Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 15 Agosto - ore 11.57

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

"No all'abolizione del Parco di Montemarcello"

I consiglieri regionali di Pd e LiberaMente Rete a Sinistra si schierano nuovamente contro la proposta di abolizione dell'ente: "Non è un poltronificio, per la maggioranza equilibri di potere contano più dell'ambiente".

La richiesta di Paita, Michelucci e Battistini
"No all'abolizione del Parco di Montemarcello"

Sarzana - Val di Magra - Dopo il presidente del Parco Pietro Tedeschi, ascoltato questa mattina in Commissione Ambiente e territorio della Regione, anche i consiglieri regionali spezzini Paita e Michelucci per il Pd e Battistini per LiberaMente-Rete a Sinistra, hanno ribadito la propria vicinanza all'ente che rischia la chiusura.
“Abbiamo chiesto l’audizione dei rappresentati dell’Ente – spiegano gli esponenti Pd – per fare il punto sui risultati ottenuti dal Parco in questi anni. Il presidente ha illustrato l’attività dell’Ente, le spese e i costi, sottolineando che per il 2017 la Giunta Toti ha tagliato del 25% i fondi per i parchi liguri. Tedeschi ha parlato anche dei tanti interventi messi in campo per lo sviluppo del parco: dalla manutenzione al sostegno delle attività outdoor, dai progetti per migliorare la fruibilità sportiva del fiume Vara agli interventi sul percorso ciclabile, fino alla riattivazione del bike sharing. A fronte di tutto ciò abbiamo chiesto al presidente Toti se sia intenzionato a votare la legge proposta da due esponenti della sua maggioranza per l’abolizione del Parco, ma il governatore, con un certo imbarazzo, ha preferito non rispondere (visto che si tratta di due consiglieri determinati per gli equilibri della sua coalizione). Dopo quasi tre anni di governo regionale non esiste alcun progetto di riforma dei parchi liguri e l’unica idea che ha Toti per lo sviluppo delle aree verdi è legata al merchandising”.
I consiglieri del Partito Democratico ricordano che “la Giunta ligure non ha stanziato neppure un euro per la bonifica delle circa 40 discariche abusive lungo il fiume Magra e che, col taglio del 25% ai fondi dei Parchi, molte persone rischiano di perdere il posto di lavoro. Il Pd – concludono Paita e Michelucci – ha proposto alla Regione di trasformare i 10 punti stilati da Federparchi per la gestione delle aree protette in una legge vincolante, trovando piena convergenza col resto della minoranza. Tutta l’opposizione è contro la cancellazione del Parco di Montemarcello Magra Vara. E crediamo che lo siano anche alcuni dei 16 consiglieri della maggioranza. Ma per non alterare la fragile tenuta della coalizione, il centrodestra preferisce votare una legge sbagliata e abolire il Parco di Montemarcello. Cioè l’ambiente e il territorio contano meno dei loro equilibri di potere”.

“Il Parco di Montemarcello nel 2017 ha ottenuto un bilancio complessivo di circa 590 mila euro, tra entrate proprie e fondi regionali. Queste risorse sono state impiegate, va sottolineato, quasi totalmente per il territorio e il suo sviluppo – dichiara invece Battistini - . Da sfatare è il mito di un “ente poltronificio” creato per parcheggiare qualche politico rimasto senza seggiola. Nel 2017, infatti, la spesa per gli organi politici è stata complessivamente di appena 100 euro al mese. I dipendenti che svolgono un’importante funzione amministrativa e progettuale sono pochi: solamente 7 unità, due delle quali assunte in virtù di progetti europei attivi. Sono 4 gli operatori a tempo indeterminato e 3 a tempo determinato. Mancano all’appello il 50% delle risorse umane previste dalla Legge Regionale che istituì, nel 1995, il Parco di Montemarcello-Magra-Vara – spiega Battistini -. Anche le risorse finanziarie erogate dalla Regione Liguria in questi ultimi anni si sono ridotte drasticamente. Dal 2015 ad oggi l’importo con cui la Regione ha finanziato il Parco del Magra è passato dagli oltre 580 mila euro ai 417 mila del 2017. Nonostante queste ristrettezze, però, a fronte di circa 730 mila euro di trasferimenti regionali, per spese di investimento, nel periodo tra il 2013 e il 2017, il Parco del Montemarcello ha saputo quintuplicare le risorse, attraverso la gestione di progetti, per un importo di 3.650.000 euro. Se la maggioranza che siede in Regione Liguria, guidata dal Governatore Toti, dovesse sopprimere questo Ente ci troveremmo davanti all’ennesimo pasticcio istituzionale prodotto dal presunto annullamento delle Province – sottolinea Battistini -. Verrebbero meno le funzioni di area vasta, di progettualità, di coordinamento, di attrazione e investimento di risorse, che oggi il Parco svolge in sinergia con i Comuni aderenti alla sua comunità. Il nostro territorio, e ancor più le aree dell’entroterra, subirebbero uno shock sia ambientale, di salvaguardia e tutela, che in termini di rilancio economico, produttivo, agricolo e turistico. Come forza di opposizione siamo disponibili a ragionare su una riforma. Siamo invece pronti, in maniera assoluta, a dare battaglia per contrastare con tutte le nostre energie ogni proposta di soppressione dell’Ente”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia




























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News