Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 18 Giugno - ore 21.21

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

"Delibera su Marinella in contrasto con Piano spiagge, Pud e codice della navigazione”

consiglieri PD CONTRO LA GIUNTA
"Delibera su Marinella in contrasto con Piano spiagge, Pud e codice della navigazione”

Sarzana - Val di Magra - “Nella delibera di Giunta afferente le linee guida per la gestione delle spiagge libere di Marinella – curiosamente assunta in assenza del Sindaco – sono richiamati i pareri dei responsabili dei servizi da considerarsi “parte integrante e sostanziale” della stessa. Il Consigliere Lorenzini il 21 maggio u.s., accedendo all’albo pretorio, ravvisava la mancata pubblicazione dei pareri dei responsabili. Il 30 maggio, il Segretario comunale, sollecitato dallo stesso Lorenzini, attestava solamente la non necessarietà dei pareri tecnico e contabile, omettendo ogni riferimento ai pareri dei responsabili dei servizi. Da ciò appare evidente la contraddittorietà della delibera, poiché i pareri dei responsabili dei servizi dalla stessa richiamati appaiono essere misteriosamente svaniti nel nulla”. Così il capogruppo del Partito Democratico in consiglio comunale Daniele Castagna, il quale sottolinea: “Altro aspetto su cui il Gruppo PD intende fare luce è quello secondo cui con tale deliberazione la Giunta, facendo seguito al parere assai generico e lacunoso della Regione Liguria del 03.05.2019, intende ovviare in maniera assai dubbia e raffazzonata agli obblighi che il codice della navigazione ed il PUD, di recente dalla stessa Giunta adottato, impone all’A.C. ( “Nelle spiagge libere il Comune provvede alla pulizia, direttamente o attraverso convenzioni con privati o Associazioni”), prevedendo l’installazione di manufatti, compresivi di un chiosco bar (sic!!!), sulla spiaggia libera per 90 giorni, in modo da consentire ad eventuali operatori del settore, individuati mediante un bando di gara (di cui non vi è ancora traccia!), di essere ricompensati per i servizi di pulizia delle spiagge, per la predisposizione di un adeguato sistema di salvamento nonché per la realizzazione di eventuali strutture destinate a servizi igienici. La Giunta maldestramente e tardivamente non tiene in considerazione che il Piano Particolareggiato degli arenili, adottato dal Consiglio Comunale lo scorso aprile, non consente che sulla spiaggia libera di Marinella possa essere installato un qualsiasi nuovo manufatto,prevedendo addirittura la demolizione di quelli attualmente esistenti".

Il Gruppo ricorda, peraltro,che, conseguentemente all’adozione del Piano Particolareggiato, sono entrate in vigore le “norme di salvaguardia” che impediscono nuove costruzioni e che lo stesso PUD, indica quel tratto del nostro arenile come “spiaggia libera”, rafforzando ulteriormente il divieto di installazione di qualsiasi manufatto. I DEM rilevano che la stessa la norma richiamata nelle Linee Guida che, a detta della Giunta Comunale e della Regione Liguria dovrebbe consentire la realizzazione di quanto sopra, in realtà vieta espressamente tale ipotesi laddove il citato art. 6 comma 1 lettera e-bis del DPR 380/01 subordina la realizzazione di simili costruzioni al rispetto di quanto contempla la normativa urbanistica vigente. "Riteniamo - concludono Castagna, Casini, Lorenzini e Raschi - che la Giunta Comunale, con l’avvallo della Regione Liguria, intende ovviare alle decisioni assunte al momento dell’adozione del Piano Particolareggiato e del PUD, prevedendo l’installazione di manufatti sulla spiaggia libera demaniale che si potrebbero configurare come veri e propri abusi edilizi e consentendo attività commerciali di altrettanto dubbia legittimità. Le linee guida adottate, oltre ad apparire incomplete e contrastanti con la pianificazione urbanistica, sono evidentemente tardive a tal punto che non consentiranno l’inizio dell’imminente stagione balneare, con grave pregiudizio dei cittadini".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia




























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News