Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 19 Aprile - ore 21.01

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

"La polemica su Liguria d'Autore figlia del rancore retrogrado e medievale di un Pd oscurantista"

la giunta amegliese risponde
"La polemica su Liguria d'Autore figlia del rancore retrogrado e medievale di un Pd oscurantista"

Sarzana - Val di Magra - "Capiamo che le importanti delibere pensate per la promozione turistica approvate dalla Giunta possano aver disturbato gli esponenti PD, ma i fatti parlano chiaro: Liguria D’autore ha portato il nome di Ameglia su tutti i principali giornali nazionali e internazionali, attirando sul nostro territorio ogni sera centinaia di visitatori e facendo registrare il tutto esaurito grazie a ospiti di grande spessore di tutte le provenienze politiche; non ci pare infatti che Enrico Mentana, Stefano Bonaccini, Peter Gomez, Emanuele Fiano siano esattamente esponenti del centrodestra". Rispondono compatti gli assessori della Giunta di Ameglia, alle richieste di chiarimenti dei consiglieri dem a proposito dei soldi spesi, derivati dalla tassa di soggiorno: "Cari esponenti PD i tempi in cui sulle nostre piazze potevano partecipare solo chi la pensava come voi ed era perfettamente inquadrato nel vostro unico pensiero sono finiti. Liguria d’autore ha dato voce a tutti, portando Ameglia al centro dell’attualità e del dibattito politico nazionale ed europeo e ci auguriamo fortemente che il nostro bellissimo territorio, per troppo tempo rimasto sconosciuto e abbandonato a causa dell’immobilismo di vent’anni di pessime amministrazioni a guida centrosinistra, venga scelto nuovamente dalla Regione Liguria per la prossima stagione estiva, come palcoscenico ideale di questo grande evento culturale di rilevanza nazionale qual è Liguria D’Autore".

"La promozione turistica - continua la nota - si fa innanzitutto permettendo a perle preziose come Ameglia di mostrare tutto il proprio potenziale ad un pubblico sempre più vasto ed eterogeneo, cosa che negli anni passati non è mai stato fatto e i risultati si sono visti. Ricordiamo inoltre agli esponenti PD che la tassa di soggiorno è stata applicata ormai dalla maggioranza dei comuni costieri amministrati sia dal centrodestra che dal centrosinistra, vedi Riomaggiore che recentemente l’ha addirittura alzata, e serve per attirare ed incentivare il turismo sia con eventi, ma anche con l’erogazione di servizi. La nostra “Ameglia welcome card” è pensata proprio per offrire servizi ai turisti, come itinerari guidati ed altro, ed è possibile grazie alla tassa di soggiorno, che ricordiamo essere pagata dai turisti e non dai residenti, e verrà offerta gratuitamente: lo scopo che si pone è quello di trattenere il turista ad Ameglia, fidelizzandolo e portandolo a servirsi dalle attività commerciali del territorio. Tutto il resto fa parte del rancore retrogrado e medievale, di un Pd oscurantista che ormai è destinato all’isolamento politico e alla riduzione ai minimi termini, avendo perso
tutto quello che si poteva perdere in termini elettorali negli ultimi cinque anni".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia




























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News