Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 09 Luglio - ore 08.03

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

"Maggiari ha firmato per Piazza Calandrini e poi ha votato contro"

In consiglio comunale strascichi dall'ultima seduta con un duro botta e risposta fra Mione e l'esponente di Sarzana Popolare. Altro screzio fra Ponzanelli e Mazzanti.

scintille sarzanesi
"Maggiari ha firmato per Piazza Calandrini e poi ha votato contro"

Sarzana - Val di Magra - Se nella seduta di venerdì lo scambio di opinioni fra Mione e Maggiari era rimasto nell'ambito dell'affilata ironia dialettale, nel consiglio comunale odierno è deflagrato sconfinando in contemporanea anche su Facebook. Motivo del contendere è stato ancora il futuro dei giocatori di scacchi e di carte di piazza Calandrini per i quali il consigliere di Sarzana per Sarzana aveva presentato un ordine del giorno (poi respinto) che chiedeva per loro la concessione del suolo pubblico (QUI)

“Il consigliere Maggiari ha votato contro il mio ordine del giorno ma lo ha firmato” ha esordito Mione in consiglio, pubblicando invece su Facebook la prova di quanto stava affermando. “Questo ha del ridicolo – ha proseguito – dovrebbe andare a nascondersi. Un comportamento che non ha eguali in questo luogo, ha preso in giro le persone pensando di poter tenere i piedi in più scarpe ma la gente non è scema. Mi ha messo nella categoria di quelli che i nen bon ma non capisco a quale possa appartenere lui”. Ma gli strali di Mione non hanno risparmiato neppure lo schieramento di appartenenza dell'avversario: “Mi auguro che tutti si ricordino del voto di Maggiari, se i personaggi che qualificano Sarzana Popolare e Liguria Popolare sono del suo livello dico a tutti di guardarsene bene”.

“Non ho mai firmato la mozione presentata da Mione – ha replicato seccamente Maggiari –, nel periodo in cui si discuteva sulla presenza o meno degli scacchisti un suo conoscente mi ha chiesto di firmare un foglio per presentare istanza al Comune per farli restare a giocare in Piazza Calandrini. Ho apposto volentieri la mia firma ma escludo categoricamente di aver firmato la mozione e se Mione lo afferma dice una cosa non veritiera. Forse la firma è stata usata in altro modo”.
“Neanche Scajola aveva detto tanto – ha rincarato il consigliere di opposizione – ha firmato senza neanche vederla? Lei è vittima dello streaming, tutti hanno visto e sentito. Ha firmato in piazza Matteotti di fronte a persone che sanno benissimo che stava sottoscrivendo l'ordine del giorno, allora era d'accordo e oggi si inventa questa storia dicendo che un suo compagno di giochi l'ha messa di mezzo. Questa è la credibilità politica di quelli che si presentano casti e puri per il rinnovamento”.

Il diverbio si è ovviamente allargato anche al resto del consiglio mentre il post pubblicato su Facebook ha dato nuovamente occasione a Ponzanelli (Cambiamo) di tirare in causa il ruolo in maggioranza di Fioretta Mazzanti per un like messo proprio a Mione. “Maggiari ha dato la sua spiegazione – è stato il suo parere – e non ho dubbi sulla genuinità della raccolta firme, questo è un attacco personale e politico a lui e a Sarzana Popolare. La settimana scorsa si è scatenata la furia cieca dopo che ho detto che Mazzanti non era mai intervenuta, non le ho schiacciato il cane con la macchina, e tutta la solidarietà che ha ricevuto dall'opposizione mi ha fatto riflette di fronte a una cosa che non era un'offesa. Mi aspetto la stessa solidarietà anche per Maggiari mentre Mazzanti credo che debba una certa chiarezza al suo gruppo visto che ha messo un like al post di Mione”. “Vengo sempre tirata in ballo per cose che non c'entrano” ha replicato l'interessata che ha chiesto senza successo di poter intervenire per “fatto personale”.

“Sono felice di aver dato piena solidarietà a Mazzanti – ha dichiarato Casini – e mi spiace che oggi chi la chiede per Maggiari non l'abbia fatto in altre occasioni visto che in minoranza quasi tutti si sono presi insulti da Iacopi. Tutti passati in cavalleria come il “sorriso fighetto” rivolto a me per il quale avevo chiesto anche al sindaco di prendere posizione, cosa che non ha fatto”. “Maggiari è venuto a propormi di firmare in piazza Matteotti insieme ad altre persone – ha ricordato Giorgi – e quando gli ho chiesto “tu come voti” mi ha risposto “Mi asterrò”. Non ho espresso solidarietà a Mazzanti perché è una libera pensatrice in grado di difendersi da sola e argomentare le proprie opinioni, dovrebbe essere un esempio”.

“Massima solidarietà” a Maggiari è stata invece espressa da Spilamberti mentre Precetti, suo collega di Sarzana Popolare, ha chiuso: “Non ho ancora capito se ha firmato un ordine del giorno o una petizione, non è chiaro e qualche dubbio mi resta. Nessuno ha voluto esprimere contrarietà alla permanenza degli scacchisti, si è solo voluto definire la procedura corretta per arrivare a un risultato. Questa è una spiacevole mistificazione delle intenzioni di Maggiari”.

Il tutto è avvenuto nel corso della discussione relativa alla richiesta di sospensione dei mutui (QUI) poi approvata con i voti della maggioranza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

La foto pubblicata da Mione su Facebook


Notizie La Spezia
















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News