Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 18 Aprile - ore 21.40

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

"Mione fa teatrino". La replica: "Ponzanelli, da te cagate pazzesche"

Commissione di fuoco e scambi al vetriolo tra il consigliere Mione e il capogruppo della Lista Toti. Al centro la petizione su Piazza Martiri.

Citando Fantozzi
"Mione fa teatrino". La replica: "Ponzanelli, da te cagate pazzesche"

Sarzana - Val di Magra - Toni accesi stasera a Sarzana in Commissione ambiente e territorio, organismo presieduto dal giovane consigliere leghista Luca Spilamberti. A rendere frizzante l'atmosfera sono state le prolungate schermaglie tra Paolo Mione, capogruppo di 'Sarzana per Sarzana', e Luca Ponzanelli, capogruppo di 'Lista Toti – Forza Italia'. Lo scontro tra i due, non nuovi ad animati confronti dialettici, è nato già discutendo il primo dei cinque punti all'ordine del giorno, cioè che fare della petizione su Piazza Martiri presentata dal Comitato che Botta. Le ostilità si sono aperte quando Ponzanelli ha detto alla minoranza di fare una proposta, di dire come la pensassero sul tema. “Cosa fai, ci interroghi come dei bambini a scuola?”, ha sbottato l'ex presidente del consiglio comunale, definendo Ponzanelli “a disagio perché la maggioranza ieri in capigruppo ha chiarito di non voler discutere la petizione”. Non è mancato da parte di Mione un “mi fai tenerezza”. Per la cronaca, la maggioranza, come illustrato in apertura di commissione dal presidente Spilamberti, proponeva di allegare la petizione, a scopo informativo, alla mozione a tema Piazza Martiri avanzata da Sarzana popolare. La minoranza ha invece messo sul tavolo l'idea della discussione vera e propria della petizione - certo, non potrà essere votata -, accolta all'unanimità. Una via sollecitata in settimana dal Comitato che Botta!, presente in sala consiliare con una folta delegazione che nutriva in buona parte le venti persone del pubblico.

La non semplice trattazione delle petizioni – ben quattro quelle nel menù della commissione - e l'evidente necessità di canonizzare la trattazione di tali pratiche, in particolare in relazione al loro accoglimento nel dibattito consiliare (“Anni fa non erano frequenti, ora è molto più facile che vengano presentate”, ha del resto sottolineato il presidente del consiglio comunale Carlo Rampi), ha poi spinto Mione a fare un'osservazione acuminata: “E' chiaro che ci troviamo di fronte a una lacuna esistente da tempo. Servirebbe una modifica regolamentaria, ma la commissione appositamente istituita a questi fini in otto mesi di vita non ha discusso nemmeno una modifica, non ha fatto nemmeno una propostina da portare in consiglio. Questo perché in realtà è stata creata soltanto per la necessità di mantenere gli equilibri tra le forze politiche di maggioranza, dando a ciascuna un presidente di commissione, il tutto con una maggiore spesa di denaro pubblico”. Il riferimento è alla Commissione affari istituzionali, presieduta, nemmeno a dirlo, da Ponzanelli, che ha replicato: “La commissione ha lavorato, è stata convocata più volte e ha affrontato decine di ordini del giorno. Il punto è che lei, consigliere Mione, non dice il vero. Alla commissione non partecipa quasi mai, perché quello che in realtà le interessa è fare del teatro”.

Finita qui? No, Mione ha rincarato. “Non partecipo volentieri a una commissione – così l'esponente di 'Sarzana per Sarzana' (in attesa di diventare Italia in comune) – che dovrebbe lavorare a modifiche del regolamento e invece non lo fa, non produce proposte. I suoi inviti alla commissione, Ponzanelli, sono un po' ridicoli. Citando Fantozzi, sono delle cagate pazzesche”. Di lì boati e strepiti e un presidente Spilamberti che faticosamente provava a riportare un po' di calma tra i duellanti – tra i due, il solo Lorenzini - e in tutta la Ambiente e Territorio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia




























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News