Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Domenica 09 Agosto - ore 21.30

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

“Furono le giunte Pisani e Galazzo a porre condizioni positive per Ameglia”

Michelucci: “Non ammetterlo sarebbe scorretto. Piuttosto Giampedrone ha pensato a chiedere a Sanlorenzo di ricollocare i pochi lavoratori dell’ex tenuta di Marinella?”

Parla il consigliere regionale
“Furono le giunte Pisani e Galazzo a porre condizioni positive per Ameglia”

Sarzana - Val di Magra - “L’assessore Giampedrone nei giorni scorsi, commentando la prossima inaugurazione dei nuovi capannoni della San Lorenzo nell'area artigianale di Ameglia, ha dichiarato: "pensare che in un piccolo paese come Ameglia si possano contemporameamente risolvere problemi di sicurezza idraulica e di occupazione è una grande soddisfazione". Concordo, ma la soddisfazione deve essere per quanti hanno effettivamente lavorato per questo. Mi riferisco alle Amministrazioni guidate dai Sindaci Pisani e Galazzo. La scelta di San Lorenzo di investire sul territorio amegliese risale a ben prima che Giampedrone diventasse sindaco e poi Assessore Regionale”. Così Juri Michelucci rivendica le scelte adottate dal centrosinistra e dal suo ex partito, il Pd e aggiunge: “Risalgono in particolare al periodo in cui Giampedrone era consigliere comunale di minoranza ad Ameglia quando furono approvate due delibere di consiglio comunale: una di avvio del piano particolareggiato e un'altra di variante per consentire che i capannoni della San Lorenzo avessero le dimensioni necessarie per il loro tipo di lavorazioni. Ebbene rispetto alla prima delibera Giampedrone si astenne mentre al consiglio in cui discuteva della variante richiesta dalla San Lorenzo Giampedrone non non partecipò e l'attuale Sindaco De Ranieri votò contro”.

“È quindi evidente - continua il consigliere regionale passato di recente a Italia Viva - che se ad Ameglia si è riusciti a risolvere i problemi di sicurezza idraulica e a dare una risposta in termini di occupazione lo si deve anche e soprattutto alle amministrazioni Pisani e Galazzo. Ometterlo è semplicemente scorretto. Ora io sono piuttosto a chiedere se ha pensato di sottoporre a San Lorenzo, l'ipotesi di ricollocare nella propria azienda i pochi lavoratori della Fattoria di Marinella (tra i quali mi risultano esserci anche alcuni amegliesi) licenziati senza ammortizzatori sociali.
Ricordo infatti che all'epoca l'assessore Giampedrone e il Presidente Toti promisero il massimo impegno a non lasciarli soli. In una prossima interrogazione chiederò nel dettaglio che cosa sia stato fatto in tal senso ma intanto chiedo se Giampedrone ha pensato di proporre un'ipotesi in tal senso alla San Lorenzo.”

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia
















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News