Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 20 Febbraio - ore 21.39

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

"Mozione Martina per cambiare il Pd, recuperiamo senso di appartenenza"

L'ex ministro: "Quando questo governo si sgonfierà dovremo farci trovare pronti".

luca lotti ieri ad arcola
"Mozione Martina per cambiare il Pd, recuperiamo senso di appartenenza"

Sarzana - Val di Magra - “Questa mozione vuole ristrutturare e innovare il Pd, guardando avanti senza rancori e senza risentimento”. Lo ha detto ieri sera ad Arcola l'ex ministro Luca Lotti, intervenuto al centro sociale “Bassano” per sostenere la candidatura di Maurizio Martina alle prossime primarie del 3 marzo che eleggeranno il nuovo segretario del Partito Democratico. A introdurlo i rappresentanti del circolo di Arcola Beppe Morì, Fabio Monfroni e il vice segretario dell’Unione comunale Tinfena, alla presenza fra gli altri della deputata Raffaella Paita, del consigliere regionale Michelucci e della segretaria provinciale Pecunia.

“Il congresso – ha proseguito - deve dire come facciamo opposizione, come spieghiamo alla gente che il Governo porterà all'aumento dell'Iva o come blocca le infrastrutture. Una mozione – ha sottolineato di fronte all'ala del partito più vicina a Renzi – non può dire che i nostri sono stati quattro anni di errori, non mi faccio dire che abbiamo sbagliato tutto da ministri che erano al governo con Matteo e non si sono mai alzati per dire “No” e lasciare la poltrona. Certo, abbiamo fatto un errore enfatizzando ad esempio i risultati dell'occupazione quando in troppi erano ancora a casa, abbiamo perso ma questo non vuol dire che avevamo torto su tutto. Questa è una mozione che parla di alcune regole da cambiare, anche sulle primarie che spesso sono elemento di contesa. Una mozione che dice quanto sia sbagliato ogni volta che ci dividiamo. Prepariamoci, perché arriverà il momento in cui questo governo si sgonfierà e noi dovremo essere pronti. Renzi? Ha fatto un passo di lato – ha sottolineato - ha detto che non farà un movimento”.

Poi il secco “No” a “un listone con chi è uscito dal Pd e chi non riesce ad andare sopra il 4%. Nel nostro partito – ha detto – non c'è spazio per chi ha brindato per la sconfitta del referendum o per chi pensa a inciuci con i 5 Stelle. Noi ci riconosciamo nel nostro simbolo, anche in minoranza, senza vergogna. Dobbiamo tutti recuperare il senso di appartenenza al Pd e ad una comunità, altrimenti continueremo a perdere. Bisognerà votare – ha concluso – per sentirsi parte di un cambiamento che in un momento politicamente così grave deve vederci tutti uniti”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia




























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News