Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Domenica 22 Luglio - ore 11.35

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

"Io mi ricordo un Ponzanelli che di Salvini e Meloni non ne avrebbe voluto sapere..."

Paolo Bufano replica al consigliere comunale santostefanese. Sfida dialettica in salsa Dc.

"Io mi ricordo un Ponzanelli che di Salvini e Meloni non ne avrebbe voluto sapere..."

Sarzana - Val di Magra - Francesco Ponzanelli va proprio rimandato in storia. Addebita a Martinazzoli (QUI) di avere ripudiato lo scudo crociato e il nome della Democrazia Cristiana quando tutti ricordano invece che fu la Democrazia Cristiana tutta intera a decidere all'unanimità di cambiare il proprio nome in Partito Popolare, che era stato del resto il nome delle origini della formazione politica fondata da Don Sturzo ed ispirata alla dottrina sociale della Chiesa. E che conservò con orgoglio il simbolo dello scudo crociato. Quanta superficialità! Quanto pressapochismo! Quanta contagiosa rozzezza politica nei nuovi lacchè di Salvini!
E non ricorda neppure (o finge di non ricordare) che fu tempo dopo, quando l'allievo di Del Noce, il sedicente filosofo Rocco Buttiglione, provò a svendere la gloriosa tradizione politica del cattolicesimo democratico al Cavaliere di Arcore, che gli autentici interpreti di quella tradizione (la stragrande maggioranza dei dirigenti, dei militanti e degli elettori della Dc prima e del Ppi poi) si ribellarono in ogni provincia di Italia e dopo epici contrasti (perfino nei tribunali) riscattarono per sé (impegnandolo nell'esperienza dell'Ulivo) il glorioso nome del Partito Popolare, mentre i clericomoderati di cui Costa e Ponzanelli sono i malinconici epigoni preferirono tenere per sé lo scudo crociato, nella speranza che servisse ad abbindolare qualche vecchietta dentro la cabina elettorale.
Con i risultati da prefisso telefonico a tutti noti.
Ed oggi, dopo essere stato variamente vilipeso, lo scudo crociato fa da riparo alla schiera di nanetti capeggiati nientemeno che da quello statista di Lorenzo Cesa con la mission impossible di fare da foglia di fico moderata ad una coalizione in cui dettano legge nazionalisti e xenofobi...
Che tristezza! E pensare che io sono abbastanza vecchio da ricordarmelo un Ponzanelli democristiano con la D maiuscola! Che di Salvini e Meloni non ne avrebbe proprio voluto sapere...

Paolo Bufano
ex Segretario DC Sarzana
ex Segretario prov.le Ppi La Spezia
membro direzione provinciale Pd

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia




























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News