Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 19 Settembre - ore 19.59

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Arcola, Pd: "Opposizione assente per non votare sul biodigestore"

"Non volevano andare né contro Toti e Giampedrone, né contro la cittadinanza. Una vera mossa del cavallo".

"Ma quale Aventino..."

Sarzana - Val di Magra - “L'opposizione consiliare di Arcola non ha partecipato al consiglio comunale del 30 luglio perché, per appartenenza politica al centrodestra o comunque per pulsioni pre elettorali, ha registrato una forte difficoltà politica a prender parte a una seduta in cui si richiedeva al presidente Toti ed all’assessore Giampedrone il ritiro della pratica di approvazione del progetto del biodigestore di Saliceti”. Lo rilevano il gruppo consiliare e l'unione comunale del Partito democratico di Arcola, non credendo alla 'versione' sulla mancata partecipazione fornita dalla minoranza, che in una nota pre consiglio aveva parlato di mancanza di collaborazione e trasparenza.

“L’atto di diserzione della minoranza – continuano dal Pd - non si giustifica con le accuse dichiarate perché esistono i termini giuridici e regolamentari, in particolare nel rispetto dell’art. 13 del Regolamento del Consiglio Comunale di Arcola, per far valere le proprie ragioni proprio in sede consiliare, sino ad arrivare a chiedere l’invalidazione del punto all’ordine del giorno o dell’intera seduta, qualora siano dimostrate le eventuali anomalie procedurali poste in atto dall’Amministrazione. E i funzionari competenti, a partire dalla figura del segretario comunale, non possono esimersi, salvo assumersi pesanti responsabilità, dal fornire ad ogni consigliere comunale in modo oggettivo e nella medesima seduta consiliare pareri di legittimità sulle procedure adottate riguardo alle contestazioni rilevate”.

Insomma, per i Dem la ragione dell'assenza dei consiglieri di Lega, Cambiamo con Toti e Alternativa per Arcola è motivata dal “quinto punto all’ordine del giorno della seduta, cioè la richiesta alla Regione Liguria di archiviare il procedimento in atto di approvazione del Biodigestore di Saliceti. Il testo proposto in approvazione ai consiglieri era depositato agli atti secondo i tempi regolamentari e ci risulta che esponenti della minoranza ne abbiano preso visione per tempo. In buona sostanza la nostra opposizione consigliare non ha voluto scontrarsi con gli attori regionali che andrà a sostenere nell’imminente campagna elettorale e contestualmente non ha voluto dire di sì al progetto per non andare in collisione con i propri elettori, contrari a prescindere dall’appartenenza, soprattutto a Santo Stefano, Vezzano e Arcola. Una mossa del cavallo, degna di ottimo giocatore di scacchi, saltando l’ostacolo senza partecipare, dimostrando nei fatti che più che il richiamo dell’Aventino risentono quello di Piazza De Ferrari”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia
















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News