Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 20 Gennaio - ore 21.41

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

"Pizzuto e Sarzana Popolare in ossequioso silenzio di fronte all'arroganza della maggioranza"

la replica di Mazzanti
"Pizzuto e Sarzana Popolare in ossequioso silenzio di fronte all'arroganza della maggioranza"

Sarzana - Val di Magra - Prosegue il botta e risposta al vetriolo fra gli ex consiglieri comunali di Sarzana Popolare Andrea Pizzuto e Fioretta Mazzanti. Oggi è quest'ultima, recentemente passata all'opposizione, a replicare alle affermazioni dell'ex capogruppo che nel pomeriggio esordirà in consiglio come esponente di Fratelli d'Italia (QUI).
"Mancava all’appello la replica di Pizzuto dopo il silenzio assordante dei Popolari capaci solo di ringraziarlo per essersene andato e di aver notato un piccolo difetto di comunicazione nella nota di Fratelli d’Italia (QUI). Sono felice - afferma Mazzanti - che si sia finalmente fatto sentire, pur dicendo, al solito, nulla degno di nota. Non c’è alcun livore, caro Pizzuto, beninteso; ma la semplice constatazione di chi, come correttamente dice, e’ stata obbligata ad una “silente presenza in consiglio comunale” da un gruppo - ed un capogruppo - che da due anni a questa parte non ha fatto nulla di più di quanto fatto dalla sottoscritta, se non restare, talvolta in modo imbarazzante, in ossequioso silenzio di fronte all’arroganza di una maggioranza i cui danni si stanno facilmente registrando giorno dopo giorno. Eppure, a quell’obbligato silenzio in consiglio comunale corrispondeva un’infervorata attività nelle riunioni dei Popolari durante le quali era stato chiaramente deciso, con il capogruppo tra i più convinti, di lasciare questa maggioranza se non fosse cambiato il vento. Il vento non e’ mai cambiato - aggiunge - ma il timore di dover fare quanto “minacciato” ha sempre condotto ad un nuovo ultimatum, per arrivare, come giustamente fatto notare, alla conclusione di un’esperienza politica - o, più’ chiaramente, ad un plateale fallimento - che tuttavia non può registrare come una cosa fatuale ma della quale dovrebbe assumersi la piena responsabilità, nel rispetto di quegli oltre mille cittadini che le hanno dato fiducia e che forse non si riconoscono - almeno in gran parte - nei valori del partito nel quale si e’ accasato".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia
















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News