Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Domenica 16 Giugno - ore 19.26

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

"Arcola, l'ordinarietà è l'emergenza. Digestore? Né Boscalino, né Saliceti"

Intervista ad Alessio Binetti, candidato sindaco della lista civica 'Alternativa per Arcola'.

Sarzana - Val di Magra - Non solo centrodestra e centrosinistra in quel di Arcola. Il prossimo 26 maggio, in occasione delle elezioni comunali, in lizza ci sarà anche 'Alternativa per Arcola', lista civica che, senza il sostegno di forze partitiche, candida a sindaco Alessio Binetti, imprenditore 44enne. CDS lo ha intervistato in vista della fatidica tornata.

In occasione della prima uscita pubblica del candidato del centrodestra Maurizio Gatti, la senatrice Pucciarelli vi ha definiti “una costola della sinistra”, motivando in tal mondo la vostra mancata adesione alla lista di centrodestra. Che ne pensa? Come mai – se dialogo col centrodestra c'è stato – avete deciso di correre da soli?

"Siamo rimasti colpiti dalle affermazioni della senatrice, quando ha detto: 'Alternativa per Arcola ha deciso di correre da sola nonostante avessimo provato a coinvolgerla anche ipotizzando di non usare i simboli di partito' e ancora 'si tratta di una costola della sinistra che ha amministrato, perché se volevano il cambiamento eravamo noi la forza da sorreggere'.
Sì, il dialogo c’è stato, ma si è interrotto per idee non coerenti con la nostra linea di programmazione, ma soprattutto per la mancata volontà di escludere i simboli politici, in quanto non vogliamo essere rappresentati da simboli. Non siamo la costola di nessuna sinistra, siamo liberi e come tali non condizionabili. Nel corso del dialogo con il centrodestra abbiamo potuto riscontrare forzature prettamente politiche, a cui Alternativa per Arcola non ha voluto sottostare. Una lista che vuole essere civica, per dare garanzie, l’unico interesse che deve perseguire è quello di occuparsi della città e di chi ci vive, e non degli interessi delle organizzazioni partitiche, movimentistiche o altro che siano, la cui conservazione diventa spesso il principale obiettivo. Alternativa per Arcola è composta da persone serie, con specifiche professionalità, che hanno capito oramai che, per fare veramente qualcosa bisogna, scendere in piazza indipendentemente dalla propria ideologia, lavorare attivamente per il comune senza far politica. Quella la lasciamo fare agli altri. Per questo non abbiamo escluso nessuno, se si guarda all’interno della nostra lista si può vedere tutto l’arco costituzionale, ma le ideologie si distaccano dalle necessità. Durante i nostri incontri non si parla di politica ma di come arrivare a soluzioni concrete, pertanto in riferimento alle parole dette contro Alternativa per Arcola non vogliamo rispondere a quelle che sono semplici provocazioni. Credo che i cittadini sapranno giudicare da soli".

Un tema molto dibattuto è il biodigestore, previsto dal Piano dei rifiuti, che lo 'sistema' a Boscalino di Arcola, anche se il progetto presentato da Recos parla di Saliceti. Lei che ne pensa? Se sarà eletto dirà no all'impianto a Boscalino? Crede sia meglio farlo a Saliceti? Oppure serve un sito terzo, o ancora va valutata la cosiddetta ipotesi zero?

“Il tema biodigestore è un tema molto complesso, la nostra posizione è comunque un no all'impianto, che sia Boscalino o Saliceti, poco cambia, tanto più che si vorrebbero trattare quantità di rifiuti - frazione organica - superiori alla produzione della nostra provincia. Il biodigestore utilizza per la digestione del rifiuto organico un sistema anaerobico. Alzando la temperatura - quindi utilizzando energia - si generano biogas destinati alla produzione di energia termica o elettrica, ma resta anche una parte di rifiuto digesto che dovrà essere trattato con sistema aerobico. Pertanto riteniamo che possa essere la soluzione più idonea e con minor impatto ambientale l’identificazione di un sito che tratti la frazione di rifiuto organico direttamente con un sistema aerobico, che demolisce la sostanza organica in modo naturale, senza il dispendio di energia. Fermo restando che dovrebbe trattare solo il rifiuto della provincia spezzina".

Quali tratti del suo curriculum e della sua personalità pensa possano riverberarsi al meglio sulla sua azione da sindaco?

"Sono una persona che prima di tutto vive con la sua famiglia nel territorio e di conseguenza vive in prima persona le problematiche del paese. E sono un imprenditore, un uomo che sa fare squadra e che ha le idee molto chiare su come gestire e far funzionare la macchina comunale. Credo che il ruolo del sindaco sia in primis ascoltare gli abitanti del proprio comune trattandoli come risorsa e non come un problema. La condivisione, la partecipazione e trasparenza fanno parte di me e saranno la base per impostare un rapporto costruttivo tra quella che sarà la mia amministrazione e i miei concittadini".

Tre immediate priorità per il territorio arcolano. E un obbiettivo a lungo termine.

"L’emergenza è da tempo l’ordinarietà del nostro comune, chi ha amministrato non è stato capace di azioni concrete né di realizzare un progetto di sistema del nostro comune. Ha consumato risorse e oggi ne paghiamo il conto. Tra le nostre priorità troviamo sicuramente il risanamento del territorio dal dissesto idrogeologico, la riapertura della viabilità interrotta e la riorganizzazione dell’Aurelia, intesa come messa in sicurezza attraverso l’installazione di segnaletica e pubblica illuminazione, oltre alla deviazione del traffico pesante. Per quanto riguarda il medio termine interverremo sulle strutture pubbliche come la scuola e le palestre, che si presentano fatiscenti e in alcuni casi pericolose".

Ha già un'idea delle deleghe che, in caso di elezione, vorrebbe tenere per sé?

"La squadra di governo non mi spaventa. La mia lista vanta professionalità che ci distinguono dalle altre liste, non sarà un problema trovare il giusto equilibrio, cioè quello più funzionale alle esigenze di questo comune".

Se dovesse scegliere come riferimento una figura politica del passato e uno del presente... chi sceglierebbe?

"Esistono figure politiche del passato e del presente che hanno contribuito a fare la nostra storia, come loro mi piace essere valutato per quello che faccio, lascio quindi questa ricerca di similitudini a chi piace fare paragoni".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia




























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News