Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 23 Gennaio - ore 14.22

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

"Personale comunale sottodimensionato e nel 2021 in tanti se ne andranno"

Intervento dell'ex assessore sarzanese Roberto Bottiglioni.

La replica
"Personale comunale sottodimensionato e nel 2021 in tanti se ne andranno"

Sarzana - Val di Magra - La consigliera Avidano giudica “surreali” (QUI) le critiche da me mosse alle politiche del personale della Giunta Ponzanelli perché provenienti dal sottoscritto, che era assessore all’urbanistica all’epoca del  cosiddetto Progetto Botta che, a suo dire, avrebbe inferto una ferita alla città. Ricorderò alla consigliera Avidano che quel Progetto  venne approvato dal Consiglio Comunale nel 2009 e che perfino il consigliere Carlo Rampi, all'epoca alfiere dell'opposizione, ritenne di astenersi al momento della votazione. L’anno successivo la coalizione di centrosinistra si sottopose al giudizio della città inserendo quale punto qualificante del  Programma di governo del candidato sindaco proprio la realizzazione del Progetto Botta: ottenne - alle ‘comunali’ di allora -  il 67% dei voti dei Sarzanesi, più di due elettori su tre. Subito dopo, il Progetto iniziò ad essere realizzato lungo Via Muccini, fino a quando i problemi della Carige non determinarono la paralisi di quell'istituto bancario (che finanziava decisivamente l'iniziativa)  e quindi dei lavori (che, senza la crisi di Carige, risulterebbero oggi ultimati da tempo). Ebbene, la coalizione di centrosinistra si ripresentò alla città in occasione delle ‘comunali’ del 2013 ed il suo candidato sindaco  ottenne, grosso modo, lo stesso consenso tra i sarzanesi (67%, ovvero due elettori su tre)...
Per quanto riguarda gli strascichi finanziari che, a detta della Avidano,  il Progetto Botta avrebbe determinato, la inviterei a fornire i  dati cui si riferisce,  visto che il soggetto attuatore del Progetto Botta ha versato nelle casse del Comune di Sarzana oltre sette milioni di euro, e non a titolo di oneri di urbanizzazione. La signora Avidano, quindi, può del tutto legittimamente  criticare quel Piano urbanistico, ma dovrà riconoscere  che quelli che le ho rammentato sono fatti oggettivi e non discorsi od opinioni e che quando la città fu chiamata, per due volte, ad esprimersi,  lo fece senza titubanze, con un consenso plebiscitario...
Quanto al personale comunale (che è tutt'altro argomento) io mi sono limitato a riferire dati oggettivi. Per due anni  l'Amministrazione Ponzanelli, pur di non avvalersi delle prestazioni dei dirigenti o delle figure apicali preesistenti  (che con competenza e passione per tanti anni avevano diretto gli uffici comunali) anziché indire concorsi, come la consigliera Avidano sostiene fantasiosamente,  ha  preferito privarsi di tutte  le figure dirigenziali presenti ed  accentrare la direzione di tutti gli uffici nelle mani di chi era anche il Segretario Generale dell’Ente, certamente non assunto mediante un concorso, ma scelto direttamente dal Sindaco sulla base di una valutazione fiduciaria di cui la Ponzanelli sarà esclusiva responsabile.
Ed è ugualmente un fatto incontrovertibile (che la Avidano non può negare) che con questa Giunta di destra  25 dipendenti, chi per un motivo chi per un altro, hanno lasciato il Comune, che si è ritrovato con un organico di soli 110 dipendenti, notevolmente sottodimensionato rispetto alla pianta organica e privo di diverse decine di figure professionali assolutamente necessarie a garantire un dignitoso funzionamento della macchina comunale, come del resto riconosce lo stesso  assessore Baroni.
Ed è ugualmente notorio che nel 2021 numerosi dipendenti lasceranno il Comune  e che serpeggia tra i dipendenti comunali un continuo fermento per conoscere se esistano possibilità lavorative presso altri enti pubblici vicini.
Ed è infine innegabile che giammai tra i dipendenti comunali e l’Amministrazione civica si è determinato un contenzioso con proporzioni paragonabile a quello oggi in corso.
È per tutti questi motivi che ho invitato la Giunta Ponzanelli a mettere da parte i pregiudizi giudicando i dipendenti unicamente sulla base dell'apporto che essi  possono dare alle risposte che il Comune è quotidianamente chiamato a fornire ai cittadini. Al sottoscritto sta a cuore soltanto che il Comune funzioni e che ai dipendenti vengano assicurati il rispetto della loro dignità e dei loro diritti, anche se ad amministrare il Comune di Sarzana c’è oggi una Giunta sotto ogni aspetto assai distante da quella che - a mio avviso - i Sarzanesi meriterebbero.
                              
Roberto Bottiglioni, ex  assessore al Personale ed ex assessore all'Urbanistica del Comune di Sarzana.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia
















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News