Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 15 Gennaio - ore 19.55

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Balneari, Castagna (Pd): "Fratelli d'Italia, anti europeisimo strumentale"

Intervento di Francesca Castagna, vicesegretario Pd Sarzana.

Balneari, Castagna (Pd): "Fratelli d'Italia, anti europeisimo strumentale"

Sarzana - Val di Magra - La responsabile ligure del dipartimento  marittimo e stabilimenti balneari di Fratelli d'Italia Costanza Bianchini, titolare di un Bagno a Marinella,   con un intervento apparso  sulla stampa,  se la prende con il Governo per non aver creato i presupposti  normativi per consentire ai Comuni  costieri di prorogare automaticamente  le concessioni demaniali  fino al 2033, ma lo fa ben sapendo che la verità  è  diversa. Il Governo, mediante il "decreto rilancio" della scorsa estate, che ha disposto la proroga automatica  delle concessioni, ha fatto esattamente  quello che oggi gli viene imputato di non avere fatto.
Il problema  è che la normativa europea  non consente proroghe automatiche delle concessioni  demaniali, ma prevede  che, alla loro scadenza, esse vadano a gara.Il problema è  che la normativa europea è  sovraordinata rispetto a quella nazionale. Il problema è che il Consiglio di Stato si è espresso sulla questione affermando che la legge italiana deve essere disapplicata nel caso in cui diverga da quella europea. Il problema è che la Procura generale della Repubblica ha fatto sapere ai Comuni come la pensa nel caso dovessero rilasciare provvedimenti di proroga delle concessioni (ed è principalmente per questo che i funzionari comunali si guardano bene dal concedere proroghe).Il problema  è che l'Europa ha messo in mora l'Italia, proprio una settimana fa, in relazione alla mancata applicazione della c.d. Direttiva  Bolkestein .
È  quindi evidente che la partita si stia giocando fra Italia ed Europa e che il Governo ha fatto tutto quanto è in suo potere per  risolvere tale questione nel senso desiderato dai concessionari.
Sembra impensabile  che nelle condizioni  in cui versa oggi l'Italia ( ma anche il mondo intero), si facciano decadere le concessioni e si disponga normativamente affinché  vengano subito effettuate le gare per riaffidarle. È  auspicabile che venga invece consentito al nostro Paese di poter avere il tempo di normare la questione contemperando le giuste aspettative ed i legittimi interessi di quanti hanno investito una vita intera negli stabilimenti balneari  con l'altrettanto  irrinunciabile principio di salvaguardia della libera concorrenza; senza indulgere a strumentale antieuropeismo

Francesca Castagna 
Vicesegretario PD Sarzana

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia
















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News