Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 19 Settembre - ore 19.59

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Alleanza civica: "E ora i candidati dicano la loro sul biodigestore"

I forcieriani: "Centrodestra al servizio di Genova, centrosinistra non è riuscito a sensibilizzare, sindacati poco interessati".

"Impianto obsoleto"

Sarzana - Val di Magra - Anche Alleanza Civica La Spezia - Avantinsieme, forza rappresentata in consiglio comunale da Lorenzo Forcieri, si fa sentire quest'oggi sulla questione del biodigestore di Saliceti. Un biodigestore, impianto per la trasformazione di rifiuti organici in gas metano, dimensionato e sufficiente per il fabbisogno della nostra provincia, era previsto in località Boscalino - si legge nella nota di Ac -. Improvvisamente Recos Iren, ex Acam, ha chiesto alla Regione l'autorizzazione a triplicare l’impianto e spostare il sito a Saliceti, nel comune di Vezzano Ligure, al confine con quello di Santo Stefano. Un luogo vicino ad abitazioni e al Fiume Magra, nel cui sottosuolo vi sono le falde acquifere da cui proviene l’acqua potabile per tutta la nostra provincia. Perché questo cambiamento? Il nuovo impianto potrà arrivare a smaltire quasi centomila tonnellate di rifiuti organici l’anno, molto più del doppio dell'organico prodotto dalla nostra provincia. E allora? La risposta è semplice: a Saliceti arriveranno anche e soprattutto i rifiuti organici di Genova e di altre parti della Regione".

"Nonostante le perizie di importanti geologi - si legge ancora -, quali il prof Raggi dell'università di Pisa, la Regione ha deciso di andare avanti, assecondando Recos Iren nel suo progetto. E la politica locale? Il centro destra ha cercato di mettere in sordina la questione dimostrando di essere al completo servizio di Genova e dei suoi interessi. L'opposizione, nonostante i proclami roboanti, non è riuscita a creare un vero e proprio “cartello” dei comuni interessati e retti da amministrazioni di centro sinistra né si è data da fare per sensibilizzare l'opinione pubblica della Spezia e della provincia sui rischi che si possono correre in caso di fuoriuscita di liquami dal biodigestore. Anche i sindacati, per quanto il numero degli occupati dal nuovo impianto sarà esiguo, non sembrano molto interessarti ad aprire un contenzioso con Recos Iren e con la Regione. La battaglia è stata condotta, e continua ad esserlo in prima persona dai comitati locali con l'appoggio di alcune associazioni ambientaliste, presi poco sul serio, perché accusati di appartenere al fronte del no sempre e comunque".

"Avantinsieme Alleanza Civica - conclude la nota - è contraria alla localizzazione a Saliceti perché ritiene che la nostra provincia abbia già pesantemente pagato in termini di danni e scempi ambientali e che perciò non possa farsi carico delle inadempienze e delle incapacità progettuali di Genova e della sua classe dirigente; che un impianto del genere, non costituisca un centro tecnologicamente avanzato capace di creare altro lavoro qualificato nella provincia, ma al contrario ritiene che quella tecnologia sia addirittura ormai in via di obsolescenza. E, ultimo ma non ultimo, giudica scellerato che si possa mettere a rischio la potabilità dell'acqua dei nostri acquedotti e la salute degli abitanti della zona con il rischio di diffusione di miasmi nell'aria circostante. Si devono trovare altre soluzioni: Genova deve prendersi le proprie responsabilità ed accollarsi la propria “rumenta”. La Spezia non è e non deve diventare la pattumiera della Liguria. Chiediamo a tutti i candidati alle prossime elezioni, a partire dai candidati presidente, di esprimersi chiaramente su questo problema, importantissimo per
il nostro territorio e l’intera regione”. Candidati tra i quali c'è anche Massardo, al quale Alleanza civica la scorsa settimana ha tolto il sostegno, senza darlo ad altri cavalli in corsa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia
















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News