Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 18 Settembre - ore 21.25

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

"Incaricato il tecnico per la perizia" ma l'ingegnere smentisce

Mione e Rampi nel consiglio comunale sulle Poggi-Carducci: "Questo è un falso in atto pubblico". Mugnaini:" Mi assumo ogni responsabilità".

Opposizione: "Falso in atto pubblico"
"Incaricato il tecnico per la perizia" ma l'ingegnere smentisce

Sarzana - Val di Magra - “Inizio dei lavori per i quali è già in corso la progettazione esecutiva da parte del tecnico incaricato ingegner Pucci Pier Luigi”. Le ultime righe di un documento datato 29 dicembre 2017 e firmato dall'istruttore tecnico Luca Serafinini, dal coordinatore dei lavori pubblici Andrea Donati e dal dirigente dell'are 3 del Comune di Sarzana Stefano Mugnaini, hanno aperto un caso ieri sera nel corso del consiglio comunale interamente dedicato ieri sera alla sicurezza sismica delle Poggi-Carducci (QUI)

L'incarico citato nella relazione di ricognizione sul plesso scolastico infatti non è mai stato affidato e a confermarlo è stato il diretto interessato, sollecitato prima dal consigliere Carlo Rampi e poi dal collega Mione il quale alla precisa domanda: “Lei ha mai avuto l'incarico?” si è sentito rispondere “Assolutamente no, non sto eseguendo la progettazione”.
E' stato infatti l'esponente di Fratelli d'Italia ad accorgersi per primo dell'evidente incongruenza dopo che il tecnico aveva scosso la testa: “Questo è un falso in un atto pubblico datato 29 dicembre – ha detto – è una cosa piuttosto grave”. Quindi l'ex presidente del consiglio: “Spiegateci perché dite che è tutto fatto e invece non c'è nemmeno l'incarico, perché avete raccontato una bugia?. Il segretario comunale non può fare finta di niente”.
La replica è stata affidata a Mugnaini: “Mi assumo ogni responsabilità – ha ammesso l'architetto – quando è stata fatta quella relazione l'idea era di fare un focus per rivalutazione relativa alla risposta sismica dell'edificio. Nel corso della valutazione si è inteso avvalersi dell'ufficio tecnico per procedere alla redazione del progetto. La decisione è stata quella, d'accordo con l'ingegner Pucci, di dare incarico all'ufficio”.

“Ho interpretato quel “la responsabilità è mia” come Salvo d'Acquisto – ha aggiunto Rampi – ma perché ha scritto che erano in corso incarico e progettazione?”. E Mugnaini: “Intenzione era quella di conferire incarico inizialmente all'ingegnere Pucci per intervento preliminare, nel momento in cui si trattò di discutere col diretto interessato di questo approfondimento, abbiamo ritenuto, e me ne assumo responsabilità, di affidare l'incarico all'ufficio tecnico visto che era in grado di formulare proposta. Non mi sottraggo al fatto di aver scritto e sottoscritto questa cosa e me ne prendo la totale responsabilità”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia




























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News