ma mai entrata in funzione"

Battistini: "Dialisi al San Bartolomeo pronta da un anno ma mai entrata in funzione"

Sarzana - Val di Magra - "Il nuovo reparto di dialisi del San Bartolomeo di Sarzana è pronto dal luglio 2017. Una nuova sala che avrebbe raddoppiato i posti disponibili è chiusa e inutilizzata da circa un anno. 20 postazioni di cura che avrebbero potuto entrare in funzione da settembre 2017 e che invece, ad oggi, sono ancora sigillate. L’ultima tegola per i pazienti dializzati, che aspettavano con ansia questi nuovi spazi, riguarda l’impianto dell’acqua. A pochi giorni dall’annunciata apertura del reparto i test avrebbero rilevato parametri fuori dalla norma. Le analisi eseguite da una ditta certificata avrebbero evidenziato, infatti, la presenza di acqua infetta negli impianti. Avevamo segnalato, circa due mesi fa, in quali difficoltà versasse il comparto dialisi della provincia spezzina. Mancavano, e continueranno purtroppo ancora a mancare, gli spazi per prendere in carico tutti i pazienti". La denuncia proviene dal consigliere regionale Francesco Battistini, del gruppo Rete a Sinistra - LiberaMente Liguria.

"In questo quadro la nuova struttura di Sarzana si presenta come vitale per porre fine a quanto sta purtroppo avvenendo: oltre all’aumento delle fughe verso la Toscana, l’istituzione del turno di trattamento notturno. Da un lato, dunque, gli ingenti costi, oltre 80.000 euro all’anno a paziente che va, costretto dall’assoluta disorganizzazione della direzione sanitaria di ASL5, a curarsi fuori regione. Dall’altro - prosegue Battistini - gli enormi disagi per i pazienti dializzati che devono recarsi in struttura di sera per sottoporsi ai lunghi trattamenti previsti in orari assai poco consoni. È chiaro dunque come il reparto di dialisi di Sarzana diventi davvero essenziale per la tenuta e il buon funzionamento del servizio. Oggi, infatti, la nefrologia, al massimo, riesce a prendere in carico 44 pazienti mentre con l’apertura dei nuovi spazi la sua capacità raddoppierebbe con 92 pazienti.
L’appello che facciamo, dunque, all’Assessorato alla Sanità e soprattutto al Direttore Generale di ASL5, Andrea Conti, è quello di far luce sull’accaduto e procedere, nel più breve tempo possibile a risolvere la questione. Come Gruppo consiliare presenteremo una interrogazione in Consiglio Regionale su quanto accaduto per far luce sulle cause, sulle eventuali responsabilità e per conoscere come si intende procedere, con quali costi e soprattutto con quali tempistiche di risoluzione. Il reparto di dialisi del San Bartolomeo di Sarzana deve essere aperto quanto prima e in totale sicurezza. Solo così potremmo migliorare sensibilmente la vita dei pazienti nefrologici dell’intera provincia spezzina".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia





Quanto spenderete per i regali di Natale?



























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News