Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 11 Dicembre - ore 16.09

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

"Chi è uscito dal Pd ora fa accordi con Toti e candida sostenitori del Duce"

Michelucci: "Ponzanelli venti giorni fa sosteneva Cavarra. Forcieri poteva candidarsi per proseguire opera di distruzione del partito che gli ha dato tanto". Cavarra: "Tutti contro di me perché ho detto no ai poteri forti".

presentata la lista del Partito Democratico
"Chi è uscito dal Pd ora fa accordi con Toti e candida sostenitori del Duce"

Sarzana - Val di Magra - “Siamo sicuri che questo rinnovato entusiasmo e la voglia di vincere faranno breccia nel cuore dei sarzanesi”. Così Alessio Cavarra nel corso della presentazione della lista del Partito Democratico che si è tenuta nel tardo pomeriggio nell'area verde di Crociata. Tantissimi i sostenitori e i volti noti – locali e provinciali – che hanno preso parte all'iniziativa aperta dalle “bordate” agli avversari di Juri Michelucci, intervenuto in rappresentanza del comitato politico che guida la formazione di piazza Matteotti.

“Abbiamo lavorato per migliorare e creare un futuro migliore per la città – ha detto Cavarra – e ringrazio i candidati per l'entusiasmo che ci stanno mettendo e che ci metteranno in questi giorni di campagna elettorale per fare in modo che Sarzana non disperda i suoi valori e la sua identità. Ritengo che sbagli chi rinnega il passato e tradisce le proprie origini e la propria militanza – ha aggiunto riferendosi all'avversario Mione – solo per la voglia di potere o male che vada per la logica del “Muoia Sansone con tutti i Filistei”. A quanto pare tutti si sono coalizzati contro di me per farmi fuori, probabilmente la mia autonomia di pensiero ha dato fastidio ai cosiddetti “poteri forti” con cui non sono mai sceso a patti. Spero che i cittadini capiscano che questo 'uno contro tutti' è per la voglia di riconquistare o conquistare il potere a seconda del punto di vista. Noi invece abbiamo solo a cuore la nostra città e l'unico interesse è dare tutto noi stessi per migliorarla, a noi mai verrebbe in mente di screditare Sarzana. Altri – ha aggiunto – hanno messo in programma cose irrealizzabili o già fatte, noi abbiamo un progetto serio, ambizioso e concreto. Diffidate – ha concluso il sindaco uscente – di chi dice di avere la bacchetta magica per risolvere ogni problema”.

Meno pacati, come detto, i toni del consigliere regionale che aprendo la presentazione non ha risparmiato stoccate agli avversari principali – centrodestra ed ex PD – e tiepide aperture alla sinistra. “Siamo orgogliosi e gelosi della nostra città e dei suoi valori e non vogliamo che “foresti” come Costa, Pucciarelli, Toti o Giampedrone vengano da fuori a insegnarci come amministrarla. Le liti nel centrodestra hanno portato a individuare una brava ragazza come Cristina Ponzanelli come candidata sindaco. L'hanno già messa sotto tutela imponendole il vicesindaco e gli assessori, hanno scelto un vice genovese che non conosce nemmeno i nomi delle nostre vie. Sul dottor Eretta – ha puntualizzato Michelucci – ho un dilemma: è stato scelto perché ha lavorato bene al San Bartolomeo oppure gli è stato creato un reparto ad hoc in ospedale perché ha dato disponibilità alla Lega a fare il vicesindaco? Io penso la seconda. Lo hanno imposto anche a personaggi storici della Lega a Sarzana che si sono allontanati perché non si vogliono far comandare da persone che non vivono qui. Hanno scelto – ha detto – come assessore anche una persona che personalmente stimo molto come Italiani, per anni ha fatto il revisore dei conti in Comune senza mai sollevare un problema rispetto a come era governata. Infine Ponzanelli che fine a venti giorni fa era una sostenitrice di Alessio Cavarra, partecipava e dimostrava sostegno e ha frequentato anche l'associazione culturale che è nata attorno alla candidatura di Alessio. Fino a venti giorni fa allora la città non era messa così male, ora però va a braccetto con gli esponenti della Regione che non ha mai dato risorse a questa amministrazione e ora le promette in caso di una sua vittoria. C'è in ballo il piano regolatore e non si può dimenticare la vicinanza politica dei Ponzanelli ai Micacchi, ai fautori dell'eccessiva urbanizzazione sarzanese, altro che nuova politica".

Quindi gli attacchi a Sarzana per Sarzana e ai suoi esponenti: “Forcieri è sceso in campo, non sta più dietro le quinte ma continua a tessere la trama, forse sarebbe stato più giusto se si fosse candidato. Sarebbe stato - ha proseguito Michelucci - più coerente con l'opera di distruzione del Partito Democratico che ha messo in atto nell'ultimo anno e mezzo, contro quel partito che gli ha riservato sostegno e molti incarichi. Non si può dimenticare che chi era a Marinella a fare volantinaggio nei giorni scorsi, ha gestito il potere dall'alto delle sue cariche fino a poco tempo fa e in anni in cui si poteva fare tanto per il litorale ma non lo ha permesso. Liste che mettono insieme tutto e il suo contrario, ci sono persone che tutti in città conoscono come sostenitrici del Duce e inneggianti al fascismo e si sono candidate nella solita lista di “vecchi Compagni” usciti dal Pd che ritenevano di sinistra. E insieme a loro c'è anche la new generation della sinistra, l'amico Battistini che si candida con esponenti della destra per il consiglio comunale. Siamo di fronte ad un finto civismo che ha il filo conduttore degli incontri con Toti e Giampedrone, sembra proprio che il candidato Mione abbia una sorta di accordo con la destra, davvero fanno tutto questo per il bene comune di Sarzana?”.

“Non siamo riusciti a fare tutto – ha concluso – ma questa amministrazione ha fatto il possibile, ha salvaguardato i conti e sbloccato molti vecchi progetti. Se ci sono dei colpevoli vanno cercati altrove, non in Alessio Cavarra e le sue liste, ha governato seguendo i valori del centrosinistra e il tavolo con la sinistra per noi è sempre aperto. I Cinque Stelle che sono sempre attenti agli sprechi guardino la differenza fra come Cavarra è tagliato le spese a differenza di Toti e i suoi sindaci ma anche di Forcieri in Autorità Portuale. Alessio è ancora il nuovo in questa sfida che stiamo per affrontare con competenza, concretezza e abnegazione”.

I candidati nella lista del Partito Democratico
Gozzani Valter, Lorenzini Damiano, Corona Maurizio, Ricci Franco, Pratici Alessandro, Raschi Umberto, Castagna Daniele, Cibei Remo, Cappelli Rossella, Mascellino Lucia, Bernasconi Sophie, Ambrosini Isadora, Bertoloni Sabrina, Bardine Carolina, Casini Beatrice, Bartoletti Mirca

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia





Quanto spenderete per i regali di Natale?



























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News