Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 24 Ottobre - ore 21.15

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

"Precedenza al ponte di via Falcinello", ma la proposta del Comitato è bocciata

Il consiglio comunale ha discusso, e respinto, la mozione presentata dai cittadini. Maggioranza: "Non si possono spostare fondi di via Paradiso", opposizione: "C'è rischio idraulico".

infrastrutture sarzanesi
"Precedenza al ponte di via Falcinello", ma la proposta del Comitato è bocciata

Sarzana - Val di Magra - Approdata per la prima volta in consiglio comunale non è stata approvata la mozione presentata dal comitato Sarzana, che botta! (e partita da una petizione), che aveva individuato come priorità la demolizione e la ricostruzione del ponte di via Falcinello e chiesto all'Amministrazione di dare precedenza all'intervento (QUI) rispetto al nuovo attraversamento all'altezza del Berghini, per il quale il Comune ha ottenuto un finanziamento regionale. In fase di voto infatti la maggioranza ha respinto la proposta con nove voti mentre l'opposizione ha votato favorevolmente con Giorgi, Mione e Mazzanti, astenendosi con Lorenzini, Raschi e Castagna.

Motivazioni quelle di Cambiamo, Lega, Sarzana Popolare e FdI, sintetizzate dal presidente del consiglio Rampi: “Ringrazio il Comitato per lo stimolo e l'attività di segnalazione e verifica su problematiche urbanistiche del territorio. Stimoli che consentono dibattiti, approfondimenti con una proposta di mozione in cui si chiede di sospendere un piano di intervento sulla viabilità oggetto di attenzione di varie legislature ma che questa amministrazione ha ottenuto fondi per realizzare. È però improprio e illegittimo sollecitare che queste risorse, destinate a un preciso progetto, vengano dirottate su un altro intervento che viene definito prioritario. Votare la mozione – ha aggiunto – vorrebbe dire invitare l'amministrazione a perdere l'opportunità di finanziamento mentre è giusto che le due opere abbiano pari dignità. Ricordo che giunta e consiglio comunale si sono già mobilitati per il ponte di via Falcinello votando la progettazione esecutiva all'interno dell'assestamento di bilancio”.

“La questione è la priorità di intervento – ha osservato invece Lorenzini (Pd) – capire da dove era meglio partire. Lo dico facendo anche autocritica perché anche l'ultima consigliatura ha focalizzato l'interesse su Via Paradiso ma effettivamente quelle precedenti avevano messo a fuoco la questione di via Falcinello. Gli accadimenti di questi anni dovevano indurci a dare priorità all'intervento più urgente, nella fattispecie prima via Falcinello e poi via Paradiso. Benché non ci siano problemi di staticità è evidente come la rilevanza strategica di un'infrastruttura è nettamente superiore all'altra. L'ufficio tecnico ha sottolineato come ci sia necessità di una verifica sismica, così come chiede anche la mozione. È evidente che ci sia preoccupazione attorno alla struttura che non ha solo problematiche idrauliche visto che può far da 'tappo' in caso di piena. Bisogna recuperare il tempo perso e far correre il più veloce possibile la pratica di via Falcinello”.

Più netta la posizione di Mione (In azione per Sarzana): “Abbiamo un ponte pericoloso, che in caso di bomba d'acqua rischia di fare allagare la città, e invece ne facciamo uno per risolvere un problema di viabilità. La campagna elettorale è finita, le cose vanno fatte bene e seriamente, bisogna pensare alle priorità. Quello che dice Sarzana, che botta! è vero e lo sappiamo tutti dal 2008, è difficile non votare un ordine del giorno di questo tipo, facciamo prima le cose urgenti e poi le altre. Se avete i soldi per farli entrambi vi facciamo la ola – ha aggiunto – ma se bisogna scegliere allora diamo precedenza a quello più urgente”.

“Il problema del ponte di via Falcinello è stato sottovalutato in precedenza – ha affermato Pizzuto (Sarzana Popolare) – e l'amministrazione ha tutto l'interesse a far correre il più possibile l'intervento di demolizione e ricostruzione. La realizzazione di quello di via Paradiso deriva da un accesso a linee di finanziamento intercettate attingendo al fondo strategico regionale ed è importante perché serve una zona molto trafficata”. Per Raschi (Italia Viva) “l'errore dell'Amministrazione è stato nella definizione delle priorità sugli interventi, il ponte di via Falcinello è una priorità e bisognava intervenire prima. Sarebbe un errore considerare queste opere 'alternative', sono tutte importanti”. Quindi Luca Ponzanelli (Cambiamo): “La petizione propone di rinunciare all'intervento di via Paradiso e ridestinare i fondi a via Falcinello ma non è possibile traghettare somme da un parte all'altra. Sono stati costruiti percorsi amministrativi chiari, il ponte di via Falcinello si aggiunge a quello di via Paradiso e della Budella per la mitigazione del rischio. Il tema di ponti e viabilità investe la città da decenni e negli ultimi due anni questa amministrazione si è data da fare, alcuni criticano ma non hanno mai fatto nulla”.

“Il ponte di via Falcinello merita di avere la precedenza – ha affermato Giorgi (M5S) – c'è un rischio idraulico importante. Sicuramente il finanziamento non può essere destinato ad altro uso ma sono fondi pubblici e possono essere usati per delle priorità. L'amministrazione avrebbe potuto intervenire prima”. L'esponente dell'opposizione ha inoltre sollevato la questione dell'attraversamento di via Turì dove le auto viaggiano a doppio senso e non ci sono spazi in sicurezza per i pedoni. “Le due attività di costruzione e ricostruzione devono andare di pari passo – ha concluso Mazzanti (In azione per Sarzana) – il livello di importanza strategico non può essere comparato perché il ponte di Falcinelòlo ha una portata superiore di auto ed è un collegamento più utilizzato. Spero che tutte le opere vengano portate a conclusione a differenza di quanto avvenuto in via Cisa dove la parte pedonale non è in sicurezza. L'avevo segnalato l'anno scorso e lo rifaccio oggi”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia
















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News