Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 10 Dicembre - ore 17.10

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

"Soppressione Parco è offensiva brutale"

Lunedì prossimo la proposta di legge del consigliere Costa sarà affrontata in Commissione, non ancora in consiglio.

Pd e Art1 sulle barricate

Sarzana - Val di Magra - Lunedì 9 dicembre la proposta di legge del consigliere regionale Andrea Costa (Liguria popolare), che comporta la soppressione del Parco di Montemarcello, Magra e Vara, sarà affrontata in Commissione. “Non so come si concluderà – spiega Costa – so solo che ho ascoltato tutti, ho apposto delle modifiche e sono ancora pronto ad ascoltare tutti, compresi quelli che non la pensano come me”. Un'idea che com'è noto ormai da tempo ha acceso un fronte di protesta, nel novero del quale spicca il presidente dell'ente Pietro Tedeschi, che anche oggi ha ribadito le sue ragioni nel corso di una conferenza stampa. Secondo il coordinamento provinciale di Articolo 1 – Mdp “il centrodestra ligure si prepara a fare un'altra solenne porcheria. I Parchi semmai vanno finanziati e fatti funzionare meglio, non vanno certo cancellati. Ciò che ci colpisce e sorprende è che l'offensiva brutale e volgare al Parco stia passando nel più desolante silenzio di buona parte degli enti locali. Sia la Palmaria sia il Parco sono oggetto di un attacco miope frutto di malcelati appetiti di natura speculativa ed immobiliare”. Dal Forum ambiente del Pd in una nota segnalano che “il Parco ha fatto molto per impedire cementificazioni incontrollate e sta tutelando la biodiversità bel nostro territorio. Il consigliere Costa ha presentato una proposta di legge per l’abolizione del Parco, proponendo poi, recentemente, un emendamento alla stessa, che prevede il passaggio della gestione alla Provincia, un cambio di forma, ma non di sostanza visto le risorse umane e finanziarie che questo ente ha a disposizione. Non si evidenziano in questa richiesta motivazioni giustificate ma piuttosto una sospetta intenzione di togliere quei vincoli che hanno il senso di tutelare un territorio e non gli interessi di pochi. E’ ormai sempre più chiaro come questa giunta stia prendendo decisioni che vanno contro l’interesse del territorio e dei suoi abitanti. Altri esempi significativi: Palmaria, biodigestore di Saliceti, Enel”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia




























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News