Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 18 Giugno - ore 14.17

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

"Noi per Castelnuovo" con Isoppo: "Siamo la svolta civica e affidabile"

Presentata la lista che dopo cinque anni all'opposizione lancia la sfida ai partiti: "Noi vicini ai problemi della gente. Basta sprechi e degrado, serve un piano strategico".

"vogliamo salvare il paese"

Sarzana - Val di Magra - “Oggi in questa piazza non ci sono né consiglieri regionali né parlamentari, questo non ci indebolisce ma ci rafforza perché ci siamo noi castelnovesi che rappresentiamo tutti i cittadini e non dobbiamo rispondere a nessun comando imposto dall'alto”. Così questa mattina a Colombiera Maria Luisa Isoppo, candidata sindaco di “Noi per Castelnuovo”, unica lista civica fra le quattro in corsa per le prossime amministrative del 26 maggio. Una composizione apartitica più volte ribadita nel corso della presentazione del gruppo che, dopo cinque anni di opposizione, si ripresenta con sei conferme e altrettante novità e con la consigliere uscente pronta a sfidare gli avversari Montebello, Nioi e Ridolfi.

“Chi ha governato fino ad oggi – ha sottolineato – non ha visto il degrado in cui versa il nostro Comune, non ha visto il dissesto idrogeologico, un impianto fognario malfunzionante, la viabilità scadente, una scuola senza palestra o molti dei beni comunali assegnati in modo improprio senza un ritorno economico per la comunità. È stato sprecato troppo denaro pubblico – ha proseguito Isoppo – sono stati spesi tanti soldi nella strada di Tavolara che serve a pochi o nel canile finanziato per tanti anni senza mai avere una concessione o un regolamento e che ora è chiuso. Non possiamo pensare che i nostri soldi vengano investiti in mostre fotografiche che non fanno rientrare denaro alla comunità, non si può puntare solo un obiettivo”.

“Come consiglieri – ha aggiunto la candidata – abbiamo presentato più di 200 mozioni su tutte le tematiche più importanti e abbiamo sempre avuto ragione facendo anche risparmiare denaro alla comunità. Il nostro è un paese ricco di risorse dai monti, ai laghi, i fiumi, il torrente e il mare, dovremmo vivere di turismo ed impedire che questo bene ci venga distrutto. Mi sono candidata a sindaco come donna, madre e medico di famiglia vicina ai problemi quotidiani della gente. Mi sono sentita in dovere di svolgere questo compito per portare avanti ragionamento politico fatto di piccole cose: noi vogliamo salvare Castelnuovo. Vogliamo realizzare e migliorare qualità dei servizi per anziani e disabili realizzando un centro diurno, una palestra, un progetto di valorizzazione del territorio a fine turistici e ricreativi, valorizzare i borghi, riqualificare le aree in abbandono come Filippi, Cento Tetti, Tavolara. Vogliamo l'aggiornamento del Puc per fermare il consumo del territorio e puntare sulla valorizzazione dell'agricolo. La nostra è unica e vera rinascita per Castelnuovo".

Con lei ci sarà ovviamente Euro Mazzi, consigliere di lungo corso e uno dei due assessori già designati in caso di vittoria: “In questi cinque anni sono stati spesi una barcata di soldi per attività ricreative contro le quali non abbiamo nulla ma organizzare due mostre e spendere 70mila euro non è compito del Comune. In quattro anni sono stati spesi quasi 800mila euro per iniziative che avrebbero dovuto gestire altri e senza valorizzare le eccellenze locali. I benefici delle mostre di McCurry ed Erwitt sono andati ad un'agenzia milanese, ma anche se la qualità è più scarsa allora meglio investire su professionisti locali. Vogliamo spezzare il circuito di produzioni di eventi legato al solito partito. Anche all'enoteca – ha attaccato – sono stati dati 138mila euro ma il Comune non dovrebbe finanziare persone agiate ma sostenerle in altro modo”.
Poi su Tari e rifiuti: “Avvieremo le trattative per arrivare a un sistema di raccolta che costi molto meno di quello attuale. È un bene che il comune non sia in deficit e sia pieno di soldi ma non è lecito che continui a prendere denaro dalle tasche dei cittadini”.

Altro assessore designato è Francesco Baracchini: “E' possibile credere in nuove strategie per lo sviluppo sostenibile di questo paese – ha detto – attraverso la valorizzazione delle sue risorse. È fondamentale reperire risorse studiando un piano strategico che metta in sinergia pubblico e privato creando un marchio territoriale e aree tematiche presenti sul nostro territorio. Il nostro è un progetto ambizioso ma di vero cambiamento”.
Infine il coordinatore della lista civica Paolo Molinari: “Siamo un gruppo di cittadini uniti per dare un svolta affidabile a Castelnuovo. Siamo l'unica vera lista civica che non è espressione di partiti di centrodestra o centrosinistra. Siamo vicini alle problematiche della gente e in questi anni in consiglio abbiamo fatto un lavoro faticoso ma fondamentale tenendo spesso testa a Montebello. Siamo pronti a lavorare con affidabilità e credibilità”.


Candidati lista “Noi per Castelnuovo” - Maria Luisa Isoppo sindaco
Euro Mazzi, Francesco Baracchini, Giorgio Salvetti, Paolo Molinari, Cristina Giovanna Centofanti, Donatella Chiappini, Patrizio Conti, Isabella Iardella, Alberto Marchi, Daniela Maria Rosa Menconi, Francesca Tognetti, Ornella Tonelli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia




























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News