Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Domenica 28 Febbraio - ore 19.51

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

"Governo assente, spesi 10 milioni in dieci anni per i detriti sul litorale"

La deputata Gagliardi (Cambiamo): "Abbiamo rischiato di vedere spiaggiato anche il furgone di Bartolini".

Marinella e Fiumaretta
"Governo assente, spesi 10 milioni in dieci anni per i detriti sul litorale"

Sarzana - Val di Magra - "Sulle piene del Magra e le sue conseguenze niente di nuovo sotto il sole: un’altra allerta meteo ed ecco che ci si risveglia con l’ennesimo cumulo di detriti di ogni tipo che si deposita sulle spiagge di Marinella, Fiumaretta e Bocca di Magra". Così la deputata di Cambiamo! Manuela Gagliardi interviene sull'annoso problema dei rifiuti riversati sui litorali dei comuni di Sarzana ed Ameglia, in seguito alla piena del fiume Magra.
"Non era difficile prevedere tutto ciò, come avevamo detto più volte in passato - prosegue Gagliardi - Avevamo chiesto al governo di sostenere gli enti locali nelle operazioni di raccolta e smaltimento, ponendo così fine ai suoi ritardi e inadempienze su questo tema, visto che il Magra è un corso d’acqua che attraversa più regioni. Personalmente ho presentato un emendamento alla legge di bilancio, che andava proprio in questo senso. Invece, ancora una volta, saranno i sarzanesi e gli amegliesi a dover pagare questi disastri ambientali. Spero che spieghino perché non hanno sostenuto questa proposta di solo buonsenso".

"Abbiamo rischiato di vedere spiaggiato persino il furgoncino di Bartolini rimasto incastrato tra i resti del ponte di Albiano Magra, perché nessuno si è ancora occupato seriamente della questione, a quasi un anno dal crollo. Quali saranno i prossimi detriti che i sindaci di Sarzana ed Ameglia dovranno rimuovere? Perché buona parte del ponte è ancora lì - aggiunge la parlamentare - Tutto questo è inaccettabile, non ci si può voltare dall’altra parte e lasciare gli amministratori locali, spesso di piccoli comuni, in balia del loro destino. Non possono più far fronte a spese enormi per pulire le loro spiagge, senza essere in alcun modo responsabili. Sinora solo Regione Liguria è intervenuta per aiutare i sindaci del territorio, per quanto di sua competenza, ovvero nelle operazioni di raccolta, mentre lo smaltimento resta a carico dei comuni e, alla fine, grava sulle spalle dei cittadini, perché si traduce in un aumento della Tari".
"Ricordo che in dieci anni, insieme alla vicina Marina di Carrara con cui condividiamo il problema, sono stati spesi più di 10 milioni di euro, soldi preziosissimi per i comuni, che i sindaci avrebbero potuto impiegare diversamente e meglio a vantaggio dei loro territori. È ora di porre fine a questa situazione, i cittadini che vivono alla foce del Magra sono stanchi di pagare e pulire per i rifiuti di altri", conclude.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia
















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News